Gregorio Asbesta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gregorio Asbesta (in lingua greca Γρηγόριος Ἀσβεστᾶς; ... – ...) è stato un arcivescovo italiano vissuto nel IX secolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu un influente arcivescovo di Siracusa per tre periodi diversi (844 – circa 852/3, 858–867 e 877–878/9) e successivamente (879–880) metropolita di Nicea. Protettore del patriarca di Costantinopoli Metodio I, giocò un importante ruolo nei conflitti della chiesa del tempo, divenendo uno dei principali oppositori del rivale e successore di Metodio, Ignazio, che lo detronizzò. Asbesta divenne quindi uno stretto alleato dell'altro oppositore di Ignazio, Fozio, autore del cosiddetto scisma foziano, e quando Ignazio venne deposto e sostituito da Fozio, nel 858, Asbesta venne ripristinato come arcivescovo e consacrò Fozio. Venne nuovamente deposto durante il secondo patriarcato di Ignazio (858–867). Scrisse una Vita di Metodio e si dice autore di caricature ridicole di Ignazio, ma nessuna di esse è giunta ai nostri giorni.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Anthony Cutler e Alexander Kazhdan, Asbestas, Gregory, in Alexander P. Kazhdan (a cura di), Oxford Dictionary of Byzantium, New York and Oxford, Oxford University Press, 1991, pp. 202–203, ISBN 978-0-19-504652-6.
  • Francis Dvornik, The Photian Schism, Cambridge, Cambridge University Press, pp. 16–36, 48–52.
  • (DE) Friedhelm Winkelmann, Ralph-Johannes Lilie, Claudia Ludwig, Thomas Pratsch e Ilse Rochow, Gregorios Asbestas (#2480), in Prosopographie der mittelbyzantinischen Zeit: I. Abteilung (641–867), 2. Band: Georgios (#2183) – Leon (#4270), Berlin and New York, Walter de Gruyter, 2000, pp. 87–94.