Lee Child

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lee Child nel 2010

Lee Child, pseudonimo di James Dover Grant (Coventry, 29 ottobre 1954), è uno scrittore britannico di thriller.

Lavora come autore televisivo dal 1977 al 1996, anno in cui decide di dedicarsi alla letteratura gialla. Debutta come scrittore nel 1997 con Zona pericolosa (Killing Floor), raggiungendo un vasto e sempre crescente successo.

I suoi romanzi hanno tutti come protagonista il personaggio di Jack Reacher, un ex ufficiale della polizia militare statunitense che, dopo aver lasciato l'esercito, decide di iniziare una vita di vagabondaggi attraverso gli Stati Uniti, libero dai vincoli e dai condizionamenti del "sistema". Duro come pochi e dotato di un innato senso di giustizia, Reacher si presenta come un cavaliere solitario di altri tempi, che pur non cercando guai è sempre pronto ad aiutare i più deboli e a correre in soccorso degli amici, per poi riprendere il suo cammino senza meta al termine di ogni avventura.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1954 a Coventry, in Inghilterra, Regno Unito, Jim Grant si trasferisce all'età di appena quattro anni a Handsworth Wood, vicino a Birmingham, con la sua famiglia. Il padre è un impiegato statale. Frequenta la Cherry Orchard Primary School di Handsworth Wood fino a 11 anni. In seguito si iscrive alla King Edward's School di Birmingham, che vanta tra i suoi allievi anche J. R. R. Tolkien ed Enoch Powell.

Nel 1974, all'età di 20 anni, Jim Grant intraprende la carriera universitaria presso la facoltà di legge dell'Università di Sheffield, pur non avendo nessuna intenzione di svolgere nel suo futuro una professione legale. Durante gli studi, lavora dietro le quinte in un teatro. Dopo la laurea, inizia a lavorare come autore in una televisione commerciale.

Nel 1996, dopo aver perso il lavoro di autore televisivo a causa di una ristrutturazione aziendale, Jim Grant decide di iniziare a scrivere romanzi, affermando che i libri sono "la più pura forma di intrattenimento". Nel 1997 debutta con il suo primo romanzo, Zona pericolosa (Killing Floor), e l'anno successivo si trasferisce negli Stati Uniti.

Nei suoi romanzi, usa lo pseudonimo di Lee Child. "Lee" viene da una battuta di famiglia circa la storpiatura del nome con cui venne pubblicizzata negli Stati Uniti la Renault 5 (Le Car), mentre "Child" (lett. "bambino") deriva dall'assonanza con i nomi di grandi autori del crime fiction come Raymond Chandler e Agatha Christie.

Jim Grant ha dichiarato di aver scelto il nome "Reacher" per il protagonista dei suoi libri perché lui stesso è alto, e in un supermercato la moglie Jane una volta gli disse: «ehi, se questa cosa dello scrittore non funziona, puoi sempre fare il reacher[N 1] in un supermercato»[N 2]. E lui rispose: «Reacher, bel nome».[1]

Alcuni libri della serie di Jack Reacher sono scritti in prima persona, mentre altri in terza persona. Sono prevalentemente storie di vendetta, come ha affermato l'autore: "Qualcuno fa una cosa molto brutta, e Reacher si vendica", spinto da una rabbia irrefrenabile e da un forte senso di giustizia. Anche se britannico, Child ha deliberatamente scelto di scrivere thriller in stile americano.

Il 30 giugno 2008, è stato annunciato che Lee Child avrebbe ricevuto un Visiting Professorship presso l'Università di Sheffield nel Regno Unito, a partire dal novembre 2008. Nel 2009, Child ha finanziato 52 borse di studio intitolate Jack Reacher per gli studenti della stessa università. Sempre nel 2009, Child è stato eletto presidente del Mystery Writers of America.

Nel 2012, è stato realizzato il primo adattamento cinematografico basato sulla serie di Jack Reacher, Jack Reacher - La prova decisiva, trasposizione del romanzo La prova decisiva (One Shot) e interpretato da Tom Cruise. Nel film Child appare in un cameo seduto al banco di una stazione di polizia come sergente[2]. Nel 2016 è uscito il secondo film della serie, sempre interpretato da Tom Cruise Jack Reacher - Punto di non ritorno tratto dall'omonimo libro (il 18° della serie). Anche in questo film Child appare in un cameo, in questo caso come agente di controllo.

La serie di Jack Reacher non si sviluppa cronologicamente nella produzione dell'autore. Ad esempio l'ottavo romanzo, Il nemico, è ambientato nel 1990, quando ancora Reacher era un ufficiale dell'esercito, mentre il romanzo d'esordio, Zona pericolosa, è ambientato nel 1996, all'inizio della vita da "civile" del protagonista.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1998 si trasferisce negli Stati Uniti, a New York, dove vive tuttora.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Serie di Jack Reacher[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi Ed. originale Titolo originale Ed. italiana (Longanesi) Titolo italiano ISBN Ordine temporale Ambientazione e personaggi Riconoscimenti Voce Narrante
1 1997 Killing Floor 2000 Zona pericolosa 978-88-304-1460-0 9 Margrave, Georgia 1ª Persona
2 1998 Die Trying 2001 Destinazione inferno 978-88-304-1675-8 10 Chicago e Montana. Holly Johnson agente FBI, generale Garber
  • Premio WH Smith Thumping Good Read
3ª Persona
3 1999 Tripwire 2002 Trappola mortale 978-88-304-1945-2 11 Key West e New York. Jodie Garber 3ª Persona
4 2000 Running Blind oppure The Visitor 2003 Via di fuga 978-88-304-2017-5 12 3ª Persona
5 2001 Echo Burning 2004 Colpo secco 978-88-304-2111-0 13 3ª Persona
6 2002 Without Fail 2006 A prova di killer 978-88-304-2329-9 14 3ª Persona
7 2003 Persuader 2007 La vittima designata 978-88-304-2399-2 15 1ª Persona
8 2004 The Enemy 2005 Il nemico 978-88-304-2262-9 5 1ª Persona
9 2005 One Shot 2008 La prova decisiva 978-88-304-2543-9 16 3ª Persona
10 2006 The Hard Way 2014 Un passo di troppo 978-88-304-2621-4 17 3ª Persona
11 2007 Bad Luck and Trouble 2009 Vendetta a freddo 978-88-304-2646-7 18 3ª Persona
12 2008 Nothing To Lose 2010 Niente da perdere 978-88-304-2761-7 19 3ª Persona
13 2009 Gone Tomorrow 2011 I dodici segni 978-88-304-3078-5 21 1ª Persona
14 2010 61 Hours 2012 L'ora decisiva 978-88-304-3295-6 22 3ª Persona
15 2010 Worth Dying For 2013 Una ragione per morire 978-88-304-3351-9 23 3ª Persona
16 2011 The Affair 2014 La verità non basta 978-88-304-4022-7 8 Mississippi, Fort Kelham e Pentagono 1ª Persona
17 2012 A Wanted Man 2015 Il ricercato 978-88-304-4202-3 24 3ª Persona
18 2013 Never Go Back 2015 Punto di non ritorno 978-88-304-4369-3 27 3ª Persona
19 2014 Personal 2016 Personal 978-88-304-4440-9 29 USA and France 1ª Persona
20 2015 Make Me 2017 Prova a fermarmi 978-88-304-4741-7 33 Mother's Rest 3ª Persona
21 2016 Night School 2018 Non sfidarmi 978-88-304-5047-9 7 3ª Persona
2017 No Middle Name 2019 Il mio nome è Jack Reacher (raccolta di racconti brevi) 978-88-304-5506-1 3ª Persona
22 2017 The Midnight Line 2019 Inarrestabile 978-88-304-5232-9 34 3ª Persona
23 2018 Past Tense 2020 Il passato non muore 978-88-304-5476-7 39 Laconia, NH 3ª Persona
2017 No Middle Name (raccolta di racconti brevi) 2020 Sempre io, Jack Reacher (raccolta di racconti brevi) 978-88-304-5704-1 3ª Persona
24 2019 Blue Moon 2021 Implacabile 978-88-304-5717-1 43 3ª Persona
25 2020 The Sentinel[N 3] 2021 L'ultima sentinella 978-88-304-5895-6 44 Pleasantville 3ª Persona
26 2021 Better off Dead 2022 Meglio morto 978-88-304-5920-8 45 San Francisco e Arizona 1ª Persona
2019 Smile (racconto, nella antologia Invisible Blood) 42 Heathrow
2011 Second Son (short story) Il secondo figlio 1
2017 Too Much Time (racconto, nella antologia No Middle Name) 2019 Troppo tempo 37 Maine
2012 Everyone Talks (racconto breve, apparso in Esquire) Tutti parlano 26
2014 Not a Drill Non è un’esercitazione 28
2016 Maybe They Have a Tradition (racconto apparso in Country Life) Magari hanno una tradizione 35
2014 No Room at the Motel (racconto apparso in Stylist) Nessuna stanza libera al motel 31
2015 The Picture of the Lonely Diner (racconto pubblicato in Manhattan Mayhem) Il dipinto del diner malinconico 32
2009 Guy Walks Into a Bar Un tizio entra in un bar 20 prequel di Gone Tomorrow
1999 James Penney's New Identity 2013 Identità sconosciuta 6
2013 High Heat (novella) 2
2012 Deep Down (racconto breve) 3
2015 Small Wars (racconto breve) 4
2011 Knowing you're Alive 25 crossover tra la serie di Jack Reacher e la serie del Butterfield Institute / Morgan Snow di M. J. Rose
2014 Good and Valuable Consideration 30 crossover tra la serie di Jack Reacher e la serie di Nick Heller di Joseph Finder
2017 Faking a Murderer 36 crossover tra la serie di Jack Reacher e la serie di Temperance Brennan di Kathy Reichs
2017 The Christmas Scorpion 38 Vigilia di Natale, bar nel deserto della California
2018 The Fourth Man 40 Sidney
2019 Cleaning the Gold 41 crossover tra la serie di Jack Reacher e la serie di Will Trent di Karin Slaughter
Lee Child riceve il Barry Award nel 2005 per Il nemico.

Racconti brevi[modifica | modifica wikitesto]

  • Identità sconosciuta (James Penney's New Identity, da Fresh Blood 3) Longanesi, 2013
  • The Snake Eater by the Numbers (da Like a Charm)
  • Ten Keys (da The Cocaine Chronicles)
  • The Greatest Trick of All (da Greatest Hits)
  • Guy Walks Into a Bar... (prequel di Gone Tomorrow)
  • Me & Mr. Rafferty (da The Dark End of the Street)
  • The Bodyguard (da First Thrills)
  • Second Son (racconto breve su Jack Reacher)
  • Addicted to Sweetness (da The Rich and the Dead)
  • Everyone Talks (racconto breve su Jack Reacher)
  • Deep Down (racconto breve su Jack Reacher)
  • High Heat (racconto breve su Jack Reacher)

Tutti i racconti brevi su Jack Reacher sono confluiti nella raccolta No Middle Name, uscita nel maggio 2017[5], che include una novella, Too Much Time, e undici racconti brevi: Deep Down, Everyone Talks, Guy Walks into a Bar, High Heat, James Penney's New Identity, Maybe They Have a Tradition, No Room at the Motel, Not a Drill, Second Son, Small Wars e The Picture of the Lonely Diner

Nell'edizione italiana:

  • Il mio nome è Jack Reacher, 2019, è una raccolta di otto racconti brevi: Troppo tempo, Identità sconosciuta, Tutti parlano, Non è un’esercitazione, Magari hanno una tradizione, Un tizio entra in un bar, Nessuna stanza libera al motel, Il dipinto del diner malinconico
  • Sempre io, Jack Reacher, 2020, è una raccolta di quattro racconti brevi: Il secondo figlio, Caldo rovente, Copertura profonda, Piccole guerre

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico
«Per i servizi alla letteratura.»
— 8 giugno 2019[6]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Anthony Award
  • 1998 - per Zona pericolosa (Killing Floor)
Cartier Diamond Dagger
  • 2013 - Premio alla carriera
Japan Adventure Fiction Association Prize
  • 2000 - Romanzo meglio tradotto per Zona pericolosa (Killing Floor)[7]
National Book Award, Thriller & Crime Novel
  • 2012 - per A Wanted Man
Premio Barry
Premio Nero Wolfe
  • 2004 - per Il nemico (The Enemy)
Premio RBA de Novela Policiaca
  • 2014
Theakston's Old Peculier Crime Novel
  • 2011 - per L'ora decisiva (61 Hours)
W.H. Smith Thumping Good Read Award
  • 1999 - per Destinazione inferno] (Die Trying)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Esplicative
  1. ^ Reacher: persona che riesce a prendere i prodotti nei ripiani più alti; dal verbo to reach: arrivare/riuscire a prendere.
  2. ^ «Hey, if this writing thing doesn't pan out, you could always be a reacher in a supermarket».[1]
  3. ^ Scritto in collaborazione col fratello Andrew.[4]
Fonti
  1. ^ a b (EN) Ali Karim, Lee Child, in January Magazine, maggio 2003. URL consultato il 7 ottobre 2007.
  2. ^ Pierpaolo Festa, Nella mente di Reacher: intervista a Lee Child, su Film.it, 4 gennaio 2013.
  3. ^ (EN) Alison Flood, EL James comes out on top at National Book awards, in The Guardian, Guardian News and Media, 5 dicembre 2012. URL consultato il 5 marzo 2014.
  4. ^ (EN) New Book Announcement [collegamento interrotto], su Facebook Business Suite, Meta. URL consultato il 30 novembre 2020.
  5. ^ (EN) No Middle Name: The Complete Collected Jack Reacher Short Stories, su Amazon.com. URL consultato il 18 maggio 2017.
  6. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 62666, 8 June 2019.
  7. ^ (JA) Japan Adventure Fiction Association Prizes winners (2000–2004), su Japan Adventure Fiction Association. URL consultato l'11 novembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN100304282 · ISNI (EN0000 0001 1478 668X · SBN LO1V183829 · Europeana agent/base/69489 · LCCN (ENn96077849 · GND (DE130802263 · BNE (ESXX1141940 (data) · BNF (FRcb131665940 (data) · J9U (ENHE987007303412005171 (topic) · NSK (HR000470058 · NDL (ENJA00817075 · CONOR.SI (SL43792227 · WorldCat Identities (ENlccn-n96077849