Gothic (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gothic
Gothic Film 1986.png
La celebre scena del "parafulmini umano"
Titolo originale Gothic
Paese di produzione Gran Bretagna
Anno 1986
Durata 83 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere orrore, thriller, erotico
Regia Ken Russell
Sceneggiatura Stephen Volk
Interpreti e personaggi

Gothic è un film del 1986 diretto da Ken Russell.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1816, in una villa sul lago di Ginevra, Lord Byron, Percy Bysshe Shelley, le rispettive amanti e il dottor Polidori, dopo una seduta spiritica durante una notte tempestosa, si sfidano a inventare storie di fantasmi e di incubi fantastici.

Ne nasce una nottata convulsa nella quale si intrecciano la passione per il mistero e il fantastico dei due celebri scrittori romantici, con gli incubi, le perversioni, e le spaventose fantasie dei partecipanti, in un continuo gioco fra realtà e immaginazione.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film fa riferimento a un episodio realmente accaduto. È la stessa Mary Shelley, infatti, ad aver raccontato che dopo una notte trascorsa nella villa di Byron, con Percy Shelley e il medico Polidori, nella quale si svolse una sorta di sfida a inventare storie di fantasmi, suggestionata dai racconti ascoltati e dalla atmosfera tenebrosa della villa, avrebbe tratto da tutto ciò l'ispirazione per il suo celebre romanzo Frankenstein, o il moderno Prometeo. A sua volta anche l'altro ospite della nottata, John Polidori scriverà qualche anno dopo Il vampiro, sembra ispirandosi in qualche modo alla figura dello stesso Byron.

Ken Russell ne ricava un allucinato e traboccante affresco delle angoscianti fantasie degli autori romantici, che si trasforma in una sorta di compendio, talvolta eccessivo[1], delle più tipiche suggestioni dei romanzi gotici dell'epoca. Nel film Mary Shelley sogna la morte dei personaggi maschili: effettivamente le circostanze di morte di Lord Byron, Percy Bysshe Shelley e di Polidori corrispondono a quelle dei personaggi reali (Byron durante la Guerra in Grecia e Shelley per annegamento; Polidori si suicidò). Pare comunque che il sogno premonitore non sia un accadimento, ma soltanto frutto della fantasia di regista e sceneggiatori.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Il vecchio K. Russell gioca in casa, ma, anche per i demeriti di Stephen Volk, autore di un fiacco copione, appare piuttosto spompato e ripetitivo. Consigliabile soltanto ai fan del regista e ai cultori della letteratura fantastica." - Il Morandini 2007

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema