Marcia trionfale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marcia trionfale
Marcia trionfale.png
Michele Placido in una scena del film
Titolo originaleMarcia trionfale
Paese di produzioneItalia, Francia, Germania Ovest
Anno1976
Durata125 min
Generedrammatico
RegiaMarco Bellocchio
SoggettoMarco Bellocchio
SceneggiaturaMarco Bellocchio, Sergio Bazzini
ProduttoreSilvio Clementelli
Produttore esecutivoGiorgio Adriani
Casa di produzioneClesi Cinematografica, Renn Productions, Parigi, Lisa Film GMBH, Monaco
Distribuzione (Italia)Cineriz
FotografiaFranco Di Giacomo
MontaggioSergio Montanari
ScenografiaAmedeo Fago
CostumiMario Carlini
TruccoMario Di Salvio
Interpreti e personaggi
Premi

Marcia trionfale è un film del 1976 diretto da Marco Bellocchio.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Paolo Passeri, laureato in lettere, non essendo riuscito a essere ammesso nell'Accademia Ufficiali, è costretto ad adempiere come soldato semplice la sua leva nella caserma Setvago, diretta dal capitano Asciutto. Il suo soggiorno a Reggio Emilia non è felice, tra arcigni superiori e perfidi anziani. Il capitano Asciutto sceglie Passeri come suo assistente personale: così Passeri si trasforma nel confidente del suo superiore, che lo spinge a controllare ogni passo di sua moglie Rosanna che lo tradisce. Rosanna subisce notevoli violenze da parte del capitano e decide di separarsi anche da Paolo, del quale si sta innamorando, fuggendo dalla città.

Il capitano Asciutto viene quindi ucciso con una fucilata al petto esplosa da una sentinella notturna, da lui già presa di mira e ingiustamente punita tempo prima, che subito dopo spara un colpo in aria. La sentinella doveva invece sparare un primo colpo in aria e, solo in caso di ulteriore avanzamento del capitano Asciutto, poteva e doveva sparargli, anche mortalmente. La testimonianza - falsa - del suo commilitone Paolo Passeri lo salva da un processo davanti alla Corte Marziale che gli costerebbe una pena pesantissima, anche se non quella capitale, all'epoca comminabile solo in contesto bellico.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato girato in una caserma dismessa a Reggio Emilia e a Roma in estate-autunno 1975.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema