Achilla di Alessandria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Achilla d'Alessandria

Patriarca di Alessandria

 
NascitaAlessandria d'Egitto
MorteAlessandria d'Egitto, 313
Venerato daTutte le Chiese cristiane che ammettono il culto dei santi
Canonizzazionepre-canonizzazione
Ricorrenza13 giugno (Chiesa cattolica, come beato),
19 Paona (Chiesa copta, come santo)

Achilla di Alessandria o Archelao, conosciuto anche come Achilla il Grande (Alessandria d'Egitto, ... – Alessandria d'Egitto, 313) è stato il sesto Papa della Chiesa copta (massima carica del Patriarcato di Alessandria d'Egitto). Viene venerato come beato dalla Chiesa cattolica, santo da quella ortodossa e da quella copta. È ricordato il 13 giugno, secondo il Martirologio Romano dalla Chiesa cattolica, che lo venera come beato; il 19 Paona da quella copta, che lo venera come santo[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ordinato presbitero dal vescovo Teona fu a capo della Scuola catechetica di Alessandria dopo Pierio. La sua grande conoscenza della filosofia greca e della teologia cristiana gli valsero l'appellativo onorifico, coniato da Sant'Atanasio, di "Achilla il Grande".[2]

Succeduto a Pietro I nel 312 dopo la condanna a morte di quest'ultimo, riammise Ario all'interno della comunità cristiana e lo ordinò sacerdote annullando l'anatema e la scomunica comminati in passato nei suoi confronti[2]. Successivamente, attaccato dallo stesso Ario e dai Meleti che si contrapponevano al suo pensiero teologico, convocò per il 313 un concilio ad Alessandria che condannò Ario all'esilio in Palestina. Achilla non fece in tempo a prendere parte al concilio poiché morì prima che iniziassero i lavori.

Dopo la sua morte si accese la lotta per la successione al patriarcato di Alessandria tra Alessandro e lo stesso Ario.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lives of Saints :: Paona 19, su copticchurch.net. URL consultato il 23 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).
  2. ^ a b Atiya, Aziz S., The Coptic Encyclopedia, New York: Macmillan Publishing Company, 1991. ISBN 0-02-897025-X.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Patriarca di Alessandria Successore
Pietro I 312313 Alessandro
Controllo di autoritàVIAF (EN1439159474228327662081 · GND (DE1213250625