Crimson Peak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crimson Peak
Crimson Peak.png
Una scena del film
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2015
Durata 118 min
Rapporto 1,85 : 1
Genere orrore, fantastico, drammatico
Regia Guillermo del Toro
Sceneggiatura Guillermo del Toro, Matthew Robbins
Produttore Guillermo del Toro, Callum Greene, Jon Jashni, Thomas Tull
Produttore esecutivo Jillian Share
Casa di produzione Legendary Pictures
Distribuzione (Italia) Universal Pictures
Fotografia Dan Laustsen
Montaggio Bernat Vilaplana
Effetti speciali Roland Blancaflor, Matthew Tulk, Skyler Wilson
Musiche Fernando Velázquez
Scenografia Tom Sanders
Costumi Kate Hawley
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Crimson Peak è un film del 2015 co-scritto e diretto da Guillermo del Toro, con protagonisti Mia Wasikowska, Jessica Chastain, Tom Hiddleston e Charlie Hunnam.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Anno 1887. Edith Cushing, la giovane figlia di Carter Cushing, un ricco uomo d'affari, viene sorpresa durante una notte dal fantasma sfigurato di sua madre morta di colera. Lo spirito avverte la propria figlia: "Guardati da Crimson Peak".

Quattordici anni dopo, Edith è ormai un'autrice che preferisce scrivere storie di fantasmi piuttosto che romanzi rosa, come vorrebbe il suo editore. Incontra ben presto Sir Thomas Sharpe, un giovane baronetto inglese in cerca di investitori, tra cui il padre di Edith, per finanziare una sua invenzione per estrarre l'argilla rossa dai giacimenti minerari. Non confidando nell'aristocrazia privilegiata e convinto che il prototipo di Sharpe non sia sufficientemente adeguato per essere finanziato, il Sig. Cushing respinge la proposta di Sir Thomas. Poco dopo, Edith ancora una volta è visitata dallo spirito di sua madre che le ripete lo stesso avvertimento di quattordici anni prima.

Il Sig. Cushing e il dottor Alan McMichael, amico d'infanzia di Edith, disapprovano entrambi quando Edith si innamora sempre di più di Sir Thomas. Il signor Cushing ingaggia un detective privato e scopre un recente matrimonio di Sir Thomas ed altri fatti sgradevoli su di lui e sua sorella Lucille. Il Sig. Cushing affronta allora i fratelli Sharpe e li corrompe, indicendoli a lasciare Buffalo. In seguito, secondo le volontà di Cushing, Sir Thomas rompe il rapporto con Edith; ma, la mattina dopo, le invia una lettera in cui spiega tutte le sue azioni. Poco dopo il Sig. Cushing viene brutalmente ucciso in circostanze misteriose. In seguito Edith e Sir Thomas si sposano e tornano insieme in Inghilterra; arrivano a Allerdale Hall, un palazzo fatiscente di proprietà della famiglia Sharpe. Nonostante gli sforzi di Edith, Lucille agisce in modo freddo e distaccato verso di lei.

Edith inizia a vedere fantasmi raccapriccianti tra cui quello di una donna anziana che esce dalla vasca del bagno e le ordina di andarsene da quel luogo. Per aiutare a calmarla, Sir Thomas porta Edith in città. Una violenta bufera di neve costringe i coniugi a restare in città per la notte, quindi appassionatamente consumano il matrimonio. Lucille si scaglia con rabbia contro di loro quando ritornano la mattina dopo, in modo da spaventare Edith. Sir Thomas afferma che la proprietà è a volte indicata come "Crimson Peak", a causa della terra rossa che filtra attraverso la neve e ciò sconvolge Edith, che rammenta ancora l'avvertimento del fantasma della madre; Edith inizia ad avere dei sospetti ed intanto diventa sempre più debole e incomincia a tossire sangue. Inoltre nei diversi fantasmi che vede, tutti di colore cremisi, avverte una profonda collera e che non vogliono aggredirla, ma lentamente la portano a scoprire sempre più cose e ad acuire i suoi sospetti. Li vede soprattutto di notte, quando si alza e gira per il palazzo: infatti, ogni volta che le capita di svegliarsi nel cuore della notte, non trova mai il marito accanto a lei nel letto e le appaiono i fantasmi, in totale quattro, e inizia a pensare che la loro presenza lì sia derivata dall'essere stati vittima di un omicidio come causa di morte.

Una notte Edith decide di esplorare a fondo il palazzo ed inizia a raccogliere ed a mettere insieme indizi che rivelano come Sir Thomas precedentemente avesse sposato tre donne ricche, tutte e tre defunte senza che nessuno sospettasse di nulla. Edith capisce così quei fantasmi sono infatti della defunta madre dei fratelli Sharpe e delle tre mogli di Sir Thomas. Il fantasma della madre di Sir Thomas avverte Edith di un grande pericolo, inoltre il fantasma sembra avere una mannaia conficcata nella testa; il fantasma di una delle mogli fa in modo che Edith trovi le registrazioni con cui, quando era in vita, aveva dichiarato che gli Sharpe la stavano uccidendo avvelenandole il tè. Edith, sconvolta, capisce che Lucille la sta avvelenando con lo stesso sistema, poiché ogni giorno è lei a prepararle il tè, ma ormai è talmente debole da essere costretta a letto quasi tutto il tempo. Edith inizia a rifiutare il tè di Lucille, che però ha già avvelenato anche il porridge. Sir Thomas, parlando con la sorella, dice di non sopportare questo sistema di "matrimonio ed omicidio" atto a finanziare le sue invenzioni, ma la sorella gli dice che è la sola cosa che devono fare per restare insieme. Alla fine, una notte, Edith riesce nuovamente ad alzarsi facendosi guidare dai fantasmi finché uno di essi, col fantasma di un infante tra le braccia, si presenta dinanzi a lei. Quando Edith dà prova di aver capito la sua identità, il fantasma della donna le indica una stanza del maniero, il luogo dove Sir Thomas va ogni notte lasciando Edith da sola nel letto. Edith sorprende il marito e sua sorella scambiarsi effusioni amorose e comprende con orrore che i due hanno una relazione incestuosa.

