Massimo Franco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Massimo Franco (Roma, 6 novembre 1954) è un giornalista e scrittore italiano.

Attività professionale[modifica | modifica wikitesto]

Notista, commentatore e inviato politico del Corriere della Sera, in precedenza ha lavorato come editorialista di Avvenire e inviato de Il Giorno e poi di Panorama. Saggista di fama, è membro dell'International Institute for Strategic Studies di Londra (IISS). Collabora alla trasmissione Otto e mezzo su LA7. Suoi articoli e analisi sono apparsi sulla rivista di geopolitica Limes, sulla rivista francese Études, sul bimestrale dell'IISS Survival sul quotidiano Los Angeles Times.

Massimo Franco, che vive a Roma, è sposato e ha tre figli, fino al 2011 ha collaborato con analisi su questioni italiane e vaticane a Comment is free, il sito online del quotidiano The Guardian di Londra. Attualmente lavora come notista politico e commentatore presso la redazione romana de Corriere della Sera[1].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 2001 ha ricevuto a Milano il Premiolino.
  • Nel 2009 il suo saggio dedicato a Giulio Andreotti si è aggiudicato il premio Capalbio per la politica[2].
  • Nel 2010 ha vinto il premio Ernest Hemingway per il Giornalismo organizzato dal Comune di Lignano Sabbiadoro, ed il premio internazionale per il Giornalismo Alberico Sala.
  • Nel 2011 con il suo saggio C'era una volta un Vaticano ha vinto come giornalista-scrittore l'Amalfi International Media Award dedicato al fondatore, Biagio Agnes, e il premio di Cultura Sabaudia.
  • Nel 2012 ha vinto il Premio Ischia come giornalista dell'anno per la carta stampata.
  • Nel 2013 ha vinto il premio letterario Boccaccio.
  • Nel 2014 ha ricevuto a Milano per la seconda volta il Premiolino come commentatore del Corriere della Sera. E nello stesso anno l'Istituto italiano per gli studi filosofici di Napoli gli ha assegnato a Positano il premio internazionale di Giornalismo civile.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Lobby: il parlamento invisibile. Candidati, gruppi di pressione e finanziamenti elettorali nell'America degli anni '80, 1988, Edizioni del Sole 24 ore;
  • Andreotti visto da vicino, 1989, Arnoldo Mondadori Editore;
  • Tutti a casa. Il crepuscolo di mamma DC, 1993, Arnoldo Mondadori Editore;
  • Hammamet, 1995, Arnoldo Mondadori Editore;
  • Il re della Repubblica, 1997, Baldini e Castoldi;
  • I voti del cielo. La caccia all'elettorato cattolico, 2000, Baldini e Castoldi;
  • Polvere di spie. Intelligence, misteri ed errori nella caccia a Bin Laden, 2002, Baldini e Castoldi;
  • Imperi paralleli. Vaticano e Stati Uniti: due secoli di alleanza e conflitto 1788-2005, 2005, Arnoldo Mondadori Editore[3].
  • Andreotti. La vita di un uomo politico, la storia di un'epoca, 2008, Arnoldo Mondadori Editore;
  • C'era una volta un Vaticano. Perché la Chiesa sta perdendo peso in Occidente, 2010, Arnoldo Mondadori Editore;
  • La crisi dell'impero vaticano. Dalla morte di Giovanni Paolo II alle dimissioni di Benedetto XVI: perché la Chiesa è diventata il nuovo imputato globale, 2013, Arnoldo Mondadori Editore, tradotto negli Usa da Open Road;
  • Il Vaticano secondo Francesco. Da Buenos Aires a Santa Marta: come Bergoglio sta cambiando la Chiesa e conquistando i fedeli di tutto il mondo, 2014, Arnoldo Mondadori Editore. (il libro è stato tradotto in spagnolo e pubblicato in Argentina dalle Edizioni Aguilar del gruppo Penguin-Random House nel 2015 col titolo <El Vaticano segùn Francisco>).
  • Imperi paralleli. Vaticano e Stati Uniti: due secoli di alleanza e conflitto, 2015, Corriere della Sera.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'archivio dei suoi editoriali sul sito del Corriere
  2. ^ Articolo de " Il tirreno" dedicato al Premio Capalbio
  3. ^ Il libro è stato tradotto in inglese da Roland Flamini e pubblicato negli Stati Uniti da Random House nel 2009 col titolo Parallel Empires
Controllo di autorità VIAF: (EN81586580 · LCCN: (ENn88039424 · SBN: IT\ICCU\CFIV\085727 · ISNI: (EN0000 0001 0784 5493 · GND: (DE137389019 · BNF: (FRcb12191560z (data) · BAV: ADV12073208