Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

IAAF Golden League 2009

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La IAAF Golden League 2009 è stata la dodicesima edizione della IAAF Golden League, circuito di meeting internazionali di atletica leggera organizzato dalla IAAF con cadenza annuale; è stata anche l'ultima, in quanto la Golden League sarà sostituita dalla Diamond League a partire dal 2010.[1][2][3]
Svoltasi nel periodo fra giugno e settembre, ha visto la presenza di sei meeting, tutti nel continente europeo[4], all'interno dei quali - come di consuetudine - si sono svolte, assieme ad altre competizioni, le cinque specialità maschili e le cinque femminili valide per la conquista del jackpot, appannaggio degli atleti vincitori della stessa specialità in ognuna delle sei tappe della manifestazione.[5] Tre atleti sono riusciti nell'impresa: l'etiope Kenenisa Bekele nei 5000 m, la statunitense Sanya Richards nei 400 m e l'astista russa Elena Isinbaeva[6] la quale – nel corso della quinta tappa – ha anche stabilito un nuovo record del mondo.

Le tappe[modifica | modifica wikitesto]

Sedi dei meeting della ÅF Golden League 2009

I sei meeting in programma si sono svolti nel periodo fra il 14 giugno e il 4 settembre 2009 in sei differenti città europee.[4]

# Meeting Sede Paese Data Resoconto
1 Internationales Stadionfest Coat of arms of Berlin.svg Berlino Germania Germania 14 giugno resoconto
2 Bislett Games Oslo komm.svg Oslo Norvegia Norvegia 3 luglio resoconto
3 Golden Gala Roma-Stemma.png Roma Italia Italia 10 luglio resoconto
4 Meeting Areva Blason de Saint-Denis.svg Parigi - Saint-Denis Francia Francia 17 luglio resoconto
5 Weltklasse Zürich Zurich-coat of arms.svg Zurigo Svizzera Svizzera 28 agosto resoconto
6 Memorial Van Damme Coat of Arms of Brussels.svg Bruxelles Belgio Belgio 4 settembre resoconto

Gli eventi[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene in ogni meeting siano state organizzate varie competizioni, non tutte erano valide per il conseguimento del jackpot finale. Per l'anno 2009, infatti, le cinque specialità maschili e femminili sono state le seguenti:[5]

# Uomini Donne
1 100 m 100 m
2 400 m 400 m
3 110 m hs 100 m hs
4 3000 m / 5000 m Salto in alto
5 Tiro del giavellotto Salto con l'asta

Il jackpot[modifica | modifica wikitesto]

Il jackpot di un milione di dollari è stato assegnato a quegli atleti che hanno vinto la loro specialità in tutti i sei meeting della manifestazione. In caso di più atleti con sei vittorie, come poi è effettivamente accaduto, il montepremi sarebbe stato diviso in parti eguali fra gli stessi. Nel caso nessun atleta avesse vinto tutte le sei prove in programma, un jackpot ridotto della metà sarebbe stato assegnato agli atleti con cinque vittorie.
Condizione necessaria per aver diritto alla riscossione del jackpot era la partecipazione alle World Athletics Final 2009.[5]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito sono indicati i vincitori delle gare di ognuno dei sei meeting della manifestazione.[7]

Uomini[modifica | modifica wikitesto]

Specialità ISTAF
Germania Berlino
Bislett Games
Norvegia Oslo
Golden Gala
Italia Roma
Meeting Areva
Francia Parigi - Saint-Denis
Weltklasse
Svizzera Zurigo
Memorial Van Damme
Belgio Bruxelles
100 m Antigua e Barbuda Daniel Bailey
10"03
Giamaica Asafa Powell
10"07
Stati Uniti Tyson Gay
9"77
Giamaica Usain Bolt
9"79
Giamaica Usain Bolt
9"81
Giamaica Asafa Powell
9"90
200 m Giamaica Usain Bolt
19"57
400 m Bahamas Chris Brown
45"61
Trinidad e Tobago Renny Quow
45"18
Bahamas Chris Brown
44"81
Stati Uniti Jeremy Wariner
45"28
Stati Uniti LaShawn Merritt
44"21
Stati Uniti Jeremy Wariner
44"95
800 m Russia Jurij Borzakovskij
1'44"42
Kenya Alfred Kirwa Yego
1'45"23
Sudan Ismail Ahmed Ismail
1'45"85
Kenya David Lekuta Rudisha
1'43"52
Kenya David Lekuta Rudisha
1'45"80
1500 m Kenya Augustine Choge
3'29"47
Kenya Collins Cheboi
3'36"24
Kenya Asbel Kiprop
3'31"20
Kenya Augustine Choge
3'33"38
Miglio Etiopia Deresse Mekonnen
3'48"95
3000 m /
5000 m
Kenya Richard Bartale
7'50"58
Etiopia Kenenisa Bekele
7'28"64
Etiopia Kenenisa Bekele
13'00"76
Etiopia Kenenisa Bekele
13'04"87
Etiopia Kenenisa Bekele
12'56"23
Etiopia Kenenisa Bekele
12'52"32
Etiopia Kenenisa Bekele
12'55"31
110 m hs Stati Uniti Dexter Faulk
13"18
Stati Uniti Antwon Hicks
13"41
Cuba Dayron Robles
13"17
Stati Uniti Dexter Faulk
13"14
Giamaica Dwight Thomas
13"16
Bahamas Ryan Brathwaite
13"30
400 m hs Stati Uniti Kerron Clement
48"09
3000 metri siepi Francia Mahiedine Mekhissi
Benabbad
8'13"23
Kenya Ezekiel Kemboi
8'04"44
Kenya Paul Kipsiele Koech
8'04"05
Salto in lungo Sudafrica Godfrey Khotso
Mokoena
8,33 m
Stati Uniti Dwight Phillips
8,61 m
Salto triplo Regno Unito Phillips Idowu
17,17 m
Portogallo Nelson Évora
17,38 m
Salto con l'asta Francia Renaud Lavillenie
5,70 m
Lancio del disco Estonia Gerd Kanter
67,88 m
Tiro del giavellotto Finlandia Tero Pitkämäki
86,53 m
Finlandia Tero Pitkämäki
84,63 m
Norvegia Andreas Thorkildsen
87,46 m
Norvegia Andreas Thorkildsen
88,03 m
Norvegia Andreas Thorkildsen
91,28 m
Finlandia Tero Pitkämäki
86,23 m
Staffetta 4×100 m Regno Unito Gran Bretagna
38"52
Giamaica Giamaica
37"70
Staffetta 4×1500 m - Kenya Kenya
14'36"23 Record mondiale

In grassetto le specialità valide per il jackpot

██ Atleti vincitori del jackpot

██ Atleti che sono stati in lizza per la vittoria del jackpot

Donne[modifica | modifica wikitesto]

Specialità ISTAF
Germania Berlino
Bislett Games
Norvegia Oslo
Golden Gala
Italia Roma
Meeting Areva
Francia Parigi - Saint-Denis
Weltklasse
Svizzera Zurigo
Memorial Van Damme
Belgio Bruxelles
100 m Giamaica Kerron Stewart
11"00
Giamaica Kerron Stewart
10"99
Giamaica Kerron Stewart
10"75
Giamaica Kerron Stewart
10"99
Stati Uniti Carmelita Jeter
10"86
Stati Uniti Carmelita Jeter
10"88
400 m Stati Uniti Sanya Richards
49"57
Stati Uniti Sanya Richards
49"23
Stati Uniti Sanya Richards
49"46
Stati Uniti Sanya Richards
49"34
Stati Uniti Sanya Richards
48"94
Stati Uniti Sanya Richards
48"83
800 m Regno Unito Claire Gibson
2'01"42
Stati Uniti Maggie Vessey
2'00"13
Stati Uniti Anna Willard
1'58"80
Stati Uniti Anna Willard
1'59"14
1500 m Bahrein Maryam Yusuf Jamal
3'56"55
Bahrein Maryam Yusuf Jamal
3'59'15
2000 m Etiopia Gelete Burka
5'30"19
5000 m Etiopia Meseret Defar
14'36"38
100 m hs Stati Uniti Damu Cherry
12"76
Stati Uniti Damu Cherry
12"68
Stati Uniti Dawn Harper
12"55
Stati Uniti Dawn Harper
12"68
Giamaica Brigitte Foster-Hylton
12"46
Giamaica Brigitte Foster-Hylton
12"48
400 m hs Polonia Anna Jesien
54"31
Polonia Anna Jesien
54"37
3000 m siepi Kenya Ruth Bosibori
9'18"65
Russia Gul'nara Samitova-Galkina
9'11"58
Salto in alto Germania Ariane Friedrich
2,06 m
Croazia Blanka Vlašić
2,00 m
Italia Antonietta Di Martino
2,00 m
Croazia Blanka Vlašić
1,99 m
Croazia Blanka Vlašić
2,01 m
Croazia Blanka Vlašić
2,00 m
Salto con l'asta Russia Elena Isinbaeva
4,83 m
Russia Elena Isinbaeva
4,71 m
Russia Elena Isinbaeva
4,85 m
Russia Elena Isinbaeva
4,65 m
Russia Elena Isinbaeva
5,06 m Record mondiale
Russia Elena Isinbaeva
4,70 m
Salto triplo Sudan Yamilé Aldama
14,27 m
Getto del peso Germania Nadine Kleinert
19,39 m
Staffetta 4×100 m Regno Unito Gran Bretagna
43"18

In grassetto le specialità valide per il jackpot

██ Atlete vincitrici del jackpot

██ Atlete che sono state in lizza per la vittoria del jackpot

Vincitori[modifica | modifica wikitesto]

I tre atleti in grado di aggiudicarsi tutte le sei tappe della manifestazione si sono divisi il jackpot di un milione di dollari.[6]

Atleta Nazionalità Specialità Vittorie Premio ($)
Kenenisa Bekele (2) Etiopia Etiopia 3000 m / 5000 m 6 333.333
Sanya Richards (3) Stati Uniti Stati Uniti 400 m 6
Elena Isinbaeva (2) Russia Russia Salto con l'asta 6

Nessuno dei tre atleti è al primo successo: Kenenisa Bekele bissa il successo del 2006 (dove però aveva vinto solo in 5 meeting su 6), Elena Isinbaeva quello del 2007, mentre Sanya Richards - al terzo successo - aveva vinto in entrambe le edizioni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gianni Merlo, L' atletica diverrà più ricca. Dall' oro ai diamanti nel 2010, La Gazzetta dello Sport, gazzetta.it, 03-03-2009. URL consultato il 31-08-2009.
  2. ^ (ENFR) IAAF to launch global Diamond League of 1 Day Meetings, IAAF.org, 02-03-2009. URL consultato il 31-08-2009.
  3. ^ (EN) IAAF Diamond League – All the events, all around the World, IAAF.org, 02-03-2009. URL consultato il 31-08-2009.
  4. ^ a b (EN) Golden League 2009 - Timetable, IAAF.org, 2009. URL consultato il 31-08-2009.
  5. ^ a b c (EN) Jackpot Structure 2009, IAAF.org, 2009. URL consultato il 31-08-2009.
  6. ^ a b (EN) Chris Turner, Trio triumphs; Bolt dazzles in the damp, iaaf.org, 04-09-2009. URL consultato il 04-09-2009.
  7. ^ (EN) Golden League 2009 - Results, iaaf.org, 2009. URL consultato il 02-09-2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

atletica leggera Portale Atletica leggera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di atletica leggera