Dopo aver parlato con il detective privato che il signor Cushing aveva assunto precedentemente, il dottor McMichael mette insieme tutti gli indizi raccolti dal defunto padre di Edith e arriva a Allerdale Hall per salvarla. La ragazza intanto è in balia della cognata, che la spinge giù da una balconata nel tentativo di ucciderla e riprendersi l'anello nuziale (appartenuto alla madre). McMichael arriva giusto in tempo e riesce temporaneamente a salvarla. Egli comprende che lei è cagionevole perché avvelenata e cerca di portarla via, ma gli Sharpe li bloccano davanti all'ingresso. McMichael consegna un articolo di giornale ed Edith, la quale scopre che la madre degli Sharpe era stata assassinata nella vasca da bagno con un colpo di mannaia in testa. Thomas aveva solo 12 anni e venne mandato in collegio poco dopo l'interrogatorio mentre Lucille finì in un ospedale psichiatrico, ed è quindi lei la colpevole del matricidio. McMichael ribadisce di voler portare via Edith, ma Lucille lo pugnala, esigendo che Thomas lo uccida. Sir Thomas, che si è innamorato di Edith e non vuole farla soffrire, finge di voler uccidere McMichael, assecondando la sorella, ma sottovoce gli chiede di puntare lui stesso l'arma in un punto non fatale, così da salvargli la vita.

Lucille porta Edith in una stanza per farle firmare i documenti con cui avrebbe trasferito tutti i suoi soldi agli Sharpe prima di ucciderla, mentre Sir Thomas nasconde McMichael in cantina, dicendogli che salverà Edith e indicandogli la strada per andarsene dalla casa con Edith senza che la sorella li noti. Lucille intanto confessa che è stata lei a uccidere suo padre per i maltrattamenti da loro subiti, la propria madre perché scoprì la loro relazione, e le precedenti tre mogli di Thomas per le loro eredità. Si comprende che Thomas è fondamentalmente succube e nolente complice della sorella, psicopatica e morbosamente innamorata del fratello, al quale ha sempre impedito di innamorarsi di altre donne affinché non la lasciasse, e si scopre infine che la figlia di Thomas, in realtà nata malata e in seguito morta e non uccisa, era frutto del loro incesto. Dopo aver scoperto che la donna ha anche ucciso il signor Cushing fracassandogli la testa su un lavandino prima di tornare in Inghilterra, Edith riesce a liberarsi usando una penna regalatale per il compleanno dal padre per pugnalare al petto Lucille e scappare per andare all'ascensore. Qui incontra Sir Thomas, che rinnovandole la promessa di amarla le chiede di attenderlo e va ad affrontare la sorella maggiore, bruciando le carte firmate. Lui prova dunque a persuadere Lucille a non uccidere Edith e lasciare la casa. Lei sembra inizialmente convincersi, tuttavia capisce che il fratello si è innamorato realmente di Edith e in preda a una furia omicida uccide il fratello. Il suo raptus continua e insegue Edith per ucciderla con la stessa mannaia con cui uccise la propria madre. Con l'aiuto del fantasma di Thomas, Edith riesce ad uccidere Lucille. La ragazza dà un addio silenzioso al fantasma dell'amato marito, dopodiché fugge con McMichael, lasciandosi alle spalle Allerdale Hall ormai infestata dal fantasma di Lucille che suona il piano.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film iniziano il 10 febbraio 2014 nei Pinewood Studios di Toronto e terminano il 14 maggio. Le riprese sono state effettuate completamente in Canada, nella provincia dell'Ontario.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film viene diffuso il 13 febbraio 2015[1].

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 16 ottobre 2015[1], mentre in quelle italiane dal 22 ottobre.

Divieto[modifica | modifica wikitesto]

Il film, negli Stati Uniti d'America, è stato vietato ai minori di 17 anni non accompagnati da adulti per la presenza di violenza sanguinosa, contenuti sessuali e linguaggio scurrile[2]. In Italia è stato vietato ai minori di 14 anni.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Silas Lesnick, The Crimson Peak Trailer is Here!, comingsoon.net, 13 febbraio 2015. URL consultato il 13 febbraio 2015.
  2. ^ (EN) Parents Guide for Crimson Peak, Internet Movie Database. URL consultato il 13 febbraio 2015.
  3. ^ Federico Boni, Wafca Award 2015, le nomination - dominano Mad Max: Fury Road e Carol, cineblog.it, 6 dicembre 2015. URL consultato il 6 dicembre 2015.
  4. ^ (EN) Phoenix Critics Circle Awards 2015 Nominees, thecinemafiles.com, 13 dicembre 2015. URL consultato il 13 dicembre 2015.
  5. ^ (EN) "Mad Max: Fury Road" Leads The Race For 2015 CFCA Awards, Chicago Film Critics Association, 14 dicembre 2015. URL consultato il 15 dicembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema