Ivanka Trump

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la madre, vedi Ivana Trump.
Ivanka Trump
Ivanka Trump official portrait (cropped).jpg

Assistente del Presidente
degli Stati Uniti d'America
Durata mandato 29 marzo 2017 –
20 gennaio 2021
Presidente Donald Trump
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Democratico (fino al 2016)
Repubblicano (dal 2016)
Titolo di studio laurea in economia
Università Georgetown University
Wharton School of the University of Pennsylvania
Professione imprenditrice, modella
Ivanka Trump
Ivanka Trump arrives at the Capitol for the 58th Presidential Inauguration.jpg
Misure96-66-91
Taglia2D reggipetto - 42 gonna/pantaloni (UE) - 32D reggipetto - 6/S gonna/pantaloni (US)
Occhimarroni
Capellibiondi

Ivanka Trump, all'anagrafe Ivana Marie Trump (New York, 30 ottobre 1981), è un'imprenditrice, modella e personaggio televisivo statunitense, figlia del 45º Presidente degli Stati Uniti d'America Donald Trump (anche imprenditore e proprietario della Trump Organization) e della ex-modella Ivana Trump.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ivanka Trump è la figlia di Donald Trump e Ivana Trump, quindi sorella del primogenito Donald e del terzogenito Eric Trump. Inoltre è sorella, da lato di padre, di Tiffany Trump (figlia di Donald Trump e Marla Maples) e di Barron William Trump (figlio di Donald Trump e Melania Knauss). Il nomignolo ceco Ivanka sostituisce Ivana, suo vero nome[1] e della madre. La Trump ha frequentato la Chapin School a New York e si è diplomata al Choate Rosemary Hall a Wallingford, Connecticut. Dopo aver frequentato per due anni la Georgetown University, Ivanka si è poi trasferita alla Wharton School of Business della University of Pennsylvania, laureandosi con lode (nel 2004) in Economia[2][3][4].

Attività da modella[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1997 la Trump è anche una modella di fama internazionale[5]: a quel tempo, infatti, risale il suo esordio come ragazza copertina (in quell'occasione per il magazine Seventeen). Successivamente è stata cover girl per Forbes, Golf Magazine, Avenue Magazine, Elle Mexico, Stuff, Harper's Bazaar, Page Six e Philadelphia Style. Ivanka è stata inoltre modella per le sfilate di Versace, Marc Bouwer e Thierry Mugler, e testimonial per le campagne pubblicitarie di Tommy Hilfiger e Jeans Sassoon.

Attività nella moda[modifica | modifica wikitesto]

Prima di entrare nell'azienda di famiglia, la Trump ha lavorato per Forest City Enterprises[6]. Unendo le forze con Dynamic Diamond Corp. (corporation di proprietà della Diamond Trading Company, a sua volta posseduta dalla De Beers), Ivanka ha creato una linea di gioielleria e il primo punto vendita del marchio Ivanka Trump Collection (situato a New York sulla Madison Avenue e poi trasferito in Mercer Street) è stato chiamato come la fondatrice, ovvero Ivanka Trump. In seguito ha creato anche una linea di scarpe e una di borse, seguite poi da una linea di abbigliamento.[7] È stata a lungo Vicepresidente della Trump Organization, ovvero dell'azienda di famiglia, incarico che, con l'elezione del padre Donald alla presidenza degli Stati Uniti, ha poi abbandonato per diventare sua consigliera alla Casa Bianca.

Attività in televisione[modifica | modifica wikitesto]

Insieme al fratello Donald jr. partecipa come giudice al reality The Apprentice dal 2004, prodotto e presentato dal padre Donald e trasmesso dalla NBC. Ivanka Trump ha anche scritto un libro intitolato The Trump Card, pubblicato negli Stati Uniti nell'ottobre 2009: il libro è stato pubblicato, con il titolo Trump Card, in Italia (nel 2010) da Etas ed è stato tradotto da Roberto Merlini. Nel maggio 2017 ha pubblicato il suo secondo libro, Women who Work: Rewriting the Rules for Success.

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 agosto 2020, Ivanka Trump ha presentato suo padre alla Convention nazionale repubblicana e sul prato davanti alla Casa Bianca lo ha invitato ad accettare la nomina del partito davanti a una folla di 1.500 sostenitori tra cui c'erano i suoi fratelli e il vicepresidente Mike Pence.[8] In precedenza, ha chiarito in un intervento di 18 minuti le idee e i programmi sostanziali che aveva supervisionato nel suo mandato di "First Daughter" e consulente.[9]

Il 6 gennaio 2021, durante la rivolta al Campidoglio degli Stati Uniti, ha twittato una richiesta di comportamento "pacifico" in cui si rivolgeva ai rivoltosi chiamandoli "patrioti americani". Pochi minuti dopo, ha cancellato il tweet.[10]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 ottobre 2009 ha sposato Jared Kushner; nello stesso anno, si è convertita all'ebraismo. Da Kushner il 17 luglio 2011 ha avuto la figlia Arabella Rose e il 14 ottobre 2013 il figlio Joseph Frederick. Theodore, il terzo figlio, è nato il 27 marzo 2016.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ IvankaTrump, My actual name is Ivana. In Czech, Ivanka is the baby name for Ivana, like Bobby is to Robert. RT @Saluxious Ivanka, how'd you get u r name? (Tweet), su Twitter, 28 dicembre 2010.
  2. ^ Ruth La Ferla. Introducing the Ivanka, The New York Times, 27 dicembre 2007
  3. ^ George Gurley, Trump Power, in Marie Claire.
  4. ^ Lisa DePaulo. Ivanka Trump's Plan For Total World Domination, GQ Magazine, aprile 2007
  5. ^ Ivanka Trump: modella, fotomodella, indossatrice, su fashionmodeldirectory.com.
  6. ^ Stephane Fitch, The Real Apprentices, in forbes.com.
  7. ^ ivankatrump.com
  8. ^ (EN) Chris Sommerfeldt, RNC Night 4: Trump accepts GOP nomination on White House lawn, claims 'Biden is weak', in New York Daily News, 27 agosto 2020.
  9. ^ (EN) Trump promises U.S. 'magnificent legacy' if he's given 2nd term, in The Associated Press, 27 agosto 2020.
  10. ^ (EN) Meg Wagner, Ivanka Trump calls rioters "patriots," then deletes tweet, su CNN, 6 gennaio 2021. URL consultato il 7 gennaio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN90447706 · ISNI (EN0000 0000 6252 4521 · LCCN (ENn2009038599 · GND (DE1133385273 · J9U (ENHE987007407300505171 · NDL (ENJA001261531 · WorldCat Identities (ENlccn-n2009038599