Concorso Intervision della Canzone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Concorso Intervision della Canzone
Titolo originale Concours Intervision de la chanson
Конкурс песни «Интервидение»
Paese Polonia Polonia Russia Russia
Anno 1977 - 2008
Genere festival musicale
Edizioni 5
Ideatore Władysław Szpilman
Produttore OIRT

Il Concorso Intervision della Canzone (in francese: Concours Intervision de la chanson, in russo: Конкурс песни «Интервидение»?) è stato un concorso canoro a cui presero parte paesi europei e, successivamente, stati post-sovietici e membri dell'Organizzazione di Shanghai per la cooperazione. In precedenza fu l'equivalente nel blocco orientale dell'Eurovision Song Contest. La manifestazione era organizzata dall'Organizzazione internazionale della radiodiffusione e della televisione, la rete delle emittenti televisive dell'Europa dell'Est, e aveva luogo principalmente presso l'alnfiteatro "Opera Leśna" a Sopot, in Polonia.

Tra il 1977 e il 1980, l'OIRT organizzò a Sopot (Polonia) quattro edizioni del Concours Intervision de la chanson, manifestazione che sostituì il Festival della Canzone Internazionale di Sopot , la cui prima edizione risaliva al 1961.

Nel 1981 la manifestazione venne cancellata a seguito dell'avanzata del movimento sindacale indipendente Solidarność, che fu giudicato essere contro-rivoluzionario dalle altre nazioni del blocco orientale.

Poiché molti cittadini non possedevano apparecchi telefonici, invece del televoto gi spettatori potevano accendere le luci di casa se aevano apprezzato la canzone, oppure spegnere le luci in caso contrario: in base al consumo di energia nella rete elettrica, un certo numero di punti erano assegnati ad ogni cantante partecipante.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Usignolo d'ambra (Museo dell'Ambra di Danzica)

Il primo Festival della Canzone Internazionale di Sopot fu ideato ed organizzato nel 1961 da Władysław Szpilman, assistito da Szymon Zakrzewski del Comitato Artisti Polacchi (PAGART).[2] Le prime tre edizioni si tennero alla Sala Shipyard di Danzica (1961–1963), e in seguito il festival si trasferì all'Opera Lesna. Il primo premio era costituito dalla statuetta dell'usignolo d'ambra per la maggior parte della sua storia; in alcune edizioni fu consegnato al vincitore un disco di ambra.

Tra il 1977 e il 1980 il festival fu sostituito dal Concorso Intervisione della Canzone, sempre ospitato a Sopot. Al contrario dell'Eurovision Song Contest, il festival della canzone internazionale di Sopot cambiò spesso formula per la selezione del vincitore, organizzando anche più selezioni per i suoi partecipanti. Ad esempio, nella quarta edizione del 20-23 agosto 1980 c'erano due concorsi effettivi: uno per gli artisti rappresentanti delle compagnie televisive e un altro per i cantanti delle etichette discografiche. Nel primo la giuria valutava i meriti artistici della canzone presentata, mentre nel secondo la giuria giudicava l'interpretazione dei partecipanti[3]. Il festival fu sempre aperto alla partecipazione di artisti e paesi non europei, come Cuba, Repubblica Dominicana, Mongolia, Nuova Zelanda, Nigeria, Perù, Sudafrica e molti altri.

Il concorso perse popolarità già negli anni 1980, fino al declino degli anni 1990; nel 2005 gli organizzatori affidarono le trasmissione alla rete televisia privata TVN. Dal 1999 non ci fu alcun concorso: la TVP sceglieva di invitare artisti molto conosciuti, come Whitney Houston o The Corrs. Nel 2005, ci si aspettava che TVN ripristinasse la competizione e nel 2006 TVN invitò Elton John.

Il Festival della Canzone Internazionale di Sopot viene generalmente considerata più importante rispetto al Festival Internazionale della Canzone di Benidorm, poiché attrae partecipanti famosi. Nel 2010 e 2011 il festival non ebbe luogo, a causa dei lavori di restauro dell'Opera Lesna. Dal 2012 la manifestazione è chiamata Sopot Top Of The Top Festival e viene trasmessa ogni anno da Polsat. Il festival ha ospitato artisti internazionali, come Charles Aznavour, Boney M, Johnny Cash, e più recentemente: Chuck Berry, Vanessa Mae, Annie Lennox, Vaya Con Dios, Chris Rea, Tanita Tikaram, La Toya Jackson, Whitney Houston, Kajagoogoo e Goran Bregovic.

Revival annunciato[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009, il primo ministro russo Vladimir Putin propose di ricominciare la competizione, questa volta tra Russia, Cina e i paesi dell'Asia centrale che fanno parte dell'Organizzazione di Shanghai per la cooperazione.[4][5][6] Nel maggio 2014 venne annunciato il ritorno del concorso dopo 34 anni, con la partecipazione dei membri della Comunità degli Stati Indipendenti, l'Organizzazione di Shanghai per la cooperazione e altre ex repubbliche sovietiche.[7]

Il concorso fu programmato per aver luogo nell'ottobre 2014 a casua della rabbia russa contro il "decadimento morale dell'occidente", particolarmente in risposta al vincitore dell'Eurovision Song Contest 2014, Conchita Wurst. Inoltre, il revival fu visto come parte della "agenda diplomatica cultorale estera" di Vladimir Putin.[8] A dispetto dei piani di organizzare il concorso sia nel 2014 sia nel 2015, il revival del concorso fu posticipato.[9][10] Il progetto iniziale indicava che la competizione avrebbe preso luogo a Soči, con l'interesse di sette paesi interessati a partecipare: Kazakistan, Kirgizistan, Russia, Tagikistan, Turkmenistan, Cina e Uzbekistan.[11]

Partecipazione[modifica | modifica wikitesto]

Il concorso è aperto ai membri della Comunità degli Stati Indipendenti, la Shanghai Co-operation Organisation e alle ex repubbliche sovietiche (inclusi gli stati baltici).[11][12][13]

Paese Edizioni Partecipazioni Vittorie Emittente TV
Armenia Armenia 2008 1 0 AMPTV
Azerbaigian Azerbaigian 2008 1 0 İTV
Bielorussia Bielorussia 2008 1 0 BTRC
Belgio Belgio 1979 1 0 VRT (FI)

RTBF (FR)

Bulgaria Bulgaria 1977-1978-1979-1980 4 0 BNT
Canada Canada 1978 1 0 CBC
Cuba Cuba 1977-1979-1980 3 0 ICRT
Cecoslovacchia Cecoslovacchia 1977-1978-1979-1980 4 1 CST
Germania Est Germania Est 1977-1978-1979-1980 4 0 DFF
Finlandia Finlandia 1977-1978-1979-1980 4 1 YLE (finlandese)
Ungheria Ungheria 1977-1978-1979-1980 4 0 MTV
Kazakistan Kazakistan 2008 1 0 ATV
Kirghizistan Kirghizistan 2008 1 0 KTR
Lettonia Lettonia 2008 1 0 LTV
Moldavia Moldavia 2008 1 0 TRM
Marocco Marocco 1979 1 0 SNRT
Paesi Bassi Paesi Bassi 1980 1 0 NOS (1956–2009)
Polonia Polonia 1977-1978-1979-1980 4 1 TVP
Portogallo Portogallo 1979 1 0 RTP
Romania Romania 1977-1978-1979-1980 4 0 TVR
Russia Russia 2008 1 0 C1R
URSS URSS 1977-1978-1979-1980 4 1 CT USSR
Spagna Spagna 1977-1978-1979-1980 4 0 TVE
Svizzera Svizzera 1980 1 0 SRG SSR
Tagikistan Tagikistan 2008 1 1
Turkmenistan Turkmenistan 2008 1 0 TTV
Ucraina Ucraina 2008 1 0 NTU
bandiera Jugoslavia 1977-1979-1980 3 0 JRT
Paesi partecipanti dal 1977:

     Paesi che hanno partecipato almeno una volta

     Paesi che potrebbero partecipare, ma non o hanno ancora fatto

     Paesi che hanno partecipato, ma poi si sono ritirati prima della finale

Vincitori[modifica | modifica wikitesto]

Anno Data Città ospitante Vincitore[14] Cantante[14] Canzone[14] Lingua Traduzione[14]
1977 24–27 agosto Polonia Sopot Cecoslovacchia Cecoslovacchia Helena Vondráčková "Malovaný džbánku" ceco Brocca dipinta
1978 23–26 agosto Polonia Sopot URSS URSS Alla Pugacheva "Vsyo mogut koroli" (Всё могут короли) russo I re possono fare tutto
1979 22–25 agosto Polonia Sopot Polonia Polonia Czesław Niemen "Nim przyjdzie wiosna" polacco La primavera arriverà
1980 20–23 agosto Polonia Sopot Finlandia Finlandia Marion Rung "Hyvästi yö" finlandese Dove è l'amore
2008 28–31 agosto Russia Sochi Tagikistan Tagikistan Tahmina Niyazova "Hero" inglese Eroe

Vincitori per paese[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie Paese Anno
1 Tagikistan Tagikistan 2008
Finlandia Finlandia 1980
Polonia Polonia 1979
URSS URSS 1978
Cecoslovacchia Cecoslovacchia 1977

Vittorie per lingua[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie Lingue Anno
1 Inglese 2008
Finlandese 1980
Polacco 1979
Russo 1978
Ceco 1977

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Clip from the movie The Secret History of the Eurovision Song Contest
  2. ^ Wladyslaw Szpilman, Songs composed by Wladyslaw Szpilman, szpilman.net, 1º dicembre 2005. URL consultato il 30 maggio 2014.
  3. ^ Roman Waschko, Finn Singer Triumphant At Sopot Contest, in Billboard, Nielsen Business Media, 6 settembre 1980, p. 65. URL consultato il 5 aprile 2011.
    «Two competitions were held at the 4th Intervision Song Festival in Sopot August 20–23, 1980: one for artists representing television companies, the other for those representing record companies. In the first the jury considered the artistic merits of the songs entered; while the performers' interpretation was judged in the second. The outcome was a victory for Finnish singer Marion in the first contest, "Where Is the Love?" taking the Grand Prix. Six year ago, the same artist won Grand Prix at the Sopot International Song Festival. First prize was shared by Czech performer, Marika Gombitová with "Declaration", and Russian Nikolai Gnatiuk for the song "Dance on a Drum".».
  4. ^ Intervision: The Russian proposed song contest with China, Central Asia (Shanghaiist: Shanghai News, Food, Arts & Events)
  5. ^ Putin mulls Intervision Song Contest (BBC World Service)
  6. ^ Vladimir Putin proposes rival to Eurovision Song Contest between Russia and central Asian countries (Daily Mail)
  7. ^ Paul Bartlett, Bearded Lady Spurs Russia to Revive Soviet-Era Song Contest, su eurasianet.org, eurasianet, 23 maggio 2014. URL consultato il 30 maggio 2014.
  8. ^ Wiliam Lee-Adams, Following Outrage Over Conchita, Russia Is Reviving Its Own Straight Eurovision, su newsweek.com, Newsweek, 25 luglio 2014. URL consultato il 30 luglio 2014.
  9. ^ Anthony Granger, Intervision: 2014 Contest Is Cancelled, in Eurovoix, 1º settembre 2014. URL consultato il 1º settembre 2014.
  10. ^ Anthony Granger, Intervision: Contest Moved To Autumn 2015, su Eurovoix.com. URL consultato il 16 aprile 2015.
  11. ^ a b Anthony Granger, Russia: Intervision To Return This October, su Eurovoix, 23 maggio 2014. URL consultato il 26 maggio 2014.
  12. ^ Paul Bartlett, Bearded Lady Spurs Russia to Revive Soviet-Era Song Contest, eurasianet.org, 23 maggio 2014. URL consultato il 30 maggio 2014.
  13. ^ (RU) Elenskiy Olga, Россия нашла замену "Евровидению", dni.ru. URL consultato il 1º giugno 2014.
  14. ^ a b c d Steve Rosenberg, The Cold War rival to Eurovision, BBC News, 14 maggio 2012. URL consultato il 31 maggio 2014.
    «Intervision winners».

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]