Ettore Baranzini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ettore Baranzini
arcivescovo della Chiesa cattolica
Ettore Baranzini.jpg
Template-Archbishop.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato22 settembre 1881 ad Angera
Ordinato presbitero27 marzo 1904
Consacrato arcivescovo5 giugno 1933 dal cardinale Francesco Marchetti Selvaggiani
Deceduto6 marzo 1968 (86 anni) a Siracusa
 

« Era ricercatissimo come confessore, perché sapeva essere il vero ministro del perdono, il vero confessore delle anime »

(Mons. Ettore Baranzini in una prefazione, a proposito del beato don Luigi Talamoni)

Ettore Baranzini (Angera, 22 settembre 1881Siracusa, 6 marzo 1968) è stato un arcivescovo cattolico e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera ecclesiastica[modifica | modifica wikitesto]

Nacque ad Angera (provincia di Varese) il 22 settembre 1881 e fu ordinato sacerdote il 27 marzo 1904, all'età di 22 anni. Fu rettore del Pontificio seminario lombardo. In seguito, il 29 aprile 1933 venne designato arcivescovo dell'arcidiocesi di Siracusa e fu ordinato il 5 giugno dello stesso anno, dal cardinale Francesco Marchetti Selvaggiani, co-consacranti i cardinali Giuseppe Pizzardo e Carlo Cremonesi. Dal 6 all'8 giugno 1938 curò un sinodo diocesano. Inoltre ebbe modo di esaminare in prima persona il caso del 1953 riguardante la Madonna delle Lacrime di Siracusa insieme al cardinale Ernesto Ruffini.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Morì a Siracusa il 6 marzo 1968. Le sue spoglie si trovano all'interno del Duomo di Siracusa. Il 4 marzo 1971 il suo successore, mons. Giuseppe Bonfiglioli, inaugurò un monumento in bronzo sulla sua tomba, opera dello scultore Biagio Poidimani.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Mons. Baranzini fu anche scrittore. La sua attività fu per lo più incentrata nella scrittura di prefazioni, commenti e introduzioni per altri autori. Tra i suoi contributi:

  • Prefazione opuscolo di Carlo Bargiggia - San Carlo Borromeo celeste patrono dei seminari, delle confraternite del Santissimo Sacramento e delle Congregazioni della Dottrina Cristiana. Modesto contributo alla sua glorificazione nel IV centenario della sua nascita e alla diffusione del suo culto in Sicilia - Varese, 1937
  • Prefazione al libro di Vincenzo Maraschi - Un vescovo milanese-siciliano : monsignor Luigi Bignami arcivescovo di Siracusa[1] - Milano, 1942
  • Prefazione di un libro contenuto nella bibliografia nazionale, contenente argomenti di lettere classiche e contenuti religiosi e spirituali - 1961
Tomba di Monsignor Ettore Baranzini nella Cattedrale di Siracusa

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN89061176