Alessandra Celentano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Alessandra Celentano (Milano, 17 novembre 1966) è una coreografa, insegnante ed ex ballerina italiana.

Dopo una carriera con ruoli da prima ballerina nell'Aterballetto in coreografie di Alvin Ailey, William Forsythe, George Balanchine e Glen Tetley, con tour in tutto il mondo, lavora con Elisabetta Terabust ed Amedeo Amodio e diventa maître de ballet al Teatro alla Scala, al Teatro dell'Opera di Roma, al Teatro San Carlo di Napoli e al Teatro Comunale di Firenze.

Nel corso degli anni collabora con grandi interpreti del mondo della danza come Carla Fracci, Roland Petit, Alessandra Ferri, Gheorghe Iancu, Roberto Bolle, Massimo Murru, Luciana Savignano, Oriella Dorella, Ambra Vallo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È figlia di Alessandro Celentano, fratello del cantautore Adriano Celentano, che è quindi suo zio, e cugina del cantautore Gino Santercole, figlio di Rosa Celentano, sorella di Alessandro e Adriano. Da bambina inizia a studiare danza con maestri di fama internazionale, fino a perfezionarsi all'Opera di stato di Budapest. Successivamente, grazie a una borsa di studio, frequenta il Corso di Perfezionamento Professionale di danza a Reggio Emilia, che anni dopo la vedrà come docente.[1]

A metà degli anni '80 entra a far parte dell'Aterballetto diretto da Amedeo Amodio, dove interpreta ruoli da prima ballerina in coreografie di alcuni tra i più grandi coreografi del Novecento (Ailey, Balanchine, Forsythe, Tetley, Childs e altri) e balla accanto a grandi interpreti del mondo della danza (Elisabetta Terabust, Alessandra Ferri, Monique Loudières, Alessandro Molin, Vladimir Derevianko, Julio Bocca).[2] Prende parte a tournée in Europa, Stati Uniti, Canada, Brasile, Algeria, Tunisia e Venezuela. Diretta da Amodio e Gheorghe Iancu, è tra i protagonisti di alcuni tra i più prestigiosi balletti degli anni '80 e '90 come Lo schiaccianoci,[3] Carmen,[4] Riccardo III.[5]

Durante il periodo all'Aterballetto ha occasione di lavorare anche con Gheorghe Iancu, con il quale nasce una collaborazione che la porterà a lavorare con lui come ballerina e assistente alla coreografia.

Negli anni successivi è Maître de ballet nei maggiori teatri d’Italia: nella stagione 1996-1997 è Maître de ballet al Teatro alla Scala sotto la direzione di Elisabetta Terabust. Dal 1997 al 2000 viene richiamata da Amedeo Amodio – allora direttore del corpo di ballo al Teatro dell'Opera di Roma in qualità di Maître de ballet. Durante questo periodo interpreta anche Invenzioni, coreografia di Amedeo Amodio, insieme ad Alessandro Molin, Cristina Amodio e Patrick King. Dal 2000 al 2002 è Maître de ballet presso il Teatro Comunale di Firenze per MaggioDanza sotto la direzione di Elisabetta Terabust. In questo periodo lavora, tra gli altri, con il coreografo Roland Petit. Dal 2002 al 2003 è Maître de ballet presso il Teatro San Carlo di Napoli sotto la direzione di Elisabetta Terabust.

È nel corso di questi anni che lavora a stretto contatto con grandi nomi della danza come Carla Fracci, Roberto Bolle, Massimo Murru, Luciana Savignano, Isabelle Guérin, Oriella Dorella, Lucia Lacarra, Ambra Vallo, Letizia Giuliani, Jose Perez, Manuel Legris, Maximiliano Guerra, Giuseppe Picone, Alessandro Macario e altri.

È stata direttrice artistica dello spettacolo Anbeta e Josè, cui hanno preso parte ballerini delle maggiori compagnie a livello mondiale. Dal 2003 partecipa al programma televisivo Amici di Maria De Filippi in qualità di insegnante di danza classica e coreografa.[6][7]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Celentano è stata sposata con il commercialista e docente universitario Angelo Trementozzi dal 2007 al 2012.[8][9]

Celentano soffre della sindrome dell’alluce rigido, comune nei ballerini, a causa della quale si è sottoposta ad alcuni interventi chirurgici, il più recente nel 2017, che non le hanno però più permesso di ballare.[1][10]

Alessandra Celentano è direttrice e fondatrice, assieme a Rocco Greco di una scuola di danza associata con l'istituto scolastico internazionale Giovanni Paolo II, nella sede di Ostia Lido, Roma.[11]

Programmi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Romana Chiaranda, Alessandra Celentano, chi è la ex ballerina e coreografa di Amici, su Letto Quotidiano, 5 dicembre 2020. URL consultato il 3 aprile 2021.
  2. ^ Michele Olivieri, INTERVISTA a ALESSANDRA CELENTANO - di Michele Olivieri, su sipario.it. URL consultato il 3 aprile 2021.
  3. ^ (EN) COSI' 'LO SCHIACCIANOCI' E' DI NUOVO UN CAPOLAVORO, in La Repubblica, 01/10/1989. URL consultato il 14 maggio 2022.
  4. ^ (EN) DANZA: DEBUTTA A REGGIO EMILIA LA 'CARMEN' DI AMODIO, in adnkronos l, 02/10/1995. URL consultato il 14 maggio 2022.
  5. ^ (EN) DANZA: 'RICCARDO III' A ROVIGO, in adnkronos l, 10/03/1995. URL consultato il 14 maggio 2022.
  6. ^ Barbara Visentin, Amici: chi è Alessandra Celentano, l’insegnante più cattiva della tv, su Corriere della Sera, 29 marzo 2021. URL consultato il 3 aprile 2021.
  7. ^ Scheda di Alessandra Celentano su Mediaset.it
  8. ^ Desirèe Cirisano, "La Celentano è sposata" Avete visto l'ex Angelo Trementozzi? Preparatevi, è ricco e stupendo, su Letto Quotidiano, 18 marzo 2022. URL consultato il 20 aprile 2022.
  9. ^ Stefania Rocco, Alessandra Celentano con l’ex Angelo Trementozzi: vicini da mesi, potrebbero essere tornati insieme, su Fanpage.it, 15 giugno 2020. URL consultato il 20 aprile 2022.
  10. ^ Alessandra Celentano rivela la malattia che le impedisce di ballare, su DiLei, 23 marzo 2018. URL consultato il 3 aprile 2021.
  11. ^ La Scuola di Danza, su La Scuola di Danza. URL consultato il 17 aprile 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]