Hachim Mastour

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Hachim Mastour
Hachim Mastour crop.jpg
Mastour con il Milan nel 2014
Nazionalità Italia Italia
Marocco Marocco
Altezza 175 cm
Peso 67 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, attaccante
Squadra Renaissance Zemamra
Carriera
Giovanili
2006-2008non conosciuta Reggio Calcio
2008-2012Reggiana
2012-2015Milan
Squadre di club1
2013-2015Milan0 (0)
2015-2016Malaga1 (0)
2016-2017PEC Zwolle5 (0)
2017-2018Milan0 (0)
2018-2019Lamia4 (0)
2019-2021Reggina10 (0)
2021Carpi10 (1)
2022-Renaissance Zemamra3 (1)
Nazionale
2013-2014Italia Italia U-166 (1)
2015Marocco Marocco1 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 26 settembre 2022

Hachim Mastour (Reggio Emilia, 14 giugno 1998) è un calciatore marocchino con cittadinanza italiana, centrocampista o attaccante del Renaissance Zemamra.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore duttile, può essere impiegato in vari ruoli offensivi: seconda punta, esterno oppure trequartista.[1] Abile nel dribbling,[1] si distingue anche per il controllo di palla.[1][2][3][4][5]

Nel 2015 The Guardian lo ha inserito tra i 50 migliori calciatori nati nel 1998.[6][7][8]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Milan e prestiti a Málaga e Zwolle[modifica | modifica wikitesto]

Durante il periodo alla Reggiana nelle giovanili si impone come uno dei migliori talenti del calcio italiano, dall'età dai dieci a quattordici mette insieme 211 reti in 125 partite.

Il Milan lo acquista nel 2012,[9] vincendo la concorrenza dell'Inter e del Manchester United versando nelle casse reggiane la cifra di 2,5 milioni di euro, rendendolo il quattordicenne più pagato della storia del calcio.[10] Nella prima stagione rossonera risulta essere uno dei migliori della sua squadra giovanile, chiudendo con 27 reti in 32 partite, tanto da venire aggregato dopo la prima stagione alla formazione primavera, all'età di 15 anni. Durante il campionato Primavera 2013-2014 si conferma su grandissimi livelli con 21 reti in 26 partite, venendo nominato miglior centrocampista della stagione. L'anno successivo è ancora migliore con 22 reti in 25 partite, tanto che durante il mese di gennaio 2015 il Real Madrid offre 15 milioni di euro che verranno rifiutati dai rossoneri.

Pur venendo aggregato alla prima squadra già a 16 anni,[11][12][13] non esordisce in partite ufficiali e subirà ben quattordici multe dalla società per vari ritardi duranti gli allenamenti della primavera.[14] Nell'estate 2015 viene ceduto in prestito al Málaga:[15][16] la minore età al momento della trattativa ne ritarda il debutto professionistico,[17] che avviene il 7 novembre nella partita del campionato spagnolo contro il Betis Siviglia.[18] Poche settimane dopo l'arrivo nel nuovo club decide di sua volontà di non presentarsi più agli allenamenti volendo tornare a Milano. Viene multato dalla società spagnola e da quella milanese.

Fa ritorno ai rossoneri dopo un solo anno,[19] venendo poi girato allo Zwolle.[20] Qua l'esperienza è ancora più negativa col calciatore che salterà sempre più allenamenti a causa di vicende extra-calcistiche. Il 30 gennaio viene multato dalla società olandese per aver danneggiato lo spogliatoio della squadra giovanile, il giocatore pur restando sotto contratto con gli olandesi farà ritorno anticipatamente a Milano,[21] dove resta per l'anno successivo. Nonostante un iniziale miglioramento caratteriale non trova però mai minutaggio, questo lo porterà a non presentarsi a moltissimi allenamenti durante il campionato, venendo più volte multato dalla società.[22] Al termine del contratto, il 30 giugno 2018 Mastour resta svincolato.

Lamia[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 settembre 2018 sigla un contratto con il Lamia, club della massima serie greca.[23] Il 24 settembre seguente debutta in campionato contro il Panaitōlikos, entrando in campo a mezz'ora dal termine e fallendo il rigore del possibile pareggio al 99º,[24] che comunque avviene - dopo la respinta del portiere avversario - grazie ad Adejo che così firma la rete del Lamia per il 2-2 finale. Il 12 marzo 2019 la società comunica la rescissione del contratto dopo che il calciatore era rimasto coinvolto in una rissa con degli sconosciuti fuori dalla discoteca.[25] Nel mese di giugno il calciatore è costretto a pagare altre multe ai greci a causa di viaggi svolti nel mese di ottobre precedente, in cui tornava in Italia per accertamenti clinici senza avvisare il club.

Reggina e prestito al Carpi[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 ottobre 2019 firma un contratto triennale con la Reggina. Il 22 gennaio 2020 fa il suo esordio in campionato nella gara Reggina-Virtus Francavilla. Il 26 settembre 2020, a 22 anni, esordisce da subentrato in Serie B nella prima partita di campionato contro la Salernitana, terminata 1-1. Gioca la sua prima partita da titolare il 27 ottobre 2020, nella gara di Coppa Italia contro il Bologna, persa 2-0.

Il 14 gennaio 2021 viene ceduto in prestito al Carpi.[26][27] Debutta con la maglia biancorossa il 17 gennaio nella partita vinta 4-2 ai danni del Ravenna. Segna il suo primo gol nei professionisti il 24 gennaio nella sfida persa 5-1 dal Carpi in trasferta contro la Sambenedettese.

A fine prestito fa ritorno alla Reggina, con cui risolve il proprio contratto il 26 luglio 2021.[28]

L'anno successivo effettua vari provini, tra cui quelli non superati con Como, Brescia e Monza, mentre i due superati con Modena e Vibonese poi non portano ad un contratto a causa di elevate richieste economiche del calciatore che resta svincolato per l'intera stagione.

Renaissance Zemamra[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 giugno 2022 il Renaissance Zemamra, squadra marocchina militante nella Botola 2, la seconda divisione nazionale, ufficializza il suo ingaggio per la stagione 2022-2023, andando subito in gol all'esordio.[29]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

È il più giovane esordiente nella storia della nazionale marocchina,[30] avendo debuttato il 12 giugno 2015 (contro la Libia) a 16 anni e 362 giorni.[31][32][33]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 12 settembre 2022.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2013-2014 Italia Milan A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
2014-2015 A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
2015-2016 Spagna Málaga PD 1 0 CR 0 0 - - - - - - 1 0
2016-2017 Paesi Bassi PEC Zwolle ED 5 0 CO 1 0 - - - - - - 6 0
2017-2018 Italia Milan A 0 0 CI 0 0 UEL[34] - - - - - 0 0
Totale Milan 0 0 0 0 - - - - 0 0
2018-mar. 2019 Grecia Lamia SL 4 0 CG 2 0 - - - - - - 6 0
ott. 2019-2020 Italia Reggina C 1 0 CI-C 0 0 - - - - - - 1 0
2020-gen. 2021 B 9 0 CI 2 0 - - - - - - 11 0
Totale Reggina 10 0 2 0 - - - - 12 0
gen.-giu. 2021 Italia Carpi C 10 1 CI 0 0 - - - - - - 10 1
2022-2023 Marocco Renaissance Zemamra B2 3 1 CT 0 0 - - - - - - 3 1
Totale carriera 33 2 5 0 - - - - 38 2

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Marocco
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
12-6-2015 Agadir Marocco Marocco 1 – 0 Libia Libia Qual. Coppa d'Africa 2017 - Ingresso al 90’ 90’
Totale Presenze 1 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Reggina: 2019-2020 (girone C)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Ivano Pasqualino, Tra gol e freestyle: ecco Mastour, il futuro talento del Milan, su video.repubblica.it, 15 maggio 2014.
  2. ^ Fabiana Della Valle, Milan, Mastour tra freestyle e joga bonito. Sul web è già un fenomeno, su gazzetta.it, 15 maggio 2014.
  3. ^ (EN) Marcus Christenson, Hachim Mastour: Milan's 15-year-old wonderkid with the world at his feet, su theguardian.com, 16 maggio 2014.
  4. ^ Marco Pasotto, Milan, Mastour e i suoi fratelli: ecco i talenti d'oro, su gazzetta.it, 31 luglio 2014.
  5. ^ Carlo Laudisa, Milan, Paolillo contro Raiola: "Mastour è famoso per il talento, non per i tweet", su gazzetta.it, 31 gennaio 2015.
  6. ^ (EN) Next Generation 2015: 50 of the best young talents in world football, su theguardian.com, 7 ottobre 2015.
  7. ^ (ES) Next generation 2015: 50 de los mejores talentos jóvenes en el mundo del fútbol, su theguardian.com, 7 ottobre 2015.
  8. ^ Calcio, i 50 talenti del futuro: due sono italiani, su repubblica.it, 7 ottobre 2015.
  9. ^ Walter Magnani, Mastour, lo blocca l’Inter ma è destinato al Milan, su gazzettadireggio.gelocal.it, 27 maggio 2012.
  10. ^ Milan, le buone notizie le porta un 14enne: Hachim Mastour, su sport.sky.it, 16 ottobre 2012.
  11. ^ Gaetano De Stefano, Milan, Seedorf: "Le parole di Berlusconi? Per me non è cambiato nulla", su gazzetta.it, 17 maggio 2014.
  12. ^ Milan, Mastour da pazzi in Primavera: gol con la “ruleta” al Sassuolo, su gazzetta.it, 29 ottobre 2014.
  13. ^ Real Madrid, c'è Mastour nel mirino: ora prova a sfilarlo al Milan, su gazzetta.it, 23 gennaio 2015.
  14. ^ Christian Pradelli, Milan, Mastour è rientrato, ma Inzaghi lo vede poco: tornerà in Primavera?, su gazzetta.it, 23 aprile 2015.
  15. ^ Reggiana, l'ex Hachim Mastour al Malaga, su gazzettadireggio.gelocal.it, 31 agosto 2015.
  16. ^ Mastour vola in Spagna: il Milan lo presta al Malaga, su gazzetta.it, 31 agosto 2015.
  17. ^ Francesco Oddi, Malaga, risolto il caso Mastour: ora l'ex milanista può giocare in Liga, su gazzetta.it, 23 ottobre 2015.
  18. ^ Milan, il baby Mastour fatica al Malaga: ecco la sua situazione, su corrieredellosport.it, 9 gennaio 2016.
  19. ^ Francesco Oddi, Milan, torna Hachim Mastour: il Malaga rinuncia al secondo anno di prestito, su gazzetta.it, 7 luglio 2016.
  20. ^ Hachim Mastour in prestito allo Zwolle, è ufficiale: il Milan non ci crede più, su gazzetta.it, 15 luglio 2016.
  21. ^ Marco Fallisi, Mercato: Niang, Ranocchia, Doumbia, Mastour e... Ecco chi torna dai prestiti, su gazzetta.it, 23 maggio 2017.
  22. ^ Europa League, Milan, ecco la lista Uefa: ci sono anche Sosa e Paletta, su gazzetta.it, 2 settembre 2017.
  23. ^ (EL) Ο Χακίμ Μαστούρ στον ΠΑΣ Λαμία - ΠΑΕ ΠΑΣ Λαμία 1964, su lamia1964.gr, 4 settembre 2018. URL consultato il 4 settembre 2018.
  24. ^ Panaitolikos 2-2 Lamia, soccerway.com.
  25. ^ (EL) Συναινετική λύση συμβολαίου (12/03/2019), su epo.gr.
  26. ^ Hachim Mastour ceduto in prestito al Carpi FC, su reggina1914.it, 14 gennaio 2021. URL consultato il 15 gennaio 2021.
  27. ^ Mercato: Ufficiale l'arrivo di Hachim Mastour in prestito dalla Reggina, su carpifc.com, 14 gennaio 2021. URL consultato il 14 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 14 gennaio 2021).
  28. ^ Risoluzione Hachim Mastour, su reggina1914.it, 26 luglio 2021. URL consultato il 26 luglio 2021.
  29. ^ MERCATO: ANNONCÉ COMME UN PHÉNOMÈNE, HACHIM MASTOUR RETROUVE UN CLUB EN D2 MAROCAINE, su rmcsport.bfmtv.com.
  30. ^ Francesco Oddi, Mastour, il Marocco chiama: convocato dalla Nazionale maggiore a 16 anni, su gazzetta.it, 18 maggio 2015.
  31. ^ Mastour sceglie il Marocco. No all'Italia, chiude all'azzurro, su gazzetta.it, 30 maggio 2015.
  32. ^ (FR) Maroc: Hachim Mastour, plus jeune international des Lions de l'Atlas, su afriquefoot.rfi.fr, 12 giugno 2015. URL consultato l'11 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2015).
  33. ^ (FR) MASTOUR, LE PLUS JEUNE JOUEUR DE L'HISTOIRE DU MAROC, su sofoot.com, 13 giugno 2015.
  34. ^ Non inserito nella lista UEFA.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]