Il magnifico gladiatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il magnifico gladiatore
Paese di produzione Italia
Anno 1964
Durata 92 min
Colore Technicolor
Audio sonoro
Genere epico, storico, avventura
Regia Alfonso Brescia
Soggetto Alfonso Brescia
Sceneggiatura Alfonso Brescia
Produttore Anacleto Fortini
Casa di produzione Seven Film
Distribuzione (Italia) Regionale
Fotografia Pier Ludovico Pavoni
Montaggio Nella Nannuzzi
Musiche Marcello Giombini
Scenografia Pier Vittorio Marchi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il magnifico gladiatore è un film peplum del 1964 di Alfonso Brescia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il figlio del re dei Daci Ercole viene fatto prigioniero dai romani. L'imperatore Gallieno, in rispetto del suo valore gli risparmia la vita e lo nomina istruttore e tutore dei gladiatori. La bella Velida, figlia di Gallieno, si innamora di lui e fa ingelosire Zuddo, capo delle guardie pretoriane, che è costretto a partire per la Dacia in cui si battaglia. Zuddo ritorna a Roma prima del previsto, portando con sé un uomo di nome Astolfo, molto somigliante all'imperatore. Zuddo riesce a scambiare l'imperatore con il sosia e a far ricadere la colpa su Ercole. In soccorso di Ercole giunge il pastore ciociaro Drusio, che riesce a liberare l'eroe dalla prigione e gli chiede di guidare una rivolta contro Zuddo, che nel frattempo ha costretto Velida al matrimonio. Alla fine Ercole ha la meglio e riesce a riportare Gallieno sul trono, per ringraziarlo l'imperatore gli rende la libertà e la mano della figlia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema