Dimartedì

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dimartedì
Dimartedi logo 2016.png
PaeseItalia
Anno2014 – in produzione
Generetalk show, politico
Edizioni7
Puntate231 (al 20 ottobre 2020)
Durata210 min
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreGiovanni Floris
IdeatoreGiovanni Floris
RegiaDuccio Forzano (2014-2015)
Alessandro Renna (dal 2015)
Aiuto regiaBarbara Di Lieto
MontaggioEnrico Falcone, Stefano Nisti, Federico Mascolini, Francesco Picerno, Giovanni Repici, Riccardo Turini, Massimo Tommasini
MusichePaolo Fresu, Fabrizio Bosso, Natasha Korsakova, Vinicio Capossela, Tosca D'Aquino, Salvatore Accardo
ScenografiaMarco Calzavara
FotografiaMauro Ricci
LuciMarco Blasi (Programmatore)
ProduttoreFulvia D'Ottavi
Produttore esecutivoMarida Perrone
Casa di produzioneITV MOVIE
Rete televisivaLA7

Dimartedì (reso graficamente anche come diMARTEDÌ) è un talk show politico condotto da Giovanni Floris dal 16 settembre 2014. Va in onda su LA7 il martedì in prima serata.

La trasmissione[modifica | modifica wikitesto]

La trasmissione si apre con una consueta copertina satirica (si sono susseguiti Maurizio Crozza, Maurizio Lastrico, Luca e Paolo, da Gene Gnocchi e attualmente Neri Marcorè). In studio sono presenti esponenti della politica, dell'economia, della società e del giornalismo. I sondaggi sono affidati a Nando Pagnoncelli.

Il programma va in onda in diretta e con inserti registrati ma montati come fossero in diretta dagli "Studios" (Ex Stabilimenti Cinematografici De Paolis) di Via Tiburtina 521 a Roma.[1]

La trasmissione non parte bene, con share al 3-4% contro il 10-11% di Ballarò condotto da Massimo Giannini su Rai 3, ma di settimana in settimana il programma di Floris si avvicina sempre più a quello di Giannini, infatti il 17 marzo 2015 per la prima volta Dimartedì (5,91%) sorpassa Ballarò (5,52%), con il programma di Rai 3 ai minimi storici. Nella seconda stagione Dimartedì supererà definitivamente la trasmissione di Rai 3, affermandosi tra i programmi più seguiti di LA7.[2]

Il 29 maggio 2018 la trasmissione tocca il suo record storico con circa 3.000.000 di telespettatori e con uno share del 14%, e posizionandosi la terza rete della serata. Dopo il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DCPM) del 4 marzo 2020, il programma va in onda senza pubblico in studio.

La copertina[modifica | modifica wikitesto]

Come fece su Ballarò dal 2007, Floris ha affidato la copertina satirica del programma al comico Maurizio Crozza, che è rimasto fino al 2016. Da gennaio ad aprile la copertina è stata curata dal comico Maurizio Lastrico. Dal 4 aprile 2017 al 13 giugno 2017 la copertina è stata curata dal duo comico Luca e Paolo. Dal 12 settembre 2017 la copertina è stata curata dal comico Gene Gnocchi. Dal 22 settembre 2020 la copertina è curata da Neri Marcorè.

La squadra[modifica | modifica wikitesto]

Il conduttore del programma è Giovanni Floris. La storica squadra di autori di Ballarò che hanno seguito Floris a LA7 (Raffaello Fabiani, Raffaella Malaguti, Mercedes Vela Cossio e Vicsia Portel fino allo scorso anno) è stata rafforzata fin dalla stagione iniziale 2014-2015 dagli arrivi di Guido Dell'Aquila (ex vicedirettore di Tg3 e di Rai 3) e di Cristina Missiroli. Poi negli anni si sono aggiunti Carlo Romano e Isotta Galloni, mentre Vicsia Portel è emigrata a Mediaset. Agli inviati provenienti da Ballarò (Andrea Scazzola e Cristina Buonvino) si è aggiunta dalla stagione 2018-2019 Laura Gobbetti, volto storico di Sky, che cura tra l'altro la rassegna stampa di mezzanotte.

La sigla[modifica | modifica wikitesto]

La sigla è Sixteen Tons cantata da Tennessee Ernie Ford. In trasmissione è stata suonata nel corso delle edizioni da Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, Natasha Korsakova, Vinicio Capossela, Tosca D'Aquino e Salvatore Accardo.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Edizione Inizio Fine Puntate Conduzione Telespettatori Share
16 settembre 2014 9 giugno 2015 37 Giovanni Floris 1.074.000 4,96%
15 settembre 2015 21 giugno 2016 38 1.106.000 5,67%
13 settembre 2016 13 giugno 2017 37 1.121.000 5,49%
12 settembre 2017 12 giugno 2018 38 1.566.000 6,95%
18 settembre 2018 4 giugno 2019 36 1.454.000 6,67%
10 settembre 2019 9 giugno 2020 38
8 settembre 2020 in corso 7[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ PARTECIPA A "DIMARTEDÌ" - IL NUOVO PROGRAMMA DI GIOVANNI FLORIS IN ONDA SU LA7, su swotee.it (archiviato dall'url originale il 17 ottobre 2014).
  2. ^ Schiaffo di Giovanni Floris a Massimo Giannini: nella sfida tv del martedì vince La7, su ilgiornale.it, 18 marzo 2015.
  3. ^ Al 20 ottobre 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]