Ludovico Settala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lodovico Settala

Lodovico Settala (Milano, 27 febbraio 1550Milano, 12 settembre 1633) è stato un medico, traduttore e accademico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Milano dal medico Francesco Settala e da Giulia Ripa, figlia del giureconsulto pavese Giovanni Francesco Ripa[1].

Studiò nel collegio dei Gesuiti di Brera e si laureò in Medicina all'Università degli Studi di Pavia nel 1571. Due anni dopo ottenne la prima cattedra straordinaria di Medicina a Pavia; ma vi rinunciò poco tempo dopo per svolgere l'attività medica a Milano. Ebbe tuttavia le cattedre di politica e di morale nelle Scuole canobiane di Milano e l'incarico di protofisico generale dello stato di Milano nel 1600[2].

Lodovico Settala si prodigò in occasione delle epidemie di peste che si svilupparono a Milano nel 1576, e nel biennio 1628-1630 (la famosa peste dei I promessi sposi). Alessandro Manzoni lo nomina ne I promessi sposi, una prima volta nel capitolo XXVIII, quando parla del figlio, Senatore Settala, medico, membro, insieme ad Alessandro Tadino del tribunale della sanità ai tempi della vicenda di Renzo e Lucia; e una seconda volta nel capitolo XXXI, allorché è tra i primi ad accorgersi che la "strana malattia" che si stava diffondendo nella zona lecchese, era la peste.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Lodovico Settala scrisse numerose opere, di medicina, filosofia e di storia naturale, altre di morale e di politica. Fra le sue opere si ricordano la traduzione latina, con commento, dei libri ippocratici De aëribus, aquis et locis (In librum Hippocratis Coi de aeribus, aquis, locis, commentarii V. Appositus est Graecus Hippocratis contextus ope antiquorum exemplarium, restitutus, ... Cum indice rerum et verborum locupletissimo, Coloniae: Ioan. Baptistae Ciotti Senensis aere, 1590)[3] e dei Problemata di Aristotele (Commentariorum in Aristotelis problemata Tomus I-II, Francoforte sul Meno: apud haeredes Andreae Wecheli, Claudium Marnium, & Ioannem Aubrium, 1602).

  • (LA) Ludovico Settala, In Librum Hippocratis Coi de aeribus, aquis, locis Commentarii V. appositus est graecus Hippocratis contextus ... restitutus et ... emendatus, una cum nova eiusdem in Latinum versione, Colonia, Giovanni Battista Ciotti, 1590. URL consultato il 3 marzo 2019.
  • (LA) Ludovico Settala, Ludovici Septalii Patricii Mediolanensis Commentariorum in Aristotelis Problemata, septem primas sectiones continens, ab eodem Latine factas, vol. 1, Francoforte, Apud Claudium Marnium & heredes Ioannis Aubrii, 1602. URL consultato il 3 marzo 2019.
  • (LA) Ludovico Settala, Ludovici Septalii Patricii Mediolanensis Commentariorum in Aristotelis Problemata, secundam heptadem continens, ab eodem Latine factam, vol. 2, Francoforte, Apud Claudium Marnium & heredes Ioannis Aubrii, 1607. URL consultato il 3 marzo 2019.
  • Animaduersionum, & cautionum medicarum libri septem. Quorum materiam sequens pagina indicabit, Mediolani: apud Io. Bapt. Bidell., 1614
  • De peste, & pestiferis affectibus. Libri quinque., Mediolani: apud Ioannem Baptistam Bidellium, 1622
  • De peste et pestiferis affectibus (1622)
  • Ludouici Septalij patrici et medici Mediolanensis, De ratione instituendae, & gubernandae familiae. Libri quinque. Senator F. edidit, & Iulio Aresio Senatus Mediolanensis principi dicauit, Mediolani: apud Io. Baptistam Bidellium, 1626
  • Della ragion di stato libri sette. Di Lodouico Settala. All'illustrissimo, & eccellentissimo signore Don Emanuelle de Fonseca e Zugniga, Milano: appresso Gio. Battista Bidelli, 1627
  • Cura locale de' tumori pestilentiali, che sono il bubone, l'antrace, o carboncolo, & i furoncoli. Contenente tutto quello, che si ha da fare esteriormente nella cura di questi mali. Tolta dal libro della cura della peste. Del signor profisico Lodouico Settala, Milano: per Giouan Battista Bidelli, 1629
  • Preseruatione dalla peste scritta dal sig. protomedico Lodouico Settala, Brescia: per Bartholomeo Fontana, 1630
  • (LA) Ludovico Settala, Commentaria in Aristotelis Problemata, Lugduni, Sumptibus Claudi Landry, 1632. URL consultato il 3 marzo 2019.
  • Antidotario romano latino, et volgare tradotto da Hippolito Cesarelli romano. Con l'aggionta dell'elettione de semplici, e prattica delle compositioni. E di due trattati, vno della teriaca romana, ... l'altro della teriaca egittia. Aggiontoui in questa vltima impressione le auertenze, & osseruationi appartenenti alla compositione de medicamenti del sig. Lodovico Settala, Milano: per Gio. Battista Bidelli, 1635
  • Auertenze, et osseruationi appartenenti al curar le ferite, tradotte dall'ottavo libro delle osseruationi del signor Ludouico Settala, da Alessandro Tadino, Milano: per Gio. Pietro Cardi, 1641
  • Breue compendio per curare ogni sorte de tumori esterni, & cutanee turpitudini, raccolto dalle osseruationi fisice, & chirurgice nelli vltimi anni fatte dal sig. Lodouico Settala medico collegiato ,,, d'Alessandro Tadino medico collegiato, Milano: per Lodouico Monza: ad instan. di Altobello Pisani, 1646
  • Ludovici Septalii mediolanensis, Opera de ratione familiae cum instituendae, tum gubernandae libri V et De ratione status libris VII, Editio nova, Ulmae: prostat apud Jo. Frid. Gaum, 1755

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ CERL Thesaurus, «Ripa, Giovanni Francesco (1480-1535)»
  2. ^ Giuseppe Ferrario, Statistica medica di Milano: dal secolo XV fino ai nostri giorni, vol. 2, Milano, Guglielmini e Redaelli, 1840, p. 45.
  3. ^ Luigi Belloni, Carlo Borromeo e la Storia della Medicina, in San Carlo e il suo tempo: atti del convegno internazionale nel IV centenario della morte (Milano, 21-26 maggio 1984), vol. 1, Edizioni di Storia e Letteratura, 1986, p. 170.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bartolomeo Corte, Notizie istoriche intorno a medici scrittori milanesi, Milano 1718, pp. 137-146.
  • Filippo Argelati, Bibliotheca scriptorum mediolanensium seu acta, et elogia virorum omnigena eruditione illustrium, qui in metropoli Insubriae, oppidisque circumjacentibus orti sunt, II, Mediolani 1745, pp. 1321-1328.
  • Paolo Sangiorgio, Cenni storici sulle due università di Pavia e di Milano e notizie intorno ai più celebri medici, chirurghi e speziali di Milano dal ritorno delle scienze sino all’anno 1816. Opera postuma, a cura di F. Longhena, Milano 1831, pp. 258-272.
  • Salvatore De Renzi, Storia della medicina italiana, III, Napoli 1845, pp. 509 s., passim.
  • Ercole Ferrario, Intorno alla vita ed alle opere mediche di Ludovico Settala. Cenni, Milano 1857.
  • Pietro Capparoni, Profili biobibliografici di medici e naturalisti celebri italiani dal sec. XV al sec. XVIII, II, Roma 1928, pp. 131-133.
  • Angelo Francesco La Cava, La peste di S. Carlo. Note storico mediche sulla peste del 1576, Milano 1945, pp. 52-55.
  • Silvia Rota Ghibaudi, Ricerche su Ludovico Settala, Firenze 1959 (con elenco delle opere e delle loro edizioni a stampa).
  • Filippo Maria Ferro, La peste nella cultura lombarda, Milano 1973, pp. 89-91.
  • Giorgio Cosmacini, Il medico e il cardinale, Milano 2009, passim.
  • Girolamo Tiraboschi, Storia della letteratura italiana, parte seconda ("Dall'anno 1500 all'anno 1600"), Tomo VII, capo III, par. XLI, Firenze, Presso Molini, Landi, e Company, 1810, p. 681-83. URL consultato il 6 maggio 2019.
  • Laura Facchin, Ludovico Settala: un intellettuale barocco fra scienza e arte, su enbach.eu. URL consultato il 1º aprile 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN34568286 · ISNI (EN0000 0001 0856 5370 · LCCN (ENn84805551 · BNF (FRcb12530002m (data) · BNE (ESXX1120060 (data) · CERL cnp01349468 · WorldCat Identities (ENlccn-n84805551