Andrea Alberti (musicista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Andrea Alberti
NazionalitàItalia Italia
GenereJazz
World music
Fusion
Periodo di attività musicale1981 – in attività
StrumentoPianoforte/ Synth
Album pubblicati22
Studio21
Live1

Andrea Alberti (Trapani, 19 luglio 1949) è un pianista, compositore, tastierista Jazz fusion italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia lo studio del pianoforte da autodidatta nel 1974. Si trasferisce a Roma nel 1978 dove segue per diversi anni i corsi di jazz presso la Scuola Popolare di Musica di Testaccio e diversi seminari con i musicisti: Dave Burrel, Steve Lacy, Curtis Fuller, David Tudor, Alain Mechoulam.

Inizia la sua carriera concertistica nel 1981 con il quintetto Algèmona con il quale viene invitato l'anno dopo a Perugia per l'Umbria Jazz Festival. Nel 1982 inizia anche a proporsi come tastierista suonando oltre al piano anche il synth, strumento molto efficace ed interessante per la ricerca di nuove sonorità, colori e stimoli per le sue composizioni che già in quel periodo avevano una chiara vocazione melodica mediterranea.

Nel 1985 inizia la sua collaborazione didattica con la Scuola Popolare di Musica di Testaccio dove insegna tuttora pianoforte jazz e armonia. Numerosi i seminari sulla musica jazz che ha tenuto sia in Italia che all'estero Palermo, Perugia, Roma, Vasto, Venezia, Spoleto, Medellín (Colombia).

Nel 1986 cofonda un gruppo di jazz-fusion, il Rodolfo Maltese Group con Toni Armetta al basso, Rodolfo Maltese alla chitarra, Francesco Marini al sax, Walter Martino alla batteria e Massimo Carrano alle percussioni. Incide un album pubblicato da una etichetta indipendente la AMS nel 2009.

Ha all'attivo numerose incisioni discografiche e si è esibito con varie formazioni in diversi jazz Festival in Italia e all'estero (Francia, Stati Uniti, Colombia, Turchia, Corea del Sud). È stato invitato più volte da Radio Tre - Radio Tre Suite ('95/'96), Invenzioni a due voci (2001). Radiouno - Notturno Italiano (2003), Radio Città Futura ('99/2003), Radio Wave (2003), Radio Onde Furlane (2003), Radio Popolare (2003), Radio Fandango (2009), Radiouno-GianVarietà (2012), Radio Vaticana - Diapason (2013), Radio Tre - Radio Tre Suite " La stanza della musica " (2014), Radio Vaticana - Jazz feeling (2014).

Dal 1992 dirige l'Orchestra Mediterranea di Andrea Alberti, da lui stesso fondata, con la quale propone esclusivamente composizioni originali che coniugano il linguaggio jazzistico, con la semplicità delle melodie del mediterraneo e la sapienza dell'armonia occidentale. Il suo pianismo fresco ed aggraziato, elegante e popolare nel contempo, è da sempre teso a quella corrente musicale che riveste l'improvvisazione di colori, suggestioni e significati mediterranei.

Nel 2007 fonda con Bob Salmieri (Milagro acustico), Tonj Acquaviva (Agricantus), Maurizio Catania (Unaddarè) il collettivo artistico Mediterranea Sicilia Project, con lo scopo di diffondere la cultura del Mediterraneo in tutte le sue forme: nuove realtà artistiche, saggi, documentari, concerti, ricerca delle tradizioni popolari della Sicilia e del mediterraneo in genere.

Nel 2009 il regista egiziano Mohamed Kenawi, ha dato ampio spazio alla ricerca musicale di Alberti. nel film Quando la musica suona, prodotto dalla Domino film e Al Jazeera Documentary Channel.

Nel 2009 è stato invitato con la sua Orchestra Mediterranea al MEDJAZZ che si è svolto nelle più prestigiose università turche e in Italia: Yildiz Technical University (Istanbul), Middle East University (Ankara), Mersin University (Mersin), Pamukkale University (Denizli), Teatro Palladium (Roma). Il progetto è stato patrocinato e condotto dall'Unione europea, dall'Istituto Italiano di Cultura di Ankara, dal METU (Università Tecnica del Medio Oriente) e da Mediterranea Sicilia Project.

Nel 2010 ha tenuto il concerto finale ad Ankara per il Final Evaluation Meeting organizzato dall'Istituto Italiano di Cultura. Nel 2011 è stato invitato con il suo Quartetto Mediterraneo al XIV Jazz Festival International di Ankara,(Turchia) Nel 2012 a Milano nel corso della XVI Conferenza Internazionale della "Generative Art" è stata presentata la composizione " Porta Ossuna" che è stata composta da Alberti per un'opera di "Musical Painting" dell'artista/pittore Roberto Bono. Il progetto è di: Yiannis Papadopoulos, David Parker, Martin Walker , Emma-Jane Alexander , Departement of computer Science, University of Hull, United Kingdom, Aziz Asghar, Hull Work medical School. Nel 2018 è stato invitato dall' Università Roma 3 ad esibirsi per la Rassegna di Concerti e Cultura musicale " MUSICAInFormazione ", curata dal direttore artistico Raffaele Pozzi. Il concerto "Jazz e transiti mediterranei nel pianoforte di Alberti " ha aperto il XXV Congresso 2018 dell'International Association People-Environment Studies (IAPS) .

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Per quanto concerne l'attività concertistica e discografica ha collaborato con diversi musicisti e gruppi musicali: Algèmona group, Ian Carr ( Nucleus ), Robin Kenyatta, Rodolfo Maltese (Banco) group, Antonello Salis, Almanova, Agricantus, Volkan Gucer, Toni Germani quartetto, Famoudou Don Moye ( Art Ensemble of Chicago ), Joy Garrison, Bob Salmieri, Milagro acustico, Maria Pia De Vito, Glen Velez, Mediterranea trio,Tullio Visioli, Layne Redmond, Ozge Metin, Ali Omer Oral, Luigi Cinque, Beppe Capozza, Gregg Koyle, Bruno Tommaso.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Teatro / Documentari / Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Come compositore ha scritto per spettacoli teatrali, documentari e cortometraggi .

  • 1983 - "Tropici" - regia di Lisi Natoli
  • 1986 - "A Sergej Esenin" - regia di Lisi Natoli
  • 1988 - "Ritratti Proibiti" - di Lisi Natoli e Riccardo Reim
  • 1989 - "Frammenti di poesia in movimento dedicati alla salina" - Felix culpa teatro/arte/musica
  • 1990 - "Amleto" di Jules Laforgue - regia di Fulvio D'Angelo
  • 1991 - "Oraziana" - regia di Lisi Natoli - con Giorgio Albertazzi
  • 1994 - "Io,marco valerio catullo" - a cura e traduzione di Lisi Natoli- con Giorgio Albertazzi
  • 1996 - "Testamento di sangue" - regia di Memè Perlini
  • 1996 - "Conterrò" ( con te roma ) - video di Guido Cosentini - ( Mediateca Roma ) "Roma:Immagini e immaginario"
  • 1996 - "Museo interiore" - regia di Simone Carella
  • 2001 - "Il sale e il sangue"- performance multimediale di Ninni Ravazza e Fabio Marino- con Gianni Gebbia (sax)
  • 2001 - "lezioni di cattiveria" - di e con Lucia Poli - con Andrea Farri
  • 2003 - "La tonnara nascosta" - documentario di Ninni Ravazza e Giuseppe Maurici
  • 2003 - "Nel mare del non dormito sonno"- regia di Betty lo Sciuto - con Roberto Laneri ( sax)
  • 2003 - "Documentario" Orchestra Mediterranea di Andrea Alberti- regia di Stefano Di Leo
  • 2004 - "L'età del ferro" - documentario di Stefano Di Leo
  • 2006 - "The Myth" - cortometraggio di Rosa Pianeta - con Abel Ferrara
  • 2008 - "Il laboratorio merceologico d'avanguardia" - documentario di Jo Amodio
  • 2009 - "Quando la Musica Suona" - Musica orientale con Mani occidentali - film di Mohamed Kenawi prodotto da: Domino film e Al Jazeera Documentary Channel
  • 2009 - "Elymah Drama Cantvs" - documentario di Mario Giacalone
  • 2012 - "West" musical Painting by Roberto Bono, "Porta Ossuna" music by Andrea Alberti project by Yiannis Papadopoulos XVI Generative Art Festival (Milano)
  • 2019 - "Parlare d'Arte al Pigneto" - documentario di Jo Amodio

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]