Dragan Vasiljković

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dragan Vasiljković

Dragan Vasiljković, soprannominato Capitano Dragan (Belgrado, 12 dicembre 1954), è stato il fondatore e il comandante della unità paramilitari serbe chiamato Knindže (soprannome: ninjas Knin, berretti rossi). Egli è accusato di crimini di guerra da parte della Repubblica di Croazia, ed è attualmente detenuto in un carcere australiano in attesa di un ricorso contro la domanda di estradizione da parte del governo croato.

Egli rischia di essere estradato in Croazia perché accusato di crimini di guerra ed attualmente è detenuto in Australia.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie