Giuseppe Mazzarelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giuseppe Mazzarelli
Nazionalità Svizzera Svizzera
Altezza 180 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 2005
Carriera
Squadre di club1
1990-1996Zurigo147 (9)
1996Manchester City2 (0)
1997-1999Grasshoppers43 (1)
1999-2000San Gallo36 (3)
2000-2003Bari61 (4)
2004-2005Baden9 (0)
Nazionale
1994-2002Svizzera Svizzera13 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giuseppe Mazzarelli (Uster, 14 agosto 1972) è un ex calciatore svizzero con passaporto italiano, di ruolo difensore.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È il cognato di Kubilay Türkyılmaz.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di emigranti sanniti, precisamente di Cerreto Sannita[2], Mazzarelli ha iniziato la carriera con la maglia del Zurigo, prima di trasferirsi a febbraio 1996 al Manchester City, in prestito fino alla fine del campionato, per dissidi con il tecnico Raimondo Ponte.[1] Dopo essere tornato dal prestito, ha continuato a vestire la maglia del Zurigo, finché non è stato ceduto al Grasshopper e, successivamente, al San Gallo, squadre con le quali ha vinto due campionati nazionali.[2] Durante l'esperienza con il Grasshopper, la Fiorentina si è interessata a lui.[1]

Nell'estate 2000 ha firmato per l'Ancona, ma i dirigenti del club non hanno depositato il suo contratto.[2] Lo svizzero ha così potuto firmare per il Bari, in Serie A. Con i pugliesi ha segnato la prima rete in campionato ai danni del Perugia, mentre la seconda è arrivata contro la Roma, entrambe su calcio di punizione. Retrocesso con il Bari in Serie B nel 2001, (Mazzarelli) ha continuato a giocare per due campionati. Nel 2003 ha lasciato i biancorossi e ha ripreso a giocare nel 2004, firmando un contratto con il Baden, con cui ha chiuso la carriera.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha debuttato con la Svizzera a ventidue anni, convocato dal CT Roy Hodgson. Ha saltato il campionato del mondo 1994 a causa di un infortunio.[1] Dopo il debutto nel '94, gioca la sua seconda gara in Nazionale solo 6 anni più tardi nel 2000, giocando 12 partite tra il 2000 e il 2002, anno della sua ultima apparizione in Nazionale (datata 13 febbraio di quell'anno in amichevole contro l'Ungheria). In totale, ha vestito per 13 volte la casacca della selezione svizzera.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Svizzera
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
6-9-1994 Sion Svizzera Svizzera 1 – 0 Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti Amichevole - Ingresso al 79’ 79’
29-3-2000 Lugano Svizzera Svizzera 2 – 2 Norvegia Norvegia Amichevole -
26-4-2000 Kaiserslautern Germania Germania 1 – 1 Svizzera Svizzera Amichevole -
16-8-2000 San Gallo Svizzera Svizzera 2 – 2 Grecia Grecia Amichevole - Ingresso al 85’ 85’
2-9-2000 Zurigo Svizzera Svizzera 0 – 1 Russia Russia Qual. Mondiali 2002 - Uscita al 72’ 72’
11-10-2000 Lubiana Slovenia Slovenia 2 – 2 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2002 -
15-11-2000 Tunisia Tunisia Tunisia 1 – 1 Svizzera Svizzera Amichevole - Ingresso al 85’ 85’
28-2-2001 Larnaca Svizzera Svizzera 0 – 4 Polonia Polonia Amichevole - Ingresso al 67’ 67’
25-4-2001 Zurigo Svizzera Svizzera 0 – 2 Svezia Svezia Amichevole -
15-8-2001 Vienna Austria Austria 1 – 2 Svizzera Svizzera Amichevole - Ingresso al 66’ 66’
5-9-2001 Lussemburgo Lussemburgo Lussemburgo 0 – 3 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2002 - Ingresso al 67’ 67’
6-10-2001 Mosca Russia Russia 4 – 0 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2002 - Ammonizione al 82’ 82’
13-2-2002 Limassol Ungheria Ungheria 1 – 2 Svizzera Svizzera Amichevole - Ingresso al 46’ 46’ Ammonizione al 70’ 70’
Totale Presenze 13 Reti 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Il Bari si gode Mazzarelli, svizzero senza buchi, La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 29 gennaio 2009.
  2. ^ a b c Mazzarelli, un jolly difensivo per il Bari">, La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 13 giugno 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]