Classe Natya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classe Natya
Progetto 266M Akvamarin-M
IvanGolubets2005Sevastopol.jpg
La Ivan Golubec a Sebastopoli nel 2005
Descrizione generale
Naval Ensign of the Soviet Union.svg
Tipo dragamine
Numero unità 58
Utilizzatore principale Naval Ensign of the Soviet Union.svg Voenno-morskoj flot
Entrata in servizio 1970-1981
Caratteristiche generali
Dislocamento standard: 745 t
a pieno carico: 800 t
Lunghezza 61 m
Larghezza 10,2 m
Pescaggio 2,97 m
Propulsione due motori diesel da 2.500 hp ognuno
Velocità 16,5 nodi (31 km/h)
Autonomia 1.500 n.mi. a 12 nodi
Equipaggio 68
Equipaggiamento
Sensori di bordo un radar MR-302 "Rubka" da ricerca aerea/di superficie, 2 radar di navigazione "Don-D", un sonar "Nikhrom-R" IFF
Armamento
Artiglieria due torri binate da 30 mm AK-230
due mitragliere binate da 25 mm 2M-3M
due lanciarazzi ASW RBU-1200M "Uragan" quintupli
Missili due lanciatori quadrinati per missili Strela-2
Altro 32 mine BB-1 o 7 mine KMD-1000

dati tratti da [1]

voci di navi presenti su Wikipedia

La classe Natya (Progetto 266M Akvamarin-M secondo la designazione sovietica) fu una classe di dragamine oceanici della Voenno-morskoj flot, composta da 58 unità di quattro serie distinte entrate in servizio tra il 1970 e il 1981.

Evoluzione dei precedenti dragamine classe Yurka, i Natya sono equipaggiati con un pesante armamento sia per la difesa che per l'attacco ASW e hanno uno scafo amagnetico in quanto costruito in alluminio, nonostante i problemi di corrosione causati dall'acqua di mare; i Natya sono state largamente usate anche come posamine, come unità per il pedinamento dei gruppi navali NATO, e come navi per la raccolta di informazioni di intelligence.

Varie unità sono ancora in servizio con la Marina della Federazione Russa, mentre altre sono state esportate in paesi amici e alleati[1]:

L'Unione Sovietica produsse poi tra il 1978 e il 1988 per la Marina militare dell'India dodici dragamine della classe Pondicherry, una versione modificata dei Natya secondo specifiche indiane.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Seagoing minesweepers Project 266M Akvamarin-M, su russianships.info. URL consultato il 27 settembre 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Lista di nomi in codice NATO per navi sovietiche

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]