Amori, letti e tradimenti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Amori, letti e tradimenti
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1976
Durata90 min
Generecommedia
RegiaAlfonso Brescia
SoggettoMauro Righi
SceneggiaturaMauro Righi
ProduttoreMauro Righi
Produttore esecutivoMauro Righi
Casa di produzioneAlexandra Cinematografica Internazionale
Distribuzione (Italia)Indipendenti Regionali
FotografiaGiuseppe Aquari
MontaggioVincenzo Vanni
MusicheSante Maria Romitelli
ScenografiaElena De Cupis
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Amori, letti e tradimenti è un film del 1976 diretto da Alfonso Brescia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Roma. Mordacchia, un industriale lombardo interessato a un fondo agricolo, è ostacolato nei suoi interessi dalla cocciutaggine di Baldo, un contadino che è anche il proprietario del suddetto terreno e che non intende cederlo per nessuna ragione. L'industriale, cerca di entrare nella psicologia di Baldo, cercando con lui una trattativa, in quanto deciso a non darsi per vinto e infine Mordacchia arriva a un compromesso: Baldo ha il permesso di venire a vivere nella residenza benestante di Mordacchia in cambio della cessione della sua proprietà.
Mordacchia però inconsapevole di quanto gli sta per accadere, è all'oscuro del fatto che Baldo, una volta entrato nella vita e nella casa dell'industriale, avrà anche trattamenti di favore in cambio di incontri sessuali con Greta e Paola, rispettivamente moglie e figlia di Mordacchia. La confidenza delle due donne darà a Baldo anche lo spunto per mettere Mordacchia definitivamente in un ruolo da non potere più nuocere nei suoi riguardi. Baldo rivela a Mordacchia che gioca a scopa con Bastiano, vincendo sempre. Mordacchia, grande fan di questo gioco, tira subito fuori le carte. Iniziano a giocare e Baldo vince sempre. Vittima del gioco, Mordacchia pone sul tavolo una esagerata quantità di milioni in mazzette di banca; Baldo vince tutti i beni del commendatore. La conclusione è che il terreno acquisito costa a Mordacchia l'intrusione di Baldo, ormai proprietario della villa e altri beni, come amante della moglie e della figlia ma soprattutto, per la vincita al gioco, come nuovo socio d'affari.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema