Enel Green Power

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Enel Green Power
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1º dicembre 2008
Sede principaleRoma
GruppoEnel
Persone chiave
  • Michele Crisostomo (presidente)[1]
  • Salvatore Bernabei[2][3]
SettoreEnergia
ProdottiEnergia elettrica
Dipendenti8.989[4] (2021)
Sito webwww.enelgreenpower.com/it

Enel Green Power S.p.A. è la società del Gruppo Enel che si occupa dello sviluppo e della gestione delle attività di generazione di energia da fonti rinnovabili[5] come quelle solare, geotermica, eolica e idroelettrica[6]. L’azienda, che ha sede a Roma, opera con oltre 1.200 impianti in tutti e 5 i continenti. È attiva con asset operativi o in costruzione in 21 Paesi e ha inoltre attività di sviluppo in altri 5 Paesi, gestendo una capacità di 54,2 GW, con una produzione annua di 108,8 TWh[7][8].

Tra il 4 novembre 2010 e il 31 marzo 2016 la società era quotata alla Borsa di Milano, dove il titolo faceva parte dell'indice FTSE MIB, a quella di Madrid e a quelle regionali di Barcellona, Bilbao e Valencia[9][10]. L'uscita dai listini di borsa nel 2016 corrisponde alla scissione parziale non proporzionale di Enel Green Power nella capogruppo Enel.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Enel Green Power viene fondata il 1º dicembre del 2008 per concentrare le attività di Enel nella produzione di energia da fonti rinnovabili.[11][12]

In seguito alla sua fondazione sono state progressivamente conferite ad Enel Green Power le attività del ramo delle rinnovabili in Italia sino ad allora detenute da Enel Produzione Spa e quelle facenti capo ad Enel Investment Holding all'estero (Enel Latin America BV, Enel Erelis, Endesa).[13]

Nel novembre del 2010, dopo l'acquisizione da parte di Enel di Endesa (giugno 2009), è stata varata un'offerta pubblica iniziale del 30,8% di Enel Green Power per la Borsa Italiana e per la Borsa di Madrid, realizzando € 2,6 miliardi di ricavi. L'Ipo di EGP in Italia e Spagna è stata gestita da PricewaterhouseCoopers ed ha interessato circa 340.000 investitori, generando una domanda di circa 1.260 milioni di azioni (di cui 520 milioni sottoscritte da investitori istituzionali)[14].

Tra il 2011 e il 2012 Enel Green Power cresce con l'eolico nell’intero continente americano. In Brasile, la prima di una lunga serie di installazioni alimentate dal vento, si inaugura nello stato di Bahia, con i primi 30 MW l’impianto di Cristal[15], ma anche negli Stati USA dell’Oklahoma (Rocky Ridge con 150 MW)[16] e del Kansas (Caney River con 200 MW)[17]. Nel 2012 viene inaugurata la centrale idroelettrica di Palo Viejo, in Guatemala, da 85 MW[18]. Accanto alle evoluzioni del business, tra il 2013 e il 2015 anche all’interno di Enel Green Power si afferma un nuovo modello, basato sulla sostenibilità: “Creazione di Valore condiviso” (Creating Shared Value, CSV), elaborato nel 2011 da Mark Porter e Mark Kramer, nel quale la sostenibilità è la strada da seguire in ogni scelta e un approccio strategico negli ambiti di ideazione, progettazione, costruzione e gestione degli impianti. Ognuna di queste fasi si contraddistingue per un’attenzione particolare alla protezione ambientale, all’uso razionale delle risorse, alla promozione della salute e alla sicurezza sul lavoro, all’economia circolare e alla creazione di nuove opportunità di sviluppo per le comunità locali[19].

Alla fine del 2015 Enel Green Power gestisce 11 GW di capacità installata, genera 33,6 TWh di energia, è presente in 23 paesi.

Scissione in Enel[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1º aprile 2016 è stata revocata dalla quotazione nella Borsa di Milano e in quelle di Madrid, Barcellona, Bilbao e Valencia, in seguito alla scissione parziale non proporzionale di Enel Green Power in Enel, alla quale è stato assegnato il compendio scisso rappresentato dalla partecipazione totalitaria detenuta in Enel Green Power International, holding di diritto olandese che detiene partecipazioni in società operanti nel settore delle energie rinnovabili nel Nord, Centro e Sud America, in Europa, in Sudafrica e in India, e da attività, passività, contratti e rapporti giuridici connessi a tale partecipazione. Rimangono, invece in capo ad Enel Green Power, tutti i restanti elementi patrimoniali diversi da quelli che fanno parte della scissione: le attività italiane e le residue limitate partecipazioni estere. Come conseguenza il capitale sociale di Enel Green Power è stato ridotto da un miliardo a 272 milioni di euro. Enel, invece, ha emesso 763 322 151 nuove azioni, aumentando il capitale sociale a 10 166 679 946 dai 9 403 357 795 euro precedenti, in applicazione del rapporto di cambio pari a 0,486 nuove azioni Enel per una Enel Green Power.[20]

La ricerca della sostenibilità diventa prioritaria per l’Assemblea delle Nazioni Unite, che nel 2016 lancia i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS) da raggiungere entro il 2030. Enel Green Power, che negli anni 2016 - 2018 raggiunge la leadership mondiale nel settore delle rinnovabili[21], rispondendo all’invito dell’ONU e integra gli OSS nella sua strategia industriale, impegnandosi a raggiungere quelli relativi a qualità dell’educazione (OSS 4), energia pulita ed economicamente accessibile (OSS 7), dignità del lavoro e crescita economica (OSS 8), lotta al cambiamento climatico (OSS 13). Sono un esempio i progetti nati accanto alle costruzioni delle centrali in Sudafrica, Etiopia (Metehara da 100 MW)[22], e Australia (Bungala Solar)[23] e Sud America: in Perù, con l’entrata in esercizio del parco eolico di Wayra I e l’avvio dell’impianto solare Rubì[24], in Guatemala, dove sorge la centrale idroelettrica di El Canadà, in Messico, il “cielito lindo” permette a EGP di connettere alla rete oltre 1 GW di nuova potenza fotovoltaica, in Messico con la costruzione dei parchi eolici di Amistad (220 MW), Amistad II (100 MW) e Salitrillos (103 MW)[25]. Il Paese del Centro America è anche un esempio dell’applicazione del modello “Build, Sell, Operate”, che consente ad Enel di ridurre l’indebitamento e generare valore, mantenendo la gestione operativa degli impianti.

Gli obiettivi di crescita per gli anni successivi si concentrano soprattutto nei mercati maturi dove Enel Green Power è già presente e in nuovi mercati chiave dall’incredibile potenziale rinnovabile, come il Canada, l’Australia e l’India.

Attività produttiva[modifica | modifica wikitesto]

Enel Green Power, a settembre 2021, con oltre 1.200 impianti operativi[7], è presente in tutti e 5 i continenti (Europa, America, Africa, Asia, Oceania). Il mix di produzione include energia idrica, geotermica, eolica e solare. La capacità rinnovabile complessiva ha raggiunto i 54,2 GW. Si tratta di più di un terzo dell’obiettivo dei 145 GW da raggiungere entro la fine del decennio secondo la Vision al 2030[26].

Dal 2013 Enel Green Power opera secondo il modello di Creating Shared Value[27]: una strategia basata sull’integrazione della sostenibilità nei processi della catena del valore del business. Il modello si concentra su due livelli: da una parte vengono definiti gli ambiti di intervento potenzialmente in linea con gli obiettivi dell’azienda e dall’altra vengono create opportunità per l’azienda, le comunità e l’ambiente. Il risultato è la realizzazione di un business sempre più sostenibile. Per applicare il modello, Enel Green Power parte dalla fase di Sviluppo Business con un’analisi dei contesti economici, sociali, ambientali e culturali, prosegue nella fase di Ingegneria e Costruzione con il modello di cantiere sostenibile volto a prevedere gli impatti e mitigarli ex-ante attraverso soluzioni di progettazione sostenibile ed infine, nella fase di Esercizio e Manutenzione, si concentra nella creazione di opportunità di lavoro e su azioni volte ad accrescere l’efficienza operativa dell’impianto[28]. Nel 2016, a seguito del lancio da parte dell’Assemblea delle Nazioni Unite dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile da raggiungere entro il 2030, Enel Green Power integra gli obiettivi di Sviluppo Sostenibile nella sua strategia industriale, affiancandolo al modello CSV.

In ambito ambientale, tra il 2020 e il 2021 Enel Green Power ha dato il via a diversi progetti dedicati allo sviluppo dell’idrogeno verde. Tra i più recenti l’accordo con Eni che favorisce un'accelerazione verso la tecnologia dell'idrogeno prodotto da fonti rinnovabili, nell’ottica della transizione energetica. Si prevede che l’idrogeno verde sarà generato entro il 2022-2023[29][30].

Tabella riassuntiva per la capacità di elettricità in GW (*)[modifica | modifica wikitesto]

Continente Energia solare Energia eolica Energia idroelettrica Geotermia Totale
Europa 1,25 4,27 17,75 0,77 24,10
America 5,78 11,16 10,64 0,14 27,72
Africa 0,35 1,14 1,50
Oceania 0,31 0,31
Asia 0,34 0,34
Totale Enel Green Power 7,97 16,91 28,38 0,91 54,2

(*) dati aggiornati al 31 marzo 2022[7]

Centrali[modifica | modifica wikitesto]

Allo stato attuale, sono più di 1200 gli impianti gestiti direttamente da Enel Green Power.[31]

Tecnologie[modifica | modifica wikitesto]

Ollagüe, laboratorio di innovazione che integra solare e mini eolico al confine tra Cile e Bolivia
Diga del Furlo, impianto costruito per produrre energia elettrica nelle Marche
Talinay, parco eolico che si trova nella regione di Coquimbo, in Cile
Parco solare + storage di Lily, ubicato nella contea di Kaufman, in Texas, a sud-est di Dallas

Per quanto riguarda la produzione da fonte geotermica, l'Italia è il primo Paese in Europa e sesto nel mondo per capacità installata.[32][33]. Questa tecnologia è stata utilizzata per la prima volta nel 1904 a Larderello in Toscana.[34][35][36] La centrale di Larderello è gestita da Enel Green Power che opera nella regione attraverso 36 impianti ad energia geotermica con una capacità totale di circa 776,2 MW in grado di soddisfare oltre il 30% del fabbisogno regionale[37].

Enel Green Power ha realizzato il primo impianto ibrido di energia rinnovabile che unisce la capacità di generazione continua della geotermia con il solare fotovoltaico e il solare termico[38][39][40], assicurando una riduzione del 5% nel costo di produzione dell'energia.[41] La prima centrale di questo tipo, la Stillwater Hybrid Power Plant, si trova a Fallon in Nevada (USA) e ha ricevuto un finanziamento di 40 milioni di dollari in sgravi fiscali con il Recovery Act americano.[42]

Per quanto riguarda il solare termodinamico e la tecnologia CSP (Concentrated Solar Power), la società contribuisce nella ricerca e sviluppo insieme ad ENEA.[43][44] In questo settore sulla base degli studi del premio Nobel Carlo Rubbia, ha realizzato nel 2010 la centrale solare termodinamica Archimede a Priolo Gargallo (Siracusa, Sicilia) da 5 MW, nella quale degli specchi parabolici concentrano i raggi del sole su un fluido di sali fusi che raggiungono temperature di oltre 500 gradi e sono in grado di conservare il calore per molte ore, trasformando acqua in vapore ed attivando quindi delle tradizionali turbine a vapore che producono elettricità. L'obiettivo è quello di incrementare l'efficienza di questo tipo di centrali in modo da renderle competitive rispetto ad altre fonti.[45][46]

Nel 2011 a Catania è stata inaugurata una fabbrica di pannelli fotovoltaici a film sottile, attraverso una joint venture con Sharp e STMicroelectronics. Nel 2015 3SUN, la “Fabbrica del Sole” passa sotto il completo controllo di Enel Green Power. La produzione del pannello “thin film” finisce ad ottobre 2017. Da lì comincia la realizzazione dei pannelli bifacciali HJT[47]

Nel settore eolico, la prima esperienza risale al 1989 in Sardegna, prima con la sperimentazione dei primi modelli di aerogeneratori e poi, nel 2002, con la realizzazione della prima centrale eolica in Italia.[48][49]

Negli ultimi 10 anni l'abbassamento del costo della tecnologia eolica, l'ha resa competitiva rispetto alle fonti convenzionali e favorito la crescita esponenziale, portando EGP ad un totale di 266 impianti e 12,5 GW attuali in tutto il mondo. Quella eolica è la seconda tecnologia per capacità installata in EGP (30%) della capacità totale.

Attività ed aree internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Europa[modifica | modifica wikitesto]

Più della metà degli impianti di Enel Green Power si trova in Italia (circa 600 impianti), per una capacità installata netta di circa 14031 MW. Il mix di produzione comprende energia geotermica, energia idroelettrica, energia eolica ed energia solare.[50]

Enel Green Power è presente in Grecia con oltre 50 impianti (5 idrici 19,5 MW, 24 eolici 354,6 MW e 28 fotovoltaici 88 MW). L’impianto eolico di Kafireas, composto da 7 parchi eolici e collegato alla rete a fine 2019, rappresenta una pietra miliare nella transizione energetica.[51]

In Romania Enel Green Power ha una capacità installata totale di 534 MW e produce 1,36 TWh tramite impianti eolici e fotovoltaici.[52][53]

Enel Green Power è presente in Spagna con circa 270 impianti (idroelettrico, eolico e solare) e totale capacità installata di 7392 MW. Questa presenza è il risultato dell'integrazione delle attività di energia rinnovabile di Enel ed Endesa ma anche della costruzione e messa in funzione di nuovi impianti, tra i quali quelli collegati alla rete a fine 2019, veri e propri gioielli di innovazione, come il parco solare di Totana o quello eolico di Sierra Costera. Fonti: vedi informazioni da integrare La tecnologia eolica, con circa 103 impianti, ha una capacità installata netta di 2291 MW. Il mix produttivo comprende energia idroelettrica con circa 154 impianti per 4748 MW, solare con 8 impianti per 351 MW.[54][55]

Nord America[modifica | modifica wikitesto]

Enel Green Power è presente in Nord America con impianti operativi e in costruzione negli Stati Uniti, in Canada con l'uso sempre più diffuso di soluzioni innovative: droni, sensori a infrarossi, modelli 3D ai rilevatori di ultrasuoni. In Nord America, Enel Green Power ha una capacità complessiva di 5923 MW su quattro tecnologie (idroelettrico, eolico, solare e geotermico). Negli Stati Uniti, Enel Green Power è presente in 18 stati con circa 70 impianti: 14 impianti idroelettrici (104,6 MW di capacità gestita), 29 parchi eolici (4976 MW di capacità gestita), 22 impianti fotovoltaici (548 MW di gestione capacità) e 5 impianti geotermici (71,5 MW di capacità gestita). In Canada ha 3 parchi eolici (223 MW di capacità gestita).

America Latina[modifica | modifica wikitesto]

In America Latina, tramite Enel Green Power, Enel è stata nel 2015 il secondo produttore di energia elettrica nel settore fotovoltaico. Enel Green Power opera nel Latam in 9 Paesi della zona: Messico, Panama, Guatemala, Costa Rica, Argentina, Brasile, Cile, Colombia e Perù, ed è presente con tutte le principali tecnologie di generazione rinnovabile: eolico, solare, idroelettrico e geotermico. La crescita in quest'area è stata molto significativa negli ultimi anni, in cui l'azienda ha assunto un ruolo importante nel cammino della transizione energetica: oltre allo sviluppo e al mantenimento della centrali rinnovabili, sviluppiamo progetti innovativi per la produzione energia con occhio sempre attento alla sostenibilità e alla tutela della biodiversità.

In Costa Rica è presente con 3 centrali idroelettriche. Produce 0,32 TWh di energia elettrica con una capacità installata totale di 81 MW da fonti idroelettriche.[56][57]

In Guatemala Enel Green Power ha avuto una capacità installata di 167 MW e una produzione pari a 0,61 TWh da 5 impianti idroelettrici.[58][59]

In Messico Enel Green Power produce energia con una capacità installata totale di 2794MW (da fonti idroelettriche, eoliche e solari, per un totale di 22 impianti) con una produzione pari a 2,02 TWh.[60][61]

A Panama la società possiede 8 impianti per una capacità installata di 362 MW e una produzione pari a 1,53 TWh da fonti idroelettriche e solari.[62][63]

In Brasile produce 5,22 TWh di energia elettrica con una capacità installata totale pari a 2930 MW da fonti idroelettriche, eoliche e solari, per un totale di 70 impianti.[64][65]

In Cile la società è presente con 37 impianti, produce 12,94 TWh tramite l'utilizzo di centrali idroelettriche, eoliche, geotermiche e solari con una capacità installata di oltre 4725 MW.[66][67][68][69]

In Argentina, EGP ha 2 centrali idroelettriche e una capacità gestita di 1328 MW.

In Colombia, EGP ha 13 impianti, una capacità gestita di 3183 MW e una combinazione di produzione che include energia idroelettrica e solare.

In Perù, EGP ha 10 impianti e una capacità gestita di 1107 MW, provenienti da energia eolica, idroelettrica e solare.

Africa[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2014, in Sudafrica, Enel Green Power ha avviato una centrale fotovoltaica con una capacità installata totale di 10 MW ed una produzione pari a 0.009 TWh.[70][71]

Asia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2015 Enel Green Power ha acquisito la quota di maggioranza di BLP Energy, società indiana impegnata nel settore delle rinnovabili con una capacità installata di 172 MW ed una produzione annua totale di circa 340 GWh, per un corrispettivo di 30 milioni di euro. Qui, produce 0,33 TWh di energia elettrica con una capacità installata pari a 170 MW da fonti eoliche.[72]

Oceania[modifica | modifica wikitesto]

EGP è anche presente in Oceania con 2 impianti, solari ed eolici per una capacità installata di 275 MW.

Azionariato[modifica | modifica wikitesto]

  • Dal 1º aprile 2016 Enel S.p.A. possiede l'intero capitale sociale.

Governance[modifica | modifica wikitesto]

CEOs

  • Francesco Starace (17 settembre 2008 - 29 maggio 2014)[73]
  • Francesco Venturini (30 maggio 2014 - 27 aprile 2017)[74]
  • Antonio Cammisecra (28 aprile 2017 - 30 settembre 2020)[75]
  • Salvatore Bernabei (dal 1º ottobre 2020)[76]

Accordo per l'acquisto d'energia elettrica[modifica | modifica wikitesto]

