F2i

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
F2i
Fondi Italiani per le Infrastrutture
Società di Gestione del Risparmio S.p.A
Logo
Sede F2i Roma.jpg
StatoItalia Italia
Fondazione23 gennaio 2007
Sede principale
Persone chiave
  • Massimiliano Cesare, Presidente[1]
  • Renato Ravanelli, Amministratore delegato
SettoreFinanziario
Prodottiinvestimenti nel settore delle infrastrutture
Dipendenti15.000 [2] (2019)
Sito web

F2i, acronimo di Fondi Italiani per le Infrastrutture, è una Società di Gestione del Risparmio italiana (F2i SGR S.p.A.). È il maggiore gestore indipendente italiano di fondi infrastrutturali, con asset under management per circa 5 miliardi di euro[3][4].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

F2i nasce il 23 gennaio 2007 su iniziativa di Cassa Depositi e Prestiti, il sistema delle fondazioni bancarie, UniCredit e Intesa Sanpaolo. Nel maggio 2008 conclude la sua prima acquisizione, entrando con il 15,7 % in Alerion Clean Power S.p.A.(la quota verrà poi ceduta nel dicembre 2017)[5].

Successivamente assume partecipazioni in Enel Stoccaggi (la quota, del 49%, verrà ceduta a febbraio 2012) [6] [7] e Infracis (26 %).

A febbraio 2009 chiude la raccolta del Primo Fondo, che arriva ad avere una dote di 1,85 miliardi di euro e diventa azionista di HFV (49,8 %), Interporto Rivalta Scrivia (22,7 %) ed Enel Rete Gas (80 %), tramite F2i Reti Italia S.r.l., per un totale complessivo di 550 milioni di euro di partecipazioni.

Nel luglio 2010, attraverso F2i Rete Idrica Italiana S.p.A., assume il 24 % di San Giacomo S.r.l., azionista al 100 % di IREN Acqua (all’epoca Mediterranea delle Acque), per la creazione di un polo che investirà nelle reti idriche sfruttando la liberalizzazione del settore: le restanti quote sono detenute da Iren. La partecipazione è successivamente salita al 40% [8].

Ad ottobre 2010 F2i acquista per 150 milioni di euro il 65 % di GESAC, società di gestione dell'Aeroporto di Napoli-Capodichino ed il 54 % di Software Design, società specializzata in software per aeroporti. Nell’ottobre 2017 F2i incrementerà la sua quota in GESAC, portandola all’87% [9].

A dicembre 2010, F2i insieme a Finavias S.r.l. (gruppo AXA) acquista per 255 milioni di euro il 100 % del capitale di E.ON Rete, società del gruppo E.ON che opera nella distribuzione di gas naturale in Italia con circa 600 000 clienti in 300 comuni e 9 100 chilometri di rete. Con questa operazione F2i avrà 50 000 chilometri di rete gestita, oltre 2,7 milioni di clienti e una quota di mercato del 15,8 %.

A maggio 2011 il consorzio formato da F2i (87,5 %) e Intesa Sanpaolo (12,5 %) ha rilevato il 100 % di Metroweb, società di telecomunicazioni che gestisce 330 000 chilometri di fibra ottica, coprendo un'area con oltre 2,7 milioni di abitanti, prevalentemente nel comune di Milano e parzialmente nel resto della regione Lombardia. Il valore dell'operazione è di 436 milioni di euro. La quota verrà ceduta a Enel Open Fiber nel 2016 [10].

Il 6 giugno 2011, F2i in collaborazione con AXA, acquisisce per 772 milioni di euro il 100 % di G6 Rete Gas (di proprietà di GDF Suez), attiva nel settore della distribuzione del gas metano, con 990 000 clienti e 4 miliardi di metri cubi di metano veicolato attraverso 13 000 chilometri di condutture. Con questa operazione F2i arriva a detenere il 18-20 % del mercato italiano della distribuzione del gas. Nel 2014 gli asset confluiranno in una società di nuova denominazione, 2i Rete Gas, primo operatore indipendente a livello nazionale [11].

Il 29 dicembre 2011 completa l’acquisizione del 29,75% della SEA, società di gestione degli aeroporti di Milano Malpensa e Linate, e diventa indirettamente azionista della SACBO, società di gestione dell’Aeroporto di Bergamo Orio al Serio [12].

Alla fine del 2012 F2i acquisisce un’ulteriore quota del 14,52% di SEA e investe in SAGAT, società di gestione dell’Aeroporto di Torino Caselle[13][14].

Nel 2013 F2i entra a far parte, come azionista di minoranza, della Aeroporto di Bologna S.p.A., società di gestione aeroportuale dello scalo omonimo [15].

Il 21 ottobre 2014 Vito Gamberale ha rassegnato le proprie dimissioni da Amministratore Delegato in F2i. Nello stesso giorno, il CdA di F2i ha cooptato e successivamente nominato Renato Ravanelli Amministratore Delegato e Carlo Michelini, già Senior Partner e Chief Investment Officer, Direttore Generale di F2i. [16]

Nell’ottobre 2015 F2i sigla un accordo per la creazione di una joint venture nel settore del fotovoltaico con Enel Green Power, EF Solare, [17] che nel novembre 2016 diviene leader nazionale nel settore del fotovoltaico[18].

A marzo 2016 F2i annuncia un accordo per l’acquisizione di una quota del 37,3% di KOS, società italiana che si occupa della gestione di strutture sanitarie e che segna l’ingresso del fondo nel settore delle infrastrutture sociali.

Nel dicembre del 2016 F2i completa l’acquisizione del 72,5% SO.GE.A.AL., società di gestione dell’Aeroporto di Alghero-Fertilia[19].

Nel 2017 F2i investe nuovamente nelle TLC quando, in consorzio con il fondo Marguerite, acquisisce dapprima Infracom e, successivamente, Mc-Link e KPNQWEST Italia, puntando alla creazione di un polo per la banda ultralarga dedicata alle imprese [20] [21] [22].

Nel novembre 2017 Massimiliano Cesare succede a Leone Pattofatto alla Presidenza. (23)

Alla fine del 2017 F2i fa il suo ingresso nel settore della produzione di energia elettrica da biomasse vegetali, acquisendo l’intero capitale di San Marco Bioenergie [23].

Nel 2018 diviene uno dei principali operatori del settore a livello europeo e leader in Italia, con l’acquisizione dell’intero portafoglio impianti detenuto dal Gruppo Enel [24] [25] [26].

Nello stesso anno, le acquisizioni nel settore delle TLC confluiscono in una società di nuova creazione, IRIDEOS, che alla fine dello stesso acquisisce ed integra gli asset di Clouditalia [27] [28].

Nel luglio del 2018 acquisisce RTR, leader europeo nel settore delle energie rinnovabili da fotovoltaico, e porta a termina la più grande operazione di M&A nell’energia solare in Europa [29].

Nell’ottobre 2018, F2i fa il suo ingresso nel settore delle torri di trasmissione del segnale televisivo, lanciando con successo un’OPA su EI Towers attraverso 2i Towers (60% F2i, 40% Mediaset)[30].

Nel novembre 2018, attraverso Farmacie Italiane, società controllata al 61,2% dal Terzo Fondo F2i, acquisisce il controllo del Gruppo Farmacrimi [31][32].

A dicembre 2018 acquisisce il pieno controllo di EF Solare [33][34].

A giugno 2019 acquisisce, assieme ad EI Towers, Persidera, leader italiano nelle reti di trasmissione del segnale televisivo digitale terrestre [35].

Nel luglio 2019, attraverso 2i Aeroporti (società controllata al 51% da F2i, che detiene uno dei maggiori network aeroportuali italiani), acquisisce il 55% di Trieste Airport – Aeroporto Friuli Venezia Giulia, società di gestione dell’Aeroporto Ronchi dei Legionari di Trieste [36].

Nell’agosto 2019 dà vita a F2i Holding Portuale, polo destinato a raggruppare le società controllate nel settore portuale[37].

All’inizio di novembre 2019 cede le proprie quote in Software Design e SIA[38][39].

Azionisti[modifica | modifica wikitesto]

"Il capitale sociale di F2i SGR è detenuto da 19 soci che comprendono le principali fondazioni italiane di origine bancaria, primari istituti di credito, Casse di previdenza, Fondi pensione, Asset manager e Fondi sovrani"[40]

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

Primo Fondo F2i[modifica | modifica wikitesto]

Alla data del 13 dicembre 2017, il Primo Fondo F2i è stato oggetto di fusione per incorporazione nel Terzo Fondo F2i, che ne ha così ereditato le partecipazioni azionarie in società operanti in quattro differenti piattaforme infrastrutturali (distribuzione gas, gestione aeroportuale, generazione elettrica da fonte solare, ciclo idrico integrato), leader di mercato nei settori di appartenenza e che si caratterizzano per le ancora importanti opportunità di sviluppo e crescita.

Secondo Fondo F2i[modifica | modifica wikitesto]

La dotazione di 1,85 miliardi di F2i è stata quasi tutta investita nell'assunzione di partecipazioni, pertanto, nell'ottobre del 2012, viene lanciato il secondo fondo d'investimento, F2i II, con una dotazione iniziale di 575 milioni di euro, con il programma di salire a 1,2 miliardi nei successivi 24 mesi[41]. Nel luglio 2015, al closing del Secondo Fondo F2i, la raccolta supera il target inizialmente fissato, arrivando alla cifra complessiva di 1,24 miliardi di euro.

  • SEA - 8,6%
  • e2i Energie Speciali - 70%
  • 2i Rete Gas – 8,11%
  • IRIDEOS – 78,4%
  • KOS – 40,5%
  • San Marco Bioenergie – 100%
  • Veronagest – 100%

Terzo Fondo F2i[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2017 viene lanciato il Terzo Fondo F2i, il cui primo closing registra una raccolta di circa 3,14 miliardi di euro. A novembre 2018, al final closing, la raccolta è di circa 3,6 miliardi di euro, dopo l’innalzamento del target massimo, inizialmente fissato a 3,3 miliardi di euro. La nuova raccolta, proveniente in egual misura da investitori italiani ed esteri, ha visto la partecipazione di primari investitori esteri, tra cui fondi previdenziali, fondi sovrani, fondazioni di origine bancaria, compagnie di assicurazione e gestori patrimoniali[3][42].

  • 2i Rete Gas - 63,90%
  • IREN Acqua - 40%
  • 2i Aeroporti - 51%
  • GESAC - 87%
  • SEA - 36,4%
  • SAGAT - 90,3%
  • Aeroporto di Bologna - 10%
  • Aeroporto Friuli Venezia Giulia - Trieste Airport – 55%
  • So.Ge.A.Al - 71,25%
  • Infracis - 26,3%
  • F2i Holding Portuale - 99,5%
  • Farmacie Italiane Srl - 61,2%
  • EF Solare Italia – 100%
  • EI Towers - 97,4%
  • RTR – 100%

Fonte: f2isgr.it

Asset ceduti[modifica | modifica wikitesto]

Alcune delle acquisizioni di F2i sono state successivamente cedute. Nel dettaglio:

  • Interporto Rivalta Scrivia (ceduta ad ottobre 2011)
  • Enel Stoccaggi (ceduta a febbraio 2012)
  • TRM (ceduta a gennaio 2016)
  • Metroweb (ceduta a dicembre 2016)
  • Alerion Clean Power (ceduta a dicembre 2017)
  • Software Design (ceduta a novembre 2019)
  • SIA (ceduta a novembre 2019)

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2019 riceve il premio PFI come “Deal of the Year” per l’acquisizione della società di energia solare RTR[29]. Il 7 marzo 2019, F2i aderisce ai Principi di investimento responsabile (PRI – Principles for Responsible Investments) promossi dall’ONU[43].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Team F2i
  2. ^ Numero dipendenti
  3. ^ a b F2i chiude ufficialmente la raccolta del terzo fondo a quota 3,6 mld euro
  4. ^ F2ì, nasce il terzo fondo da 3,14 miliardi
  5. ^ Alerion
  6. ^ Enel cede a F2i 49% di Enel stoccaggi per 6,2 mln
  7. ^ Enel Stoccaggi
  8. ^ F2i investe nell'acqua: alleanza con Iride e Opa su Mediterranea
  9. ^ F2i sale all’87% di Gesac, la società di gestione dell’aeroporto Napoli-Capodichino
  10. ^ Metroweb, F2i vende a Eof per 440 mln
  11. ^ Energia: nasce '2i Rete Gas spa', il nuovo colosso della distribuzione
  12. ^ Sea: F2i completa l'acquisizione del 29,75%
  13. ^ Sea, la Provincia vende la quota a F2i
  14. ^ La Sagat ha una nuova società di maggioranza, F2i acquisisce il 52,4%
  15. ^ L'aeroporto di Ronchi diventa privato, il 55% delle quote al fondo f2i
  16. ^ Renato Ravanelli Amministratore Delegato F2i (PDF), su f2isgr.it.
  17. ^ Enel Green Power e F2i siglano accordo per joint venture nel fotovoltaico
  18. ^ EF SOLARE ITALIA PRIMO OPERATORE NAZIONALE DEL FOTOVOLTAICO
  19. ^ Aeroporti Alghero, s'insedia F2i
  20. ^ F2i torna alle Tlc, acquisita Infracom per 58 milioni
  21. ^ F2i conquista Mc-link e punta al polo della banda larga per le imprese
  22. ^ F2i e Marguerite acquisiscono il controllo di KPNQWEST Italia
  23. ^ F2i investe nel settore della valorizzazione energetica della biomassa legnosa
  24. ^ Rinnovabili, F2i compra impianti biomasse da Enel per 335 mln
  25. ^ F2i acquista da Enel portafoglio impianti da biomassa vegetale
  26. ^ F2i compra gli impianti di produzione di energia da biomasse da Enel per 335 mln
  27. ^ Tlc, Irideos (F2i) perfeziona acquisizione CloudItalia
  28. ^ F2i, nasce Irideos, vuole diventare il terzo polo delle tlc in Italia
  29. ^ a b F2I: SI AGGIUDICA PREMIO PFI "DEAL OF THE YEAR" PER ACQUISIZIONE RTR
  30. ^ Mediaset, conclusa con successo Opa su Ei Towers. “Inizia nuova era”
  31. ^ FONDO F2I ACQUISISCE IL 62% DEL GRUPPO FARMACRIMI
  32. ^ Il fondo F2i compra Farmacrimi
  33. ^ F2i sale al 100% di EF Solare Italia. Enel Green Power vende al fondo il suo 50%
  34. ^ F2i si aggiudica per 400 mln RTR, leader europeo delle energie rinnovabili
  35. ^ Torri televisive, Tim e Gedi vendono Persidera. F2i ed Ei Towers comprano per 240 milioni di euro
  36. ^ Al fondo F2i l’aeroporto di Trieste, la porta per l’Est Europa
  37. ^ Nasce holding portuale Fhp, Masucci presidente
  38. ^ Trasporto aereo, Sita acquisisce l'italiana Software Design
  39. ^ Sia, Cdp finalizza acquisizione quote da F2i, Hat, Intesa SP e UniCredit
  40. ^ Governance SGR
  41. ^ Infrastrutture: F2I, al via secondo fondo con dotazione 575 mln
  42. ^ PUNTO 1-Infrastrutture, F2i raccoglie 3,6 mld per fondo III
  43. ^ Unpri, anche F2i firma i Principi

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende