Il disordine (film 1962)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il disordine
Titolo originale Il disordine
Paese di produzione Italia, Francia
Anno 1962
Durata 95 min
Dati tecnici B/N
Genere drammatico
Regia Franco Brusati
Soggetto Franco Brusati
Sceneggiatura Franco Brusati, Francesco Ghedini
Produttore Titanus - Societè Nouvelle Pathè Cinema
Distribuzione (Italia) Titanus
Fotografia Leonida Barboni
Montaggio Ruggero Mastroianni
Musiche Mario Nascimbene
Scenografia Mario Garbuglia
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il disordine è un film del 1962, diretto dal regista Franco Brusati.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mario, un giovane alla ricerca di un lavoro per aiutare la madre malata, incontra diversi personaggi della borghesia di Milano. Isabella, una giovane borghese preda di una crisi isterica a causa del padre morente che non vuole vederla nonostante la ragazza stia tentando una riconciliazione con lui. Bruno, amico d'infanzia divenuto ricco e cinico. Andrea e Mali, coppia in crisi, non vogliono lasciare solo Tom, appena abbandonato dall'amante. Mali finisce a letto con Tom, provocando la rabbia di Andrea che decide di rompere con Mali. Uscendo Andrea vede arrivare l'amante di Tom che si rivela essere Bruno. Don Giuseppe, un prete disposto ad aiutare il ragazzo e la madre ma ben presto si scopre che ha abbandonato la tonaca e ospita una fauna variegata di persone a casa sua. Nonostante lo scontro Don Giuseppe vende la sua casa e invia il ricavato alla madre di Mario.

Premi e Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

L'attore Georges Wilson è stato premiato al San Francisco International Film Festival con il Golden Gate Award come miglior attore non protagonista.


Critica[modifica | modifica wikitesto]

«tentativo estetizzante, ellittico e diseguale, di fare una Dolce vita alla milanese»[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paolo Mereghetti, Dizionario dei film, ed. 1994.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema