Glen Powell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Glen Powell nel 2016

Glen Thomas Powell Jr. (Austin, 21 ottobre 1988) è un attore statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto a Austin, Texas, figlio di Cindy Powell e Glen Thomas Powell Sr., ha una sorella maggiore, Lauren, e una sorella minore, Leslie. Si è diplomato alla Westwood High School. Prima di trasferirsi a Los Angeles, ha studiato presso l'Università del Texas a Austin, laureandosi in radio, televisione e cinema. Inizia a recitare in teatro, esibendosi in produzioni di The Music Man, Oliver! e The Sound of Music. Debutta al cinema nel 2003 con un ruolo in Missione 3D - Game Over di Robert Rodriguez, successivamente partecipa a varie produzioni televisive, tra cui Jack & Bobby, Senza traccia e CSI: Miami. Ha recitato nei film The Wendell Baker Story e Jumping Off Bridges, dove oltre come attore ha lavorato anche come stuntman. Nel 2007 viene diretto da Denzel Washington in The Great Debaters - Il potere della parola.

Nel 2012 ottiene un piccolo ruolo ne Il cavaliere oscuro - Il ritorno, ultimo capitolo della trilogia di Christopher Nolan. Nel 2014 fa parte del nutrito cast del film d'azione I mercenari 3. Nel corso della sua carriera ha scritto e prodotto alcuni cortometraggi. Nel 2015 entra nel cast della nuova serie di Ryan Murphy, Scream Queens, nel ruolo del ricco pervertito Chad Radwell, fidanzato della protagonista della serie interpretata da Emma Roberts. Nel 2016 recita in Tutti vogliono qualcosa di Richard Linklater e interpreta il ruolo dell'astronauta John Glenn nel film Il diritto di contare. Nel 2018 recita insieme a Zoey Deutch nel film Come far perdere la testa al capo.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Glen Powell è stato doppiato da:

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN31146937870913832690 · LCCN (ENno2016087673 · WorldCat Identities (ENno2016-087673