Luca Salsi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luca Salsi
Luca Salsi.jpg
NazionalitàItalia Italia
GenereOpera lirica
Periodo di attività musicale1997 – in attività

Luca Salsi (San Secondo Parmense, 1975) è un baritono italiano, distintosi in particolare nel repertorio verdiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è diplomato in canto presso il Conservatorio Arrigo Boito di Parma, sotto la guida del soprano Lucetta Bizzi[1] perfezionandosi con il baritono Carlo Meliciani[2]. Ha debuttato nel 1997 presso il Teatro Comunale di Bologna ne La scala di seta di Rossini. Dopo aver vinto il premio Viotti a Vercelli nel 2000[2] - dove da 25 anni non davano il primo premio - ha iniziato una rapida ed intensa carriera che lo ha portato a calcare, in breve tempo, alcuni dei maggiori palcoscenici del mondo: il Metropolitan di New York, il Teatro alla Scala, la Royal Opera House di Londra, la Washington National Opera, il Festival di Salisburgo, la Los Angeles Opera, la Staatsoper di Berlino, il Liceu di Barcellona, il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro dell’Opera di Roma, il Teatro Regio di Parma, il Teatro San Carlo di Napoli, il Teatro Filarmonico di Verona, il Teatro Massimo di Palermo, il Festival Puccini di Torre del Lago, il Concertgebouw di Amsterdam e il Teatro Real di Madrid. Ha collaborato con importanti direttori d'orchestra come James Conlon, Riccardo Muti, James Levine, Daniele Gatti, Placido Domingo, Gustavo Dudamel, Nicola Luisotti, Renato Palumbo, Donato Renzetti e Alberto Zedda, nonché con prestigiosi registi quali Robert Carsen, Hugo De Ana, Antony Minghella, Werner Herzog, Franco Zeffirelli e David McVicar.

Nella stagione 2012/2013 ha fatto il suo debutto al Liceu di Barcellona come Don Carlo ne La forza del destino, seguito da altri importanti debutti nei ruoli verdiani come Macbeth, il Conte di Luna (Il trovatore), Francesco Foscari (I due Foscari) e Nabucco al Teatro dell’Opera di Roma diretto dal Riccardo Muti. Ha inaugurato la stagione 2013/2014 della Chicago Symphony Orchestra nel Macbeth, sempre diretto da Riccardo Muti. Tra i suoi impegni nelle ultime stagioni: Un ballo in maschera a Bologna, Lucia di Lammermoor e Don Carlo al MET di New York (dove è salito alla ribalta per aver cantato anche in Ernani, lo stesso giorno di una recita di Lucia di Lammermoor[3][4][5][6][7]) La traviata a Torino, Londra e Monaco di Baviera, Nabucco a Verona, Macbeth e Nabucco a Barcellona, Rigoletto a Madrid, I due Foscari alla Scala, Falstaff a Chicago e Macbeth a Stoccolma – entrambi con la direzione di Riccardo Muti - Nabucco e Rigoletto a Roma, Ernani e Il templario al Festival di Salisburgo.

Più recentemente, Luca Salsi ha debuttato nel ruolo di Carlo Gérard nell'Andrea Chénier (accanto a Jonas Kaufmann e Anja Harteros) alla Bayerische Staatsoper, è stato protagonista del Rigoletto ad Amsterdam (nuova produzione firmata da Damiano Michieletto) e ha interpretato Amonasro nell’Aida al Festival di Salisburgo, ancora una volta diretto da Riccardo Muti. A ottobre 2017 debutta nel ruolo di Scarpia nella Tosca al Teatro dell’Opera di Roma. È stato scelto da Riccardo Chailly per interpretare il ruolo di Carlo Gérard nell'Andrea Chénier inaugurale della Stagione 2017/2018 del Teatro alla Scala[8].

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nell’aprile del 2015 Luca Salsi è stato protagonista di una vicenda che l’ha fatto balzare agli onori della cronaca internazionale (da cui è stato ribattezzato “il superbaritono”): ha sostituito un indisposto Plácido Domingo in una recita pomeridiana dell'Ernani alla Metropolitan Opera di New York, un quarto d'ora prima dell'inizio dello spettacolo. La sera stessa Salsi doveva cantare, come da programma, in una recita della Lucia di Lammermoor[3][4][5][6][7], quindi ha interpretato due opere diverse nello stesso giorno, a distanza di poche ore.

