Christian Gross

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Christian Gross
Christian-gross.jpg
Dati biografici
Nome Christian Jurgen Gross
Nazionalità Svizzera Svizzera
Altezza 180 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex calciatore)
Ritirato 1985 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1973-1975 Grasshoppers Grasshoppers  ? (?)
1975-1978 Losanna Losanna  ? (?)
1978-1980 Neuchatel Xamax Neuchâtel Xamax  ? (?)
1980-1982 Bochum Bochum 29 (4)
1982-1983 San Gallo San Gallo  ? (?)
1983-1985 Lugano Lugano  ? (?)
Nazionale
Svizzera Svizzera 1 (0)
Carriera da allenatore
1988-1993 Wil Wil
1993-1997 Grasshoppers Grasshoppers
1997-1999 Tottenham Tottenham
1999-2009 Basilea Basilea
2009-2010 Stoccarda Stoccarda
2011-2012 Young Boys Young Boys
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 luglio 2011

Christian Gross (Hinwil, 14 agosto 1954) è un allenatore di calcio ed ex calciatore svizzero.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Ha iniziato la sua carriera nel Grasshoppers, che ha lasciato nel 1975. Dopo tre anni al Losanna e due al Neuchâtel Xamax, si è trasferito nel 1980 in Germania per giocare nel Bochum, team della Bundesliga, con cui ha disputato 29 gare segnando 4 reti. Nel 1982 è tornato in Svizzera, giocando per tre anni al San Gallo ed al Lugano.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

È stato selezionato una sola volta per la Nazionale di calcio svizzera.

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Ha iniziato la sua carriera da manager nel Wil, team della Seconda Lega del campionato di calcio svizzero (quarto livello), dove agiva da giocatore-allenatore. Durante il suo periodo, tra il 1988 ed il 1993, il Wil ha raggiunto la Prima Lega e in seguito la Lega Nazionale B, l'attuale Challenge League. Passato al Grasshoppers nel 1993, il club di Zurigo sotto la sua guida vince due campionati e la Coppa Svizzera.

Passato al Tottenham Hotspur, inizia il periodo a Londra con il Tottenham nella zona retrocessione. Ad aumentare i suoi problemi nella gestione della squadra ci pensa il governo inglese, che nega il permesso di lavoro al preparatore Fritz Schmid, che ha avuto un ruolo fondamentale nella pianificazione degli allenamenti al Grasshoppers, e dunque non può ricoprire il suo ruolo nella società.[senza fonte] Termina la stagione 1997-98 a 4 punti dalle retrocesse.

La stagione 1998-99 dura solo tre gare, dopo due sconfitte il presidente degli Spurs Alan Sugar lo licenzia.

Dopo essere stato cacciato dal Tottenham, torna nella nativa Svizzera, trovando lavoro come manager del Basilea. Mentre i tabloids inglesi lo descrivevano come un incompetente, ricostruisce la squadra renana con cui raggiunge in seguito grandi successi.

Sotto la sua guida il Basilea vince quattro campionati svizzeri, quattro Coppe Svizzere e disputa un'ottima Champions League nella stagione 2002-03, superando la prima fase a gironi ed arrivando al terzo posto nella seconda fase a gironi, sconfiggendo anche la Juventus, dopo aver battuto il Celtic, pareggiato con il Liverpool due volte e con il Manchester United. Queste vittorie gli hanno permesso di rivalutare la sua figura nelle opinioni dei giornalisti inglesi.

Il 28 maggio 2009 il Basilea decide di licenziarlo perché non ha raggiunto i traguardi stagionali. Il 6 dicembre 2009 firma per lo Stoccarda, rilevando l'esonerato Markus Babbel, licenziato per il disastroso avvio di campionato della squadra. Riconfermato ai nastri di partenza della stagione successiva, viene esonerato il 13 ottobre 2010[1].

L'8 maggio 2011 firma un contratto con la società Young Boys e siederà sulla panchina dalla stagione calcistica 2011-2012[2].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Grasshoppers: 1994-1995, 1995-1996, 1997-1998
Basilea: 2001-2002, 2003-2004, 2004-2005, 2007-2008
Grasshoppers: 1993-1994
Basilea: 2001-2002, 2002-2003, 2006-2007, 2007-2008

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Stoccarda, esonerato il tecnico Gross in Tuttomercatoweb.com, 13 ottobre 2010.
  2. ^ UFFICIALE: Young Boys, Gross nuovo allenatore in Tuttomercatoweb.com, 8 maggio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]