Il core business di Enel Green Power si sostanzia nella vendita dell’energia rinnovabile generata dai suoi impianti a clienti Commerciali e Industriali. Per costruire partenariati di lungo periodo con le aziende di tutto il mondo, Enel Green Power si avvale degli accordi per l'acquisto d'energia elettrica (AAEE)[77][78][79][80]: accordi di fornitura di energia a lungo termine attraverso i quali EGP sviluppa progetti su misura per ogni azienda a costi competitivi. Ogni contratto viene delineato insieme al cliente in modo tale da rispondere alle sue esigenze e allo stesso tempo rispettare la normativa vigente. Attraverso gli AAEE, Enel Green Power è stata in grado di costruire soluzioni specifiche per grandi aziende come Facebook, Kohler, Google, T-Mobile e Adobe che hanno fatto della sostenibilità un importante driver in termini commerciali e in fatto di creazione del valore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Michele Crisostomo, ecco il curriculum del presidente di Enel
  2. ^ Enel annuncia cambiamenti al top management – Libero Quotidiano, su liberoquotidiano.it.
  3. ^ Enel annuncia cambiamenti al top management - Ildenaro.it, su ildenaro.it.
  4. ^ Enel - SUSTAINABILITY REPORT 2021 (PDF), su enel.com.
  5. ^ Enel Green Power dà la scossa al business - Il Sole 24 ORE
  6. ^ Enel Green Power: nel 2021 5.120 MW di nuove rinnovabili anche grazie alle batterie - HDmotori.it
  7. ^ a b c Chi Siamo, su enelgreenpower.com.
  8. ^ Enel conferma i target 2021. Continua crescita investimenti, su teleborsa.it.
  9. ^ Azioni Enel Green Power – https://investimentoinborsa.com
  10. ^ STIPULATO L’ATTO RELATIVO ALLA SCISSIONE PARZIALE NON PROPORZIONALE DI ENEL GREEN POWER IN FAVORE DI ENEL
  11. ^ Enel Green Power: la più grande industria eco sostenibile italiana
  12. ^ Enel Green Power, su ilsole24ore.com. URL consultato il 25 settembre 2015.
  13. ^ Francesco Renda e Francesco Ricciuti, Tra economia e politica: l'internazionalizzazione di Finmeccanica, Eni ed Enel, Firenze, Firenze University Press, 2010, pp. 88-90.
  14. ^ Enel Green Power, IPO miliardaria
  15. ^ Enel Green Power completa il parco eolico di Cristal in Brasile - Rinnovabili, su rinnovabili.it.
  16. ^ Enel Gp: al via parco eolico Rocky Ridge in Oklahoma - Business - Ambiente&Energia Professional - ANSA.it, su ansa.it.
  17. ^ Enel Green Power: in rete il parco eolico di Caney River (Kansas) negli Stati Uniti - FinanzaOnline, su finanzaonline.com.
  18. ^ Enel Green Power: in rete la centrale elettrica di Palo Viejo in Guatemala, su impresagreen.it.
  19. ^ Enel, cambiamenti strategici da case history a Harvard | Wired Italia
  20. ^ Fusione Enel-Enel Green Power: i termini dell'operazione
  21. ^ Rinnovabili, Enel Green Power si conferma leader globale - La Stampa - Ultime notizie di cronaca e news dall'Italia e dal mondo, su lastampa.it.
  22. ^ Rinnovabili, così Enel Green Power punta sull’Africa - Fortune Italia, su fortuneita.com.
  23. ^ Per Enel Green Power nuovo successo in Australia - Energia Oltre, su energiaoltre.it.
  24. ^ Enel Green Power avvia il più grande impianto fotovoltaico del Perù, su kyotoclub.org.
  25. ^ Enel: maxi investimento nelle rinnovabili, su money.it.
  26. ^ Nuovo record di capacità per Enel Green Power - MilanoFinanza.it, su milanofinanza.it.
  27. ^ ENEL GREEN POWER E IL MINI EOLICO AZIENDALE, su fotovoltaicosulweb.it.
  28. ^ CSR: la nuova cultura dell’agire d’impresa
  29. ^ Idrogeno verde, Enel ed Eni si alleano: primo impianto entro due anni - la Repubblica, su repubblica.it.
  30. ^ Idrogeno, il patto tra Eni ed Enel per produrrlo verde - Wired, su wired.it.
  31. ^ È italiana l'azienda leader nel mondo per le rinnovabili - Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile
  32. ^ «Con la geotermia creeremo 30 mila nuovi occupati»
  33. ^ Geotermia, l'Italia scende al sesto posto ma prepara il rilancio con impianti green
  34. ^ (EN) Ronald DiPippo, Geothermal Power Plants: Principles, Applications, Case Studies and Environmental Impact, Elsevier, 8 aprile 2011, ISBN 978-0-08-055476-1.
  35. ^ (EN) Nick Hodge, Energy Investing For Dummies, John Wiley & Sons, 16 agosto 2013, ISBN 978-1-118-23323-8.
  36. ^ (EN) Geothermal, Italy places fifth globally. Opportunities and risks for investors - See more at: http://www.investintuscany.com/invest_in_tuscany_view_news/137/geothermal-italy-places-fifth-globally-opportunities-and-risks-for-investors#sthash.N7vWXqI1.dpuf, su Invest in Tuscany. URL consultato il 19 marzo 2015.
  37. ^ DA LARDERELLO LA CO2 PURA: PRIMO ESPERIMENTO AL MONDO
  38. ^ Avviata da Enel la prima centrale ibrida geometrica al mondo
  39. ^ nrel.gov, https://www.nrel.gov/csp/solarpaces/project_detail.cfm/projectID=4279. URL consultato il 15 luglio 2015.
  40. ^ pangea.stanford.edu, https://pangea.stanford.edu/ERE/db/WGC/papers/WGC/2015/38001.pdf. URL consultato il 15 luglio 2015.
  41. ^ (EN) Optimizing Geothermal with Geo-Solar Hybrid Systems, su energy.gov. URL consultato il 15 luglio 2015.
  42. ^ Enel Green signs agreeement for Stillwater hybrid power plant - Power Technology
  43. ^ A Roma si sperimentano nuove tecnologie di produzione di energia da fonti rinnovabili
  44. ^ Roma, firmato protocollo tra la Capitale, Enel ed Enea per elettricità da fonti rinnovabili VIDEO | Meridiana Notizie
  45. ^ (EN) ENEL opens "world's first" molten-salt/solar plant, su Process Engineering, 14 luglio 2010. URL consultato il 22 marzo 2015.
  46. ^ G. Lorenzini, C. Biserni e G. Flacco, Solar Thermal and Biomass Energy, WIT Press, 2010, pp. 115-116, ISBN 978-1-84564-147-4.
  47. ^ Enel Green Power inaugura in Sicilia nuova linea produzione 3Sun - Il Sole 24 ORE
  48. ^ old.enea.it, http://old.enea.it/com/web/pubblicazioni/Op19.pdf. URL consultato il 15 luglio 2015.
  49. ^ fotovoltaicosulweb.it, http://www.fotovoltaicosulweb.it/guida/la-centrale-eolica-di-alta-nurra-primo-impianto-in-italia.html. URL consultato il 15 luglio 2015.
  50. ^ I nostri Progetti e gli Impianti Rinnovabili, su enelgreenpower.com.
  51. ^ Enel inaugura Kafireas: più grande impianto eolico in Grecia, su blitzquotidiano.it.
  52. ^ Enel Green Power sviluppa due parchi FV in Romania - zeroEmission
  53. ^ Francesco Renda e Roberto Ricciuti, Tra economia e politica: l'internazionalizzazione di Finmeccanica, Eni ed Enel, Firenze University Press, 2010, pp. 81-85, ISBN 978-88-6453-169-4.
  54. ^ Enel Green Power venturing into Catalonia with 49-MW wind project
  55. ^ Enel Gp avvia costruzione tre nuovi parchi eolici in Spagna
  56. ^ Enel Green Power cresce in Costarica - ilGiornale.it
  57. ^ Costarica, Enel Green Power investe nel settore idroelettrico
  58. ^ Il Guatemala verso la transizione energetica con EGP | EnergyCuE
  59. ^ (EN) Palo Viejo Hydroelectric Plant, El Quiché, Guatemala, su Power Technology. URL consultato il 18 marzo 2015.
  60. ^ Enel firma intesa con Messico su geotermia, su ANSA.it, 14 gennaio 2014. URL consultato il 18 marzo 2015.
  61. ^ Enel Green Power, nuovo impianto eolico in Messico, su First Online, 4 marzo 2015. URL consultato il 18 marzo 2015.
  62. ^ Edgar Meza, Panama approves 29 MW of PV projects, su pv magazine, 5 maggio 2014. URL consultato il 18 marzo 2015.
  63. ^ (EN) Panama’s First Solar Farm, su Energy Matters, 17 febbraio 2014. URL consultato il 18 marzo 2015.
  64. ^ Enel Gp: punta 200 mln dlr in Brasile, su ANSA.it, 2 marzo 2015. URL consultato il 18 marzo 2015.
  65. ^ Enel Green Power si aggiudica 114 Mw eolico in una gara in Brasile, su Affari Italiani, 1º dicembre 2014. URL consultato il 18 marzo 2015.
  66. ^ Cile, su ANSA.it, 30 dicembre 2014. URL consultato il 18 marzo 2015.
  67. ^ Enel Gp: tre nuovi impianti fotovoltaici in Cile, su ADNKronos, 29 dicembre 2014. URL consultato il 18 marzo 2015.
  68. ^ Luigi Grassia, L’Enel costruisce in Cile il più grande dei parchi eolici, su La Stampa, 14 agosto 2013. URL consultato il 18 marzo 2015.
  69. ^ Rocco Cotroneo, Cile, le rinnovabili avanzano con la tecnologia italiana, su Corriere.it, 27 novembre 2012. URL consultato il 18 marzo 2015.
  70. ^ Edoardo Fagnani, Enel Green Power, tre nuovi impianti fotovoltaici in Sud Africa, su Soldionline, 10 marzo 2015. URL consultato il 18 marzo 2015.
  71. ^ Luca Pagni, Enel Green Power punta sugli emergenti: ma la nuova frontiera "green" è l'Africa, su Repubblica.it, 3 aprile 2014. URL consultato il 18 marzo 2015.
  72. ^ (EN) Shailaja Sharma, Italy’s Enel Green Power acquires Indian renewables energy firm BLP Energy, su Livemint.com. URL consultato il 22 dicembre 2015.
  73. ^ Francesco Starace, su www.enel.com. URL consultato il 17 giugno 2022.
  74. ^ Francesco Venturini, su www.enel.com. URL consultato il 17 giugno 2022.
  75. ^ Antonio Cammisecra, su www.enel.com. URL consultato il 17 giugno 2022.
  76. ^ Salvatore Bernabei, su www.enelgreenpower.com. URL consultato il 17 giugno 2022.
  77. ^ Enel Green Power: Continued Growth In U.S. Markets And Corporate PPAs
  78. ^ Enel Green Power Starts Operation of HillTopper, its First Wind Farm in the U.S. State of Illinois
  79. ^ Enel Green Power avvia produzione primo parco eolico in Illinois, su askanews.it.
  80. ^ Enel Green Power Espana costruisce il più grande parco eolico in Spagna

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN6146937724913830649 · WorldCat Identities (ENviaf-6146937724913830649
  Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende