Iridoviridae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Iridoviridae
CSIRO ScienceImage 2010 Ranavirus Pathogen.jpg
Immagine al microscopio elettronico a trasmissione di Ranavirus sp.
Classificazione scientifica
Dominio Varidnaviria
Regno Bamfordvirae
Phylum Nucleocytoviricota
Classe Megaviricetes
Ordine Pimascovirales
Famiglia Iridoviridae
Sottofamiglie

Iridoviridae è una famiglia di virus caratterizzati tutti da un genoma costituito da un'unica molecola di DNA a doppio filamento appartenente all'ordine Pimascovirales. La famiglia contiene sei generi: Chloriridovirus, Decapodiridovirus, Iridovirus, Lymphocystivirus, Megalocytivirus, e Ranavirus. Gli iridovirus infettano soprattutto gli invertebrati, ma anche alcuni vertebrati come pesci e rane. Il genoma è tipicamente composto da un numero variabile di nucleotidi compreso fra 150000 e 280000. Il capside ha simmetria icosaedrica ed il virione si compone di tre regioni: il capside proteico esterno, una membrana lipidica intermedia e un cuore centrale contenente un complesso di DNA e proteine associate. Molti dei virus di questa famiglia possono poi possedere anche un envelope lipidico esterno.

Replicazione[modifica | modifica wikitesto]

L'impacchettamento finale del virione avviene nel citoplasma della cellula ospite, ma altre fasi della replicazione si svolgono nel nucleo. All'inizio la particella virale entra nella cellula e perde il suo rivestimento. Il DNA virale dunque migra nel nucleo della cellula ospite e viene trascritto da una RNA polimerasi di tipo II prodotta dall'ospite stesso e modificata dal virus. Contemporaneamente la produzione di macromolecole da parte della cellula ospite cessa. Il genoma originario del virus produce una nuova molecola di DNA che diviene la copia funzionale per la replica nel citoplasma. Grandi catene di DNA vengono formate nel citoplasma attraverso processi di ricombinazione genetica. Alla fine, questi nuovi genomi vengono impacchettati a formare virioni che escono all'esterno della cellula ospite per gemmazione dalla membrana (acquistando in questo modo un envelope lipidico) o in seguito alla lisi della stessa.

Espressione genetica[modifica | modifica wikitesto]

La trascrizione avviene in tre stadi; precoce, intermedio e tardivo. Stimoli positivi e meccanismi di regolazione a feed-back negativo esistono in ognuno di essi.

Patogenesi[modifica | modifica wikitesto]

Poco si sa riguardo alla patogenesi degli iridovirus. Essa è, comunque, dipendente dalla temperatura e proprio per questo gli iridovirus possono infettare efficacemente solo ospiti pecilotermi

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

MicrobiologyBytes: Iridoviruses

Viral Bioinformatics Resource Center & Viral Bioinformatics – Canada, University of Victoria

The Universal Virus Database of the International Committee on Taxonomy of Viruses

Controllo di autoritàLCCN (ENsh89004919 · J9U (ENHE987007532266705171
  Portale Microbiologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Microbiologia