Cabanne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cabanne
frazione
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Liguria.svg Liguria
Città metropolitana Città metropolitana di Genova-Stemma.png Genova
Comune Rezzoaglio-Stemma.png Rezzoaglio
Territorio
Coordinate 44°33′N 9°21′E / 44.55°N 9.35°E44.55; 9.35 (Cabanne)Coordinate: 44°33′N 9°21′E / 44.55°N 9.35°E44.55; 9.35 (Cabanne)
Altitudine 809 m s.l.m.
Abitanti 44 (2 013)
Altre informazioni
Cod. postale 16048
Prefisso 0185
Fuso orario UTC+1
Patrono san Bernardo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cabanne
Cabanne

Cabanne d'Aveto è una frazione del comune di Rezzoaglio, nella val d'Aveto.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Posto all'altitudine di 809 m s.l.m. nel fondovalle della alta val d'Aveto, in una zona pianeggiante di prati e pascoli. Fa parte della Comunità Montana Valli Aveto, Graveglia e Sturla.

Il paese è attraversato dalla Strada statale 586 della Valle dell'Aveto e situato in prossimità del bivio con la strada che, attraverso il passo del Fregarolo, mette in comunicazione la val d'Aveto con l'alta val Trebbia. È frequentato da appassionati di pesca sportiva.

Pur essendo una piccola frazione può vantare due razze autoctone: le vacche di razza cabannina e la patata cabannese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Già storicamente appartenente al feudo imperiale di Santo Stefano d'Aveto, come il capoluogo di Rezzoaglio, sarà con la dominazione francese di Napoleone Bonaparte dal 1797 che il paese acquisì una propria autonomia amministrativa[1], così come l'abitato di Priosa, all'interno del Primo Impero francese. La municipalità di Cabanne fu quindi soppressa dal 1804[1] e unita, assieme a Priosa, alla municipalità di Rezzoaglio; l'anno successivo il paese cabannino viene ceduto[1] al comune di Santo Stefano d'Aveto.

Dopo la soppressione della stessa municipalità di Rezzoaglio, avvenuta nel 1815[1] in favore del vicino comune santostefanino, la frazione di Cabanne ritornò a far parte del neo costituito comune rezzoagliese dal 1918[1].

La chiesa di San Bernardo, sede della parrocchia omonima, conserva al suo interno due opere pittoriche quali La deposizione dalla Croce e la Resurrezione del pittore Giovanni Lanfranco.

In cantoria lignea, sopra il portale d'ingresso, è ubicato l'organo storico costruito nel 1905 dalla ditta Giuseppe Cavalli di Piacenza : lo strumento è stato restaurato nel 1999 dall'organaro Angelo Rosaguta di Recco su iniziativa dell'allora parroco don Emilio Coari e grazie ai contributi di parrocchiani e volontari. Il collaudo dell'organo ed il concerto di inaugurazione per il restauro dello strumento sono stati eseguiti dal maestro Ljuba Moiz nel suddetto anno in occasione della festa del santo patrono san Bernardo abate.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Fonte dal sito del Sistema Informatico Unificato per le Soprintendenze Archivistiche, siusa.archivi.beniculturali.it. URL consultato il 20-8-2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[1][modifica | modifica wikitesto]

Liguria Portale Liguria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Liguria