Repubblica di Montenegro (1992-2006)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Montenegro.

Montenegro
Montenegro – BandieraMontenegro - Stemma
(dettagli)(dettagli)
Europe location MNE.png
Dati amministrativi
Nome completoRepubblica di Montenegro
Nome ufficialeRepublika Crna Gora
Република Црна Гора
Lingue ufficialiserbo-croato
Lingue parlatedialetto montenegrino
CapitalePodgorica
Dipendente daJugoslavia Jugoslavia (1992-2003)
Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro (2003-2006)
Politica
Forma di StatoRepubblica federata con la Serbia
Nascita28 aprile 1992 con Momir Bulatović
CausaNascita della Repubblica Federale di Jugoslavia
Fine3 giugno 2006 con Filip Vujanović
CausaDivisione di Serbia e Montenegro
Territorio e popolazione
Massima estensione13.810 km² nel 1992
Popolazione616.258 nel 2003
Economia
Valutamarco tedesco, dal 2002 euro
Varie
Sigla autom.YU poi SCG
Religione e società
Religioni preminentiortodossi
SerbiaMontenegro-Montenegro2.png
Evoluzione storica
Preceduto daMontenegro Montenegro
Succeduto daMontenegro Montenegro

La Repubblica di Montenegro - in lingua serbocroata: Republika Crna Gora / Република Црна Гора - è stata una repubblica federata della Repubblica Federale di Jugoslavia dal 1992 al 2003 e della federazione di Serbia e Montenegro dal 2003 al 2006. La capitale era Podgorica, che durante il periodo della Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia (1945-1990) era stata ribattezzata Titograd in onore a Tito.

In seguito alla dissoluzione della Federazione, ufficialmente sciolta il 27 aprile 1992, la Repubblica di Serbia e la Repubblica Socialista di Montenegro, con la nuova denominazione di Repubblica di Montenegro, diedero vita, il 28 aprile 1992 ad una nuova federazione denominata Repubblica Federale di Jugoslavia, che il 4 febbraio 2003 con approvazione dalle due camere del Parlamento jugoslavo prese la denominazione di Unione Statale di Serbia e Montenegro.

La Repubblica di Montenegro, a differenza della Serbia, in cui la moneta era il dinaro jugoslavo, ha avuto come moneta prima il marco tedesco e a partire dal 2002 l'euro.

In seguito ad un referendum per l'indipendenza del Montenegro, che si è svolto il 21 maggio 2006, e che ha visto la partecipazione dell'86,5% del corpo elettorale, il 55,5% degli elettori si è espresso a favore dell'indipendenza, con una percentuale superiore alla soglia del 55% concordata con l'Unione Europea per rendere valido il referendum; in valore assoluto la soglia minima necessaria è stata superata per 2300 voti. Il Parlamento del Montenegro ha intrapreso di conseguenza le procedure legali per dichiarare l'indipendenza, il cui iter si è chiuso il 3 giugno 2006 con la dichiarazione d'indipendenza, seguita, quindi confermata il giorno successivo da un analogo atto da parte della Serbia, ponendo così fine all'esperienza federativa.

Serbia e Montenegro.