SACBO

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Società per l'aeroporto civile di Bergamo-Orio al Serio (SACBO)
Stato Italia Italia
Tipo Società per azioni
Fondazione 16 luglio 1970
Sede principale Grassobbio
Persone chiave Miro Radici, presidente
Settore Trasporti
Prodotti gestione aeroportuale
Sito web

La Società per l'Aeroporto Civile di Bergamo-Orio al Serio (SACBO) è la società che gestisce l'aeroporto di Orio al Serio. L'azionista di maggioranza relativa è la Società Esercizi Aeroportuali (SEA).[1]

Principali indicatori[modifica | modifica wikitesto]

Rispetto a quelle praticate da altre società aeroportuali, la politica di SACBO è stata quella di non richiedere aiuti pubblici, puntando piuttosto ai proventi da traffico, motivo per il quale la riforma europea del settore, presentata dal commissario alla Concorrenza Joaquin Almunia il 3 luglio 2013, che prevede una riduzione di questo tipo di aiuti, non risulta destinata a impattare sui bilanci aziendali.[2]

Nel 2012 la situazione economica e finanziaria risultava positiva, con ricavi in crescita di 8,069 milioni di euro rispetto all'esercizio precedente (+8 %). Il margine operativo lordo è risultato pari a 32,287 milioni di euro. L'utile di esercizio al netto delle imposte è risultato pari a 15,012 milioni di euro.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Articolo su Bergamo news. URL visitato nell'agosto 2013.
  2. ^ Aeroporti in linea con la UE in Il Sole 24 ore, 4 luglio 2013. URL visitato nell'agosto 2013.
  3. ^ Aeroporto, Sacbo fa utili: dividendo a 4,5 milioni in Bergamo sera, 22 marzo 2013. URL visitato nell'agosto 2013.