Valentine - Appuntamento con la morte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Valentine - Appuntamento con la morte
Valentine.png
Cupido/Adam Carr
Titolo originale Valentine
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA, Australia
Anno 2001
Durata 94 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35 : 1
Genere horror
Regia Jamie Blanks
Soggetto Tom Savage (romanzo)
Sceneggiatura Donna Powers, Wayne Powers, Gretchen J. Berg, Aaron Harberts
Produttore Jim Rowe, Dylan Sellers
Produttore esecutivo Bruce Berman, Grant Rosenberg
Casa di produzione Warner Brothers, Village Roadshow, NPV Entertainment, Cupid Productions
Distribuzione (Italia) Warner Bros. Italia
Fotografia Rick Bota
Montaggio Steve Mirkovich
Effetti speciali Dave Allinson, Lee Biyak, Pierre-Paul Charbonneau, Brant McIlroy
Musiche Don Davis
Tema musicale God of the Mind, Love Dump, Hybrid Theory
Scenografia Stephen Geaghan
Costumi Karin Nosella
Trucco Melina Calogiros, Lisa Leonard, Debra Regnier, Faye von Schroeder, Joel Echallier
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Valentine - Appuntamento con la morte è un film horror/slasher del 2001, diretto da Jamie Blanks (Urban Legend), e tra gli altri interpretato da David Boreanaz (Buffy l'ammazzavampiri, Angel). La sceneggiatura stilata da Donna Powers e Aaron Harberts è liberamente ispirata dal romanzo di Tom Savage Valentine.

Il film è stato liberato nel circuito cinematografico statunitense il 2 febbraio 2001 e in quello italiano il 4 maggio 2001.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Jeremy Melton è uno studente modello della Junior High School Valentine's Dance, dov'è vittima di bullismo. Durante la festa scolastica di San Valentino, Jeremy chiede a cinque ragazze di ballare con lui: Shelley (Katherine Heigl), Paige (Denise Richards), Lily (Jessica Cauffiel), Kate (Marley Shelton), che è l'unica a comportarsi gentilmente con lui, e Dorothy (Jessica Capshaw); solamente l'ultima acconsente. I due si nascondono dietro delle scalinate iniziando a baciarsi ma vengono scoperti da uno dei bulli che perseguitano Jeremy e quando il ragazzo chiede spiegazioni a Dorothy, in preda alla vergogna lei afferma di essere stata forzata a baciarlo, cosicché Jeremy viene umiliato davanti a tutti i presenti dai bulli.

Tredici anni dopo, il giorno prima della festa di San Valentino Shelley (Katherine Heigl) è a cena con un suo corteggiatore, Jason. Una volta finita la cena, il ragazzo si offre di accompagnarla a casa; lei rifiuta la proposta perché impegnata negli studi e corre all'obitorio, per completare autopsie sulle quali darà gli esami.

Alcuni istanti dopo l'entrata nell'obitorio trova una lettera di San Valentino indirizzata a lei; inizialmente sorpresa, aprendola scopre macabri messaggi, dopo di che inizia a sentire strani rumori, finché un uomo con addosso una maschera da Cupido esce da un nascondiglio. Shelley durante la fuga entra in una stanza, dove si mette dentro una barella coprendosi con un telo. L'uomo la trova e le taglia la gola con un coltello; dopo l'omicidio inizia a sanguinargli il naso, caratteristica già notata su Jeremy al ballo e che accadrà ogni volta l'assassino compie un omicidio.

Le quattro migliori amiche di Paige, Lily, Kate e Dorothy si riuniscono al suo funerale dove incontrano il detective incaricato delle indagini, Leon Vaughn. Lo stesso giorno, Lily e Paige tornano al loro appartamento per riposarsi, dopo di che iniziano a guardare qualche VHS. Improvvisamente qualcuno suona alla porta: Lily apre ma trova solo un pacco di cioccolatini sullo zerbino, firmato JM. Lo porta dentro ma iniziando a mangiare i dolci scoprono che hanno il ripieno di vermi. Le due cominciano a studiare le iniziali, valutando i possibili colpevoli, vagliano anche Jeremy Malton che viene eliminato perché giudicato troppo stupido.

Di fronte al suo appartamento, Kate ha un litigio col proprio ragazzo, Adam, il quale è ubriaco e mantiene poca stabilità. Finita la discussione, Kate entra nel suo appartamento e si fa la doccia; l'acqua cessa di scorrere ed esce dalla doccia a controllare. Sentendo dei rumori, Kate esce dal suo appartamento e trova una maschera di Cupido davanti all'ascensore della scala.

