Edoardo Borromeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edoardo Borromeo
cardinale di Santa Romana Chiesa
Edoardo Borromeo.jpg
Template-Cardinal.svg
Incarichi ricoperti
Nato 3 agosto 1822, Milano
Ordinato presbitero dicembre 1846 da papa Pio IX
Nominato arcivescovo 19 aprile 1878 da papa Leone XIII
Consacrato arcivescovo 19 maggio 1878 da papa Leone XIII
Creato cardinale 13 marzo 1868 da papa Pio IX
Deceduto 30 novembre 1881, Roma

Edoardo Borromeo, nome per intero: Edoardo Lodovico Carlo Renato Giovanni Benedetto, il cognome è detto anche Borromeo Arese. (Milano, 3 agosto 1822Roma, 30 novembre 1881), è stato un cardinale e arcivescovo cattolico italiano.

Proveniva da una famiglia che nei secoli aveva espresso ben sei cardinali, fra i quali anche san Carlo Borromeo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si laureò in filosofia presso il Collegio Romano nel 1842 ed in utroque jure presso la Pontificia Accademia Ecclesiastica nel 1842.

Nel 1846 fu ordinato presbitero a Roma dallo stesso papa Pio IX.

Papa Pio IX lo elevò al rango di cardinale diacono dei Santi Vito, Modesto e Crescenzia nel concistoro del 13 marzo 1868.

Nel 1869 fu nominato prefetto del Palazzo Apostolico. Partecipò al Concilio Vaticano I. Nel 1872 fu nominato arciprete della Basilica Vaticana. Partecipò al conclave del 1878 che elesse papa Leone XIII.

Il 22 marzo 1878 optò per il titolo di Santa Prassede.

Il 19 aprile 1878 fu nominato arcivescovo titolare di Adana. Ricevette la consacrazione episcopale il successivo 19 maggio. Dal febbraio 1879 al febbraio 1880 fu camerlengo del Sacro Collegio.

Morì all'età di 59 anni e fu sepolto nel Cimitero del Verano in Roma.

Gli altri cardinali della famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine di Leopoldo - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine di Leopoldo
— 21 settembre 1855

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN252930958 · GND (DE1081206489 · BAV ADV12481458