Il conquistatore di Atlantide

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il conquistatore di Atlantide
Titolo originaleIl conquistatore di Atlantide
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia, Egitto
Anno1965
Durata93 min
Rapporto2,35 : 1
Genereepico, drammatico, fantastico, fantascienza, avventura
RegiaAlfonso Brescia
SoggettoAlfonso Brescia
SceneggiaturaAlfonso Brescia, Franco Cobianchi
ProduttoreAlberto Chimenz, Geo Agliani e Pier Ludovico Pavoni
Casa di produzioneCopro Film, Doina Cine, PCA
Distribuzione (Italia)Indipendenti Regionali
FotografiaFausto Rossi
MontaggioNella Nannuzzi
MusicheUgo Filippini
ScenografiaMario Giorsi
CostumiMario Giorsi
Interpreti e personaggi

Il conquistatore di Atlantide è un film del 1965, diretto da Alfonso Brescia. È una coproduzione italo-egiziana e rientra nel filone del peplum fanta-mitologico, popolare all'epoca.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tante avventure per Ercole: questa volta l'eroe greco naufraga sulle coste dell'Africa e viene salvato dalla bella Virna e accolto da alcuni sceicchi.
Insieme a loro deve combattere le Ombre, mercenari di due potenti re sopravvissuti dalla distruzione della mitica Atlantide.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

« Sull'esile canovaccio dell'eroe che per caso capita al centro dell'avventura, Alfonso Brescia rispolvera l'intramontabile mito di Atlantide, che all'inizio degli anni '60 aveva già stimolato - con esiti senza dubbio più interessanti - la fantasia di George Pal (Atlantide, continente perduto), Edgard G. Ulmer (Antinea, l'amante della città sepolta) e di Vittorio Cottafavi (Ercole alla conquista di Atlantide). »

(Fantafilm[1])

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bruno Lattanzi e Fabio De Angelis (a cura di), Il conquistatore di Atlantide, in Fantafilm. URL consultato il 9 aprile 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema