Il terrore di Frankenstein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il terrore di Frankenstein
Ghost.jpg
uno screenshot del trailer del film
Titolo originaleGhost of Frankenstein
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1942
Durata67 min
Dati tecniciB/N
Genereorrore
RegiaErle C. Kenton
SceneggiaturaScott Darling
Casa di produzioneUniversal Pictures
ScenografiaJack Otterson
TruccoJack Pierce
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Doppiaggio originale: 1946

Ridoppiaggio 2004:

Il terrore di Frankenstein (Ghost of Frankenstein), anche noto in Italia come Il fantasma di Frankenstein, è un film horror diretto dal regista Erle C. Kenton nel 1942. Il film ebbe uno straordinario successo di pubblico, nonostante il cattivo giudizio che molti critici gli tributarono nei giornali dell'epoca.[senza fonte] . Nel film successivo Frankenstein contro l'uomo lupo i due interpreti principali si ritrovarono in parti diverse, Bela Lugosi nel ruolo della creatura mentre Lon Chaney Jr. interpretava l'uomo lupo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1901 gli abitanti del villaggio dei Frankenstein sentono di essere vittime di una maledizione e incolpano di tutte le loro sventure il mostro di Frankenstein. Il sindaco del paese acconsente, per placare l'ira popolare, che la popolazione distrugga il castello del barone Frankenstein facendolo saltare in aria con della dinamite. Giunti in loco, gli abitanti si accorgono della presenza di Ygor al castello, miracolosamente sopravvissuto allo scontro precedente con Wolf Frankenstein che gli aveva sparato. Mentre il castello crolla sotto i colpi dei popolani, egli ritrova il mostro nel sotterraneo, liberandolo dal blocco di zolfo dove era incastrato. I due fuggono prima che il maniero esploda del tutto. Ygor decide di portare la creatura, ora molto indebolita, dal secondo figlio del barone creatore del mostro, un rinomato neurochirurgo che risiede nella vicina cittadina di Visaria.

Ludwig, il secondogenito di Henry Frankenstein, prima rifiuta sdegnato ogni richiesta di aiuto di Ygor, ma dopo che gli appare il fantasma del genitore, decide quindi di riparare all'errore del padre e di dare alla creatura un nuovo cervello. L'idea è quella di utilizzare il cervello del dottor Kettering, primo assistente di Ludwig e ucciso dal mostro, ma Ygor si offre volontario per potersi unire alla creatura alla quale è legato. Lo scienziato si rifiuta, ma un suo collega vuole invece farlo, convinto anche dal diabolico Ygor.

Il cervello di Ygor viene così trasferito nel corpo del Mostro, e si rivela subito malvagio e inizia a commettere crimini e omicidi. Alla fine però, dopo essersi confrontato con Ludwing e Erik Ernst, il Mostro, diventato cieco a causa di un effetto collaterale del trapianto di cervello, brucerà vivo nel laboratorio in fiamme.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Locandina colorata del film.

Dopo avere interpretato la creatura in tre film, Boris Karloff non volle tornare ancora nei panni del mostro, e quindi il ruolo fu affidato a Lon Chaney Jr., figlio del grande Lon Chaney, già celebre per il ruolo di Larry Talbot in L'uomo lupo. La regia del film venne affidata dalla produzione a un onesto artigiano del cinema, Erle C. Kenton, che lavorò coadiuvato dallo scenografo Jack Otterson. Come sarà più evidente nei successivi film del ciclo, il mostro è sempre più un oggetto, strumento senza personalità, privo delle sfaccettature e delle sfumature che gli donavano l'interpretazione di Karloff. Il terrore di Frankenstein segnò l'ultima apparizione del mostro come protagonista di un film della serie dei Mostri della Universal. A partire dal successivo film, Frankenstein contro l'uomo lupo (nel quale Lugosi interpreta il mostro di Frankenstein mentre Chaney Jr. riprende il ruolo del licantropo), e in tutte le pellicole restanti della serie Universal, il mostro sarà solo comprimario nel cast insieme a varie altre creature.

A dispetto del fatto che il personaggio di Ygor era stato apparentemente ucciso al termine de Il figlio di Frankenstein, nel film viene rivelato che era stato solo ferito dai colpi sparatigli da Wolf Frankenstein. Inoltre, non viene mai fatta menzione del secondogenito del Dr. Frankenstein originale ne Il figlio di Frankenstein. Ludwig dichiara di aver sempre vissuto nei pressi di Visaria, ma non viene spiegato perché solo Wolf sia stato cresciuto in Inghilterra. Altra incongruenza avviene quando il cervello di Ygor viene trapiantato nel mostro; la creatura inizia a parlare con la voce di Ygor, come se il tono e la conformazione della stessa dipendessero dal cervello e non dalle corde vocali.

Il terrore di Frankenstein fu il film che segnò il definitivo passaggio della serie di Frankenstein (e dei mostri della Universal) nella categoria dei "B-movie", con notevoli riduzioni di budget e scadimento delle sceneggiature.

Il titolo originale del film, The Ghost of Frankeinstein ("il fantasma di Frankenstein"), si riferisce al fatto che nella storia a un certo punto appare il fantasma del Dr. Henry Frankenstein, creatore originale del mostro. Il fantasma è interpretato dallo stesso Cedric Hardwicke, interprete anche di Ludwig, essendo Colin Clive, l'attore originario che aveva interpretato Frankenstein nel primo film del '31, prematuramente scomparso a soli 37 anni qualche anno prima.

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Nell'edizione in DVD della Universal il doppiaggio italiano è completamente rifatto, così come nel Blu-ray Disc della stessa casa. Solo il DVD prodotto dalla Sinister Film contiene ancora il doppiaggio originale.[1] L'edizione italiana originale fu tuttavia privata di alcune scene - probabilmente per censura - che di conseguenza non furono doppiate.[2]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

*Jack Pierce, per realizzare la scena in cui il mostro di Frankenstein emerge dallo zolfo liquefatto, usò un tale strato di trucco che quasi soffocò Lon Chaney Jr.[senza fonte]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I sequel di Frankenstein rivivono in dvd con doppiaggio originale, www.taxidrivers.it. URL consultato il 22 febbraio 2019.
  2. ^ Il citato DVD della Sinister Film presenta il film in sé nella versione originale (sono quindi andati persi i titoli iniziali e finali italiani) sovrapponendo il doppiaggio italiano originale; le parti non doppiate sono sottotitolate.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]