Ad una mostra d'arte organizzata dal ragazzo di Lily, Dorothy porta il suo nuovo ragazzo, Campbell, presentandolo alla compagnia: questi inizia una discussione con una sua vecchia conoscenza, Ruthie, che lo accusa di volere solo i soldi di Dorothy. Durante un giro nel labirinto di vetro, Lily e Max, l'artista della mostra, iniziano a baciarsi quando arriva un'altra ragazza chiamata da quest'ultimo per unirsi alla coppia; Lily non gradisce la cosa e i due discutono fortemente, cosicché ognuno si dirige in parti diverse del locale: nascosto tra i giochi di luce l'assassino tende un agguato a Lily, uccidendola a colpi di frecce di Cupido.

L'investigatore Vaughn, comincia le indagini sul piano giudiziale, inserendo nella lista degli indiziati il ragazzo di Dorothy, Campbell. Le ragazze sono sempre più convinte della colpevolezza di Jeremy ma Vaughn trova solo informazioni su alcuni fatti accaduti dopo il ballo, oltre ad una foto dell'annuario scolastico; Dorothy intanto svela a Kate la verità sui fatti riguardanti lei e il rapporto con Jeremy all'ultimo ballo scolastico.

Passa la giornata, e arriva il giorno di San Valentino, Dorothy sta preparando una festa nel suo villino. Nello stesso giorno, dà a Campbell il suo regalo di San Valentino (un orologio) e subito dopo lo bacia e finiscono per fare l'amore. Poi fa una doccia mentre Campbell decide di fare una nuotata in piscina prima di un incontro di lavoro. Mentre lui è nella zona piscina e discute al telefono, Dorothy lo contatta con una trasmittente attaccata al muro, chiedendogli di controllare nel seminterrato se per caso la caldaia si è spenta. Così, Campbell, scende nel seminterrato e accende la fiamma della caldaia con un fiammifero, ma mentre richiude il vano della fiamma, il serial killer mascherato e armato di ascia lo uccide.

È arrivata la sera, la festa in casa di Dorothy è iniziata, lei è al contempo delusa e preoccupata dal non arrivo di Campbell. Ruthie, l'amica di Campbell, si offre di cercarlo nella casa, e durante la ricerca nei corridoi e nelle stanze appare l'assassino, che la getta contro la vetrata di una doccia e le trafigge la gola con una scheggia di vetro.

Nel contempo, Kate ha una breve discussione con Adam, trovato ancora una volta a ubriacarsi, mentre Paige sta attendendo l'arrivo di Brian, ma quando egli arriva e ci prova subito, lei lo porta in una stanza e legandolo al letto, gli getta della cera sul pene.

Paige, scende poi nella vasca idromassaggio, dove qualcuno dietro di lei le porge una rosa e una bottiglia di champagne; non appena lei si volta, salta fuori l'assassino, la spinge in acqua, chiude il coperchio in vetro dell'idromassaggio e aziona un trapano elettrico con il quale inizia a fare dei buchi sul vetro sotto il quale c'è l'idromassaggio in cui è intrappolata la ragazza e dopo alcuni tentativi riesce a trapassarle la spalla col trapano facendo tingere la piscina di sangue. Alla fine il Killer, rimuove il coperchio dall'idromassaggio e getta il trapano ancora acceso nell'acqua fulminando la ragazza, uccidendola. Questo fa scattare il salvavita e la villa resta senza elettricità, così quasi tutti gli invitati se ne vanno.

Qualche minuto dopo: Kate trova la testa mozzata dell'investigatore Vaughn e cerca di scappare da Adam, il quale ubriaco è diventato leggermente violento, durante la fuga prende una pistola da una teca per difendersi. Nel contempo spunta fuori da una porta il serial killer, Kate correndo giù per le scale, afferra il killer per non cadere, ma entrambi finiscono scivolando per tutta la scalinata. Kate, si rialza poco prima che Adam uccida il killer con la pistola, i due tolgono la maschera di Cupido, scoprendo che è Dorothy.

La scena finale mostra Kate e Adam che si abbracciano, ma prima della fine del film, viene mostrato Adam che perde sangue dal naso, facendo così capire che è lui il serial killer e che ha semplicemente ucciso Dorothy mettendole la maschera per farla apparire come colpevole.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu inizialmente sotto la direzione della Artisan Entertainment e sotto la supervisione alla produzione di Dylan Sellers.

Quando il film venne annunciato, erