Alessandra Ferri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Herman Cornejo e Alessandra Ferri (foto di Lucas Chilczuk)

Alessandra Ferri (Milano, 6 maggio 1963) è una ballerina italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Incomincia a studiare danza a Milano, alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala. All'età di 15 anni vince una borsa di studio assegnata dal British Council, prima volta per una danzatrice, e grazie a questa si trasferisce a Londra per continuare gli studi presso la Royal Ballet School.

Nel 1980 entra a far parte della compagnia del Royal Ballet dopo aver vinto il prestigioso "Prix de Lausanne", concorso internazionale per studenti di danza. In seno a questa compagnia, vive nel 1983 l'anno della sua affermazione: a soli diciannove anni viene promossa prima ballerina, riceve il Sir Lawrence Olivier Award e viene nominata ballerina dell'anno dalla rivista Dance and Dancers e dal New York Times.

Nel 1985, su invito di Mikhail Baryshnikov, si trasferisce all'American Ballet Theatre in qualità di prima ballerina: con questa compagnia va in tournée in tutto il mondo e recita per il grande schermo nel film "Giselle (The Dancers)" (1987) di Herbert Ross.

Alessandra Ferri come 'Giulietta' - Statua di Nathan David - Royal Ballet School

Dal 1990 in poi la sua attività principale diviene quella di artista ospite internazionale a Milano, Torino, Roma, Firenze, Genova, Napoli, Palermo, Londra, Marsiglia, Parigi, Berlino, Amburgo, Stoccarda, L'Avana, Buenos Aires, Sydney, Toronto, San Pietroburgo, Mosca, in gran parte degli Stati Uniti e a New York.

È l'unica ballerina italiana del Novecento a essere invitata come stella dall'esclusiva dalla compagnia di balletto dell'Opéra di Parigi (nel 1992 per Carmen e nel 1996 Notre-Dame de Paris - entrambi lavori di Roland Petit ) e al Teatro Marijnskij di San Pietroburgo con il Balletto Kirov ( nel 2000 per Manon ).

Il repertorio ballettistico di Alessandra Ferri include i classici dell'Ottocento come Giselle e alcuni capolavori dei grandi autori del XX secolo, come Kenneth MacMillan, John Cranko e John Neumeier, oltre al citato Petit.

Nel 1992 il film televisivo La luna incantata, prodotto dalla Rai Radiotelevisione Italiana, vince la Palma d'oro nella sezione Film musicali del Festival della Televisione di Cannes. Nel 1997 pubblica il libro Aria, del quale è modella e coautrice insieme con Fabrizio Ferri: le fotografie sono state realizzate a Pantelleria con tecnica digitale. Nel 1998 è protagonista con Sting del cortometraggio Prélude, con la regia di Fabrizio Ferri, presentato alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.

Dal 1992 fino al 2007 è stata legata al Teatro alla Scala, come prima ballerina assoluta.

Il suo ultimo spettacolo prima del ritiro dalle scene è stato il 10 agosto 2007 a Taormina[1]; in seguito si occupa della programmazione della danza per il Festival dei Due Mondi di Spoleto.

Nel 2013 ritorna a calcare le scene proprio a Spoleto con l'evento "The piano upstairs", da lei stessa coreografato, e avvia collaborazioni con Martha Clarke, Lar Lubovitch e Wayne MacGregor.

Nel 2015 e nel 2017 danza alla Royal Opera House in Woolf Works, un balletto ispirato agli scritti di Virginia Woolf. Per la sua performance vince il Laurence Olivier Award per l'eccellenza nella danza.

È ospite della seconda edizione dello show di Roberto Bolle Danza con me.

È stata sposata col fotografo Fabrizio Ferri, da cui ha avuto le figlie Matilde e Emma.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'ultima volta di Alessandra Ferri "Voglio finire con un sorriso", su www.repubblica.it, 21 luglio 2007. URL consultato il 1º gennaio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN162565733 · ISNI (EN0000 0001 1458 0358 · SBN IT\ICCU\INTV\025747 · LCCN (ENno97043498 · GND (DE120008750 · BNF (FRcb14403416m (data)