Ascovirus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ascoviridae)
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ascovirus
Immagine di Ascovirus mancante
Classificazione dei virus
Dominio Acytota
Gruppo Gruppo I (Virus a dsDNA)
Ordine non assegnato
Famiglia Ascoviridae
Genere Ascovirus
Specie

Gli Ascovirus sono un genere di virus a DNA a doppio filamento, facenti parte del gruppo I della classificazione di Baltimore. Costituiscono l'unico genere della famiglia Ascoviridae[1]

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

Il virione è rivestito da un involucro che racchiude una membrana lipidica interna legata al capside. Può essere di forma bastoncellare o ovoidale, con un raggio di 130 nm per una lunghezza di 200-240 nm. Il capside è a simmetria complessa[2].

Genoma[modifica | modifica wikitesto]

Genoma degli Ascovirus

Il genoma è costituito da un'unica molecola di DNA a doppio filamento, con un contenuto guanina+citosina variabile a seconda della specie dal 42% al 60%[2]. È circolare e lungo 156-186 kbp e possiede due sequenze ripetute invertite in tandem[3]

Replicazione[modifica | modifica wikitesto]

Gli Ascovirus infettano gli insetti dell'ordine dei lepidotteri[2]. Il virus interagisce con i recettori della cellula dell'ospite e viene internalizzato per endocitosi. L'involucro virale si fonde con la membrana della vescicola e il DNA virale viene rilasciato nel nucleo. Vengono trascritti i geni virali e replicato il DNA virale. A causa del notevole aumento di dimensioni, il nucleo cellulare va incontro a rottura e i virioni vengono assemblati nel citoplasma. Infine la cellula ospite viene divisa in una serie di vescicole contenenti virioni.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Gli Ascovirus costituiscono l'unico genere della famiglia degli Ascoviridae, la quale non è ancora stata assegnata ad alcun ordine. Comprendono quattro specie[1]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b ICTV taxonomy, su ictvonline.org, 2009. URL consultato il 7 dicembre 2011.
  2. ^ a b c ICTVdb [collegamento interrotto], su ictvdb.bio-mirror.cn. URL consultato il 7 dicembre 2011.
  3. ^ Viralzone root [collegamento interrotto], su viralzone.expasy.org. URL consultato il 7 dicembre 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Microbiologia Portale Microbiologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Microbiologia