Amalie Dideriksen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Amalie Dideriksen
2015 UEC Track Elite European Championships 277.JPG
Dideriksen ai campionati europei su pista 2015
Nazionalità Danimarca Danimarca
Altezza 175[1] cm
Peso 62[1] kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada, pista
Squadra Boels-Dolmans
Carriera
Squadre di club
2015-Boels-Dolmans
Nazionale
2015-Danimarca Danimarcastrada
2015-Danimarca Danimarcapista
Palmarès
Campionati del mondo su strada 1 0 1
Campionati del mondo su pista 0 1 1
Campionati europei su pista 1 1 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al agosto 2018

Amalie Dideriksen (Tårnby, 24 maggio 1996) è una ciclista su strada e pistard danese che corre per il team Boels-Dolmans. Due volte campionessa del mondo Juniors, nel 2016 ha vinto la prova in linea Elite dei campionati del mondo su strada a Doha.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dideriksen comincia a gareggiare nel ciclismo nel 2005[2]. Dopo alcuni titoli giovanili, nella categoria Juniors su strada si aggiudica il titolo mondiale in linea sia nell'edizione iridata 2013 a Firenze che nell'edizione 2014 a Ponferrada. Sempre nel 2014 si aggiudica il titolo nazionale assoluto in linea, guadagnandosi il passaggio tra le Elite nel 2015 con la forte formazione olandese Boels-Dolmans (contratto biennale)[2]. Per quanto riguarda l'attività su pista, nel 2012 vince tre titoli nazionali Open e nel 2014 si laurea campionessa mondiale Juniors nello scratch (aveva già vinto il bronzo iridato l'anno prima).

Tra fine 2014 e inizio 2015 partecipa, su pista, ad alcuni eventi di Coppa del mondo e alla gara di omnium dei campionati del mondo in Francia. Nella primavera 2015, al debutto su strada tra le Elite, partecipa alle gare in Belgio e Paesi Bassi, mentre tra giugno e luglio corre l'Auensteiner-Radsporttage e il Women's Tour, e si aggiudica il suo secondo titolo nazionale in linea. Nel finale di stagione vince la classifica delle giovani al Tour of Norway e quindi, al Belgium Tour, una tappa, la classifica a punti e quella delle giovani (è invece seconda nella graduatoria generale); conclude l'annata con la partecipazione alla prova Elite dei campionati del mondo di Richmond. In luglio conquista anche due titoli europei Under-23 su pista, nell'inseguimento individuale e nello scratch[2], mentre in ottobre, ai campionati europei Elite su pista, è medaglia d'argento nell'omnium, preceduta solo dalla campionessa olimpica Laura Trott.

Apre la stagione 2016 con l'obiettivo di qualificarsi alla gara dell'omnium dei Giochi olimpici di Rio de Janeiro in programma in agosto, riuscendovi dopo il decimo posto di specialità ai Campionati del mondo di Londra. Comincia la stagione su strada solo in aprile, all'Energiewacht Tour, e in maggio prolunga il contratto con Boels-Dolmans fino a tutto il 2018[3], partecipando poi al Festival Elsy Jacobs, al Women's Tour e al Giro d'Italia. Giunta in forma all'appuntamento dell'omnium olimpico, dopo essersi issata al quarto posto dopo tre prove, compromette la prestazione con gli ultimi posti sia nei 500 metri a cronometro che nel giro lanciato; scivolata al nono posto, riesce a vincere l'ultima prova, la corsa a punti (con 85 punti), risalendo al quinto posto finale[4]. Nella seconda parte di stagione ottiene i primi successi dell'anno su strada: prima una tappa e la cronometro a squadre allo Holland Tour, poi, il 15 ottobre, a sorpresa, il titolo iridato Elite in linea ai campionati del mondo su strada a Doha, riuscendo a battere in volata per solo mezza ruota la velocista olandese Kirsten Wild e le altre favorite[5].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

Campionati danesi, prova a cronometro Juniors
Campionati del mondo, prova in linea Juniors
Campionati danesi, prova in linea
Campionati del mondo, prova in linea Juniors
  • 2015 (Boels-Dolmans Cycling Team, due vittorie)
Campionati danesi, prova in linea
2ª tappa Belgium Tour (Moorslede > Moorslede)
  • 2016 (Boels-Dolmans Cycling Team, una vittoria)
1ª tappa Holland Tour (Tiel > Tiel)
Campionati del mondo, prova in linea
  • 2017 (Boels-Dolmans Cycling Team, una vittoria)
Ronde van Drenthe
  • 2018 (Boels-Dolmans Cycling Team, quattro vittorie)
4ª tappa The Women's Tour (Wychavon > Worcester)
Campionati danesi, prova in linea
3ª tappa Holland Tour (Gennep > Gennep)
4ª tappa Holland Tour (Stramproy > Weert)

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2015 (Boels-Dolmans Cycling Team)
Classifica giovani Tour of Norway
Classifica a punti Belgium Tour
Classifica giovani Belgium Tour
  • 2016 (Boels-Dolmans Cycling Team)
1ª tappa Energiewacht Tour (Groninga, cronosquadre)
2ª tappa Holland Tour (Gennep, cronosquadre)
  • 2017 (Boels-Dolmans Cycling Team)
2ª tappa Healthy Ageing Tour (Baflo, cronosquadre)
1ª tappa Giro d'Italia (Aquileia > Grado, cronosquadre)
Vargarda UCI Women's WorldTour TTT (cronosquadre)
  • 2018 (Boels-Dolmans Cycling Team)
3ª tappa, 2ª semitappa Healthy Ageing Tour (Stadskanaal, cronosquadre)
Vargarda UCI Women's WorldTour TTT (cronosquadre)

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Campionati danesi, corsa a punti
Campionati danesi, scratch
Campionati danesi, omnium
Campionati del mondo, scratch Juniors
Campionati europei Juniores/U23, inseguimento individuale Under-23
Campionati europei Juniores/U23, omnium Under-23
Campionati danesi, omnium
Campionati danesi, velocità
Campionati danesi, corsa a punti
Grand Prix Brno, scratch
Grand Prix Brno, omnium
Campionati danesi, omnium
Grand Prix Prostějov, omnium
Campionati europei, americana (con Julie Leth)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2016: 37ª
2017: 69ª

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Amalie Dideriksen, su rio2016.com. URL consultato il 16 ottobre 2016.
  2. ^ a b c (EN) Amalie Dideriksen, su Boelsdolmanscyclingteam.com. URL consultato il 16 ottobre 2016.
  3. ^ (EN) Dideriksen re-signs with Boels-Dolmans, su Boelsdolmanscyclingteam.com, 30 maggio 2016. URL consultato il 16 ottobre 2016.
  4. ^ (EN) Olympic Games: Trott claims Omnium gold, su Cyclingnews.com, 17 agosto 2016. URL consultato il 16 ottobre 2016.
  5. ^ (EN) Amalie Dideriksen Outpowers the Favourites to Capture Elite Women’s Road Race Gold, su Uci.ch, 15 ottobre 2016. URL consultato il 16 ottobre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]