Repertorio[modifica | modifica wikitesto]

Repertorio operistico
Ruolo Titolo Autore
Sir Riccardo Forth I Puritani Bellini
Noye Noye's Fludd Britten
Michonnet Adriana Lecouvreur Cilea
Belcore L'elisir d'amore Donizetti
Lord Enrico Ashton Lucia di Lammermoor Donizetti
Carlo Gérard
Mathieu
Pietro Fléville
Andrea Chénier Giordano
Valentine Faust Gounod
Silvio Pagliacci Leoncavallo
Coudal Sapho Massenet
Giorgio Verter Mayr
Figaro Le nozze di Figaro Mozart
Leporello Don Giovanni Mozart
Guglielmo Così fan tutte Mozart
Briano di Bois-Guilbert Il templario Nicolai
Frank Edgar Puccini
Lescaut Manon Lescaut Puccini
Marcello
Schaunard
La bohème Puccini
Sharpless Madama Butterfly Puccini
Gianni Schicchi Gianni Schicchi Puccini
Blansac La scala di seta Rossini
Figaro Il barbiere di Siviglia Rossini
Antonio
Don Alvaro
Il viaggio a Reims Rossini
Raimbaud Le Comte Ory Rossini
Nabucco Nabucco Verdi
Don Carlo Ernani Verdi
Francesco Foscari I due Foscari Verdi
Ezio Attila Verdi
Macbeth Macbeth Verdi
Seid Il corsaro Verdi
Rolando La battaglia di Legnano Verdi
Miller Luisa Miller Verdi
Rigoletto Rigoletto Verdi
Conte di Luna Il trovatore Verdi
Giorgio Germont La traviata Verdi
Renato Un ballo in maschera Verdi
Don Carlo di Vargas La forza del destino Verdi
Rodrigo di Posa Don Carlo Verdi
Amonasro Aida Verdi
Ford Falstaff Verdi
Ludwig VI Euryanthe Weber
Omar Maometto Winter

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Cast Direttore Regista
Falstaff[11] Ambrogio Maestri, Antonio Gandia, Luca Casalin, Patrizio Saudelli Andrea Battistoni Sthepen Medcalf
Il corsaro[12] Bruno Ribeiro, Andrea Papi, Irina Lungu Carlo Montanaro Lamberto Puggelli
Il barbiere di Siviglia[13] Ketevan Kemoklidze, Dmitry Korchak Andrea Battistoni Stefano Vizioli
Nabucco[14] Francesco Meli, Riccardo Zanellato, Tatiana Serjan, Anna Malavasi Riccardo Muti Jean-Paul Scarpitta

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luca Salsi- Bio, Albums, Pictures – Naxos Classical Music., su www.naxos.com. URL consultato il 06 maggio 2016.
  2. ^ a b Caracalla, arriva il Nabucco «Verdi? È il mio datore di lavoro», su Corriere della Sera - Roma - Cultura, 2016-07-4. URL consultato il 10 ottobre 2017.
  3. ^ a b (IT) Due opere in sette ore: New York in delirio per il baritono Superman, in LaStampa.it. URL consultato il 10 ottobre 2017.
  4. ^ a b (EN) Vivien Schweitzer, Baritone Luca Salsi Pulls a Leading-Role Double, in ArtsBeat. URL consultato il 10 ottobre 2017.
  5. ^ a b DIE WELT, Bariton Salsi singt zwei Partien an einem Abend, in DIE WELT, 06 aprile 2015. URL consultato il 10 ottobre 2017.
  6. ^ a b (EN) On a moment's notice, baritone Luca Salsi fills in for ill Placido Domingo, in Fox News, 05 aprile 2015. URL consultato il 10 ottobre 2017.
  7. ^ a b (EN) Salsi races to replace Domingo at Met, in BBC News, 06 aprile 2015. URL consultato il 10 ottobre 2017.
  8. ^ (IT) “Andrea Chénier” a Sant’Ambrogio, 15 opere e 9 balletti nella prossima stagione della Scala, in LaStampa.it. URL consultato il 10 ottobre 2017.
  9. ^ (EN) Verdi*, Riccardo Muti, Orchestra Del Teatro Dell'Opera Di Roma, Coro Del Teatro Dell'opera di Roma - Ernani, su Discogs. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  10. ^ Verdi*, Riccardo Muti, Orchestra Del Teatro Dell'Opera Di Roma, ,* - Nabucco, su Discogs. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  11. ^ Tutto Verdi - Falstaff, su www.unitel.de. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  12. ^ Tutto Verdi - Il Corsaro, su www.unitel.de. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  13. ^ (DE) Gioachino Rossini : Il barbiere di Siviglia - Opera DVD - Arthaus Musik, su arthaus-musik.com. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  14. ^ (IT) Media - Luca Salsi, in Luca Salsi. URL consultato il 13 ottobre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN118821843 · GND: (DE173968724