Associazione Calcio Femminile Arezzo Associazione Sportiva Dilettantistica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
A.C.F. Arezzo A.S.D.
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Amaranto con cavallo rampante.png Amaranto
Simboli Cavallo rampante
Dati societari
Città Arezzo
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Serie B
Fondazione 1981
Presidente Italia Maria Chiara Tavanti
Allenatore Italia Luca Bonci
Stadio Stadio Luciano Giunti
( posti)
Sito web www.acfarezzo.it
Palmarès
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Dati aggiornati al 22 novembre 2018
Si invita a seguire il modello di voce

L'Associazione Calcio Femminile Arezzo Associazione Sportiva Dilettantistica, meglio conosciuta come A.C.F. Arezzo, è una società calcistica femminile italiana con sede nella città di Arezzo. Milita in Serie B, seconda serie del campionato italiano di calcio femminile.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Con l'aumentare della popolarità del calcio femminile in Italia e nel territorio toscano, nel 1981 su iniziativa di un gruppo di appassionati viene fondata la società con la denominazione Arezzo Calcio Femminile, prima realtà calcistica femminile della città di Arezzo. La squadra, che viene inizialmente iscritta ai campionati regionali, al termine della stagione 1985-1986 si classifica al primo posto della Serie C Toscana acquisendo il diritto di disputare per la prima volta nella sua storia sportiva il campionato di Serie B, a quel tempo secondo livello del campionato italiano di calcio femminile.[1]

Negli anni successivi la competitività della squadra aumenta progressivamente e dal settimo posto nel campionato Serie B, girone B, che la vede retrocedere in Serie C poi essere riammessa in Serie B a completamento organico nel successivo campionato, terminato ancora al settimo posto ma che le vale la salvezza, arriva al secondo posto nel girone B del campionato di Serie B 1991-1992, dietro all'Agliana, sfuggendole la promozione nel campionato italiano di vertice, la Serie A.

Tuttavia, causa la rinuncia all'iscrizione da parte della Turris e ancora grazie a un ripescaggio a completamento organico, l'Arezzo è iscritto al campionato di Serie A 1992-1993. La stagione si rivela comunque piena di difficoltà, con la squadra dotata di una caratura tecnica mediamente inferiore alle avversarie, terminando il campionato al sedicesimo e ultimo posto, con all'attivo solo una vittoria, 1-0 sulla Lazio CF alla 20ª giornata, quattro pareggi e 25 sconfitte, retrocedendo in cadetteria.

In quel periodo la società è comunque comunque impegnata, seppur a livello amichevole, in ambito internazionale, partecipando ai tornei di Mastricht, Parigi e Barcellona, oltre che all'Easter Cup di Praga, che aumentano il palmarès della società con tre vittorie e quattro medaglie d'oro.[1]

Negli anni successivi la squadra scivola dalla Serie B, 12º posto nella stagione 1993-1994, alla Serie C regionale, ritornando in Serie B, ancora per ripescaggio, nel campionato 1997-1998, 5º nel girone A e 9º in quello successivo, tuttavia difficoltà economiche costringono la società a rinunciare alla Serie B.

Nel 2003 avviene un primo importante avvicendamento alla presidenza della società, con Egidio Scaccini che lascia la responsabilità a Massimo Tucci, alla sua prima esperienza dirigenziale. La nuova gestione eredita e sviluppa il vivaio delle proprie tesserate, che nella formazione Giovanissime vincono il campionato regionale 2003-2004, andando a formare l'ossatura della squadra titolare che negli anni successivi riesce a mantenere livelli da conquistare un'agevole salvezza nella Serie C Toscana fino alla promozione in Serie B al termine della stagione 2009-2010 come seconda migliore classificata al torneo.[1]

Il suo ritorno alla Serie B, questa volta però al terzo livello della piramide calcistica nazionale, coincide con il cambio di denominazione in Associazione Calcio Femminile Arezzo Associazione Sportiva Dilettantistica e una stagione chiusa al 10º posto, salvandosi con tre giornate di anticipo, ma ancora una volta la mancanza di fondi consiglia la società di ripresentarsi in Serie C per la stagione successiva.

Nel 2012 avviene un nuovo avvicendamento nell'organigramma societario, con Tucci che lascia la presidenza a Maria Chiara Tavanti, già giocatrice dell'Arezzo e precedentemente alla guida della società Free Sisters, assumendo l'incarico di vicepresidente. Tavanti avvia un processo di rinnovamento, istituendo prima una Scuola Calcio e ottenendo un'affiliazione con l'allora U.S. Arezzo, squadra di calcio maschile iscritta alla Lega Pro.[1] La squadra, ripescata a completamento organico in Serie B per la stagione 2016-2017, inserita nel girone A ottiene il 5º posto e la conseguente agevole salvezza, mentre riesce al termine del campionato successivo a raggiungere il 2º posto dietro al Florentia S.G. ottenendo l'accesso al nuovo e rinnovato campionato di Serie B nazionale a 12 squadre per la stagione entrante.

Nel luglio 2018, prima dell'inizio della stagione, viene dato l'annuncio della collaborazione ufficiale con l'Arezzo maschile, partnership che pur mantenendo la continuità dell'identità societaria alla squadra femminile garantirà l'utilizzo delle strutture della squadra maschile, come ad esempio l'utilizzo dello Stadio Città di Arezzo per le partite interne prima di poter disporre, dopo avvenuta omologazione, del Centro Sportivo Le Caselle.[2]

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria della A.C.F. Arezzo A.S.D.
  • 1981 - Fondazione dell'Arezzo Calcio Femminile.
  • ...
  • 1986-1987 - 7º nel girone B della Serie B. Retrocesso in Serie C, poi riammesso in Serie B.
  • 1987-1988 - 7º nel girone B della Serie B.
  • 1988-1989 - 4º nel girone B della Serie B.
  • 1989-1990 - 9º nel girone B della Serie B.
  • 1990-1991 - 3º nel girone B della Serie B.
  • 1991-1992 - 2º nel girone B della Serie B. Ripescato in Serie A.
  • 1992-1993 - 16º in Serie A. Retrocesso in Serie B.
? in Coppa Italia.
  • 1993-1994 - 12º nel girone B della Serie B. Retrocesso in Serie C regionale.
  • 1994-1996 - in Serie C regionale Toscana.
  • 1996-1997 - ? in Serie C regionale Toscana. Ripescato in Serie B.
  • 1997-1998 - 5º nel girone A della Serie B.
  • 1998-1999 - 9º nel girone A della Serie B. Rinuncia alla Serie B.
  • ...
  • 2005-2006 - 5º in Serie C Toscana.
  • 2006 - Cambio di denominazione in Associazione Sportiva Dilettantistica Arezzo Calcio Femminile.
  • 2006-2007 - 7º in Serie C Toscana.
  • 2007-2008 - 7º in Serie C Toscana.
  • 2008-2009 - 5º in Serie C Toscana.
  • 2009-2010 - 2º in Serie C Toscana. Promosso in Serie B.
  • 2010 - Cambio di denominazione in Associazione Calcio Femminile Arezzo Associazione Sportiva Dilettantistica.
  • 2010-2011 - 10º nel girone B della Serie B. Si iscrive in Serie C.
Primo turno in Coppa Italia.
  • 2011-2015 - in Serie C Toscana.
  • 2015-2016 - 5º in Serie C Toscana. Ripescato in Serie B.
  • 2016-2017 - 8º nel girone B della Serie B.
Primo turno in Coppa Italia.
  • 2017-2018 - 2º nel girone A della Serie B.
Primo turno in Coppa Italia.
Primo turno in Coppa Italia.

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori dell'A.C.F. Arezzo A.S.D.

Calciatrici[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatrici dell'A.C.F. Arezzo A.S.D.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

1991-1992

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2018-2019[modifica | modifica wikitesto]

Rosa e numeri aggiornati al 22 novembre 2018[3].

N. Ruolo Giocatore
Italia P Simona Anselmi
Italia P Alice Antonelli
Italia D Maria Costanza Aterini
Italia D Carolina Baracchi
Italia D Giorgia Casula
Italia D Alice Ferrazza
Italia D Irene Narducci
Italia D Roberta Razzoli
Italia D Laura Teci
Italia D Agnese Zeghini
Italia C Lidia Arzedi
N. Ruolo Giocatore
Italia C Ilaria Borghesi
Italia C Chiara Bove
Italia C Lucrezia Mencucci
Italia C Carlotta Moscia
Italia C Valentina Simeone
Italia A Isabella Carta
Italia A Laura Ceccarelli
Italia A Lucrezia Di Fiore
Italia A Francesca Mazzini
Italia A Costanza Razzolini
Italia A Rosa Russo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d La Storia, su acfarezzo.it. URL consultato il 9 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2018).
  2. ^ Arezzo Calcio Femminile: nuova partnership con la società S.S. Arezzo, su La Nazione, 19 luglio 2018. URL consultato il 19 luglio 2018.
  3. ^ Rosa 2018-2019, su femminile.football.it. URL consultato il 22 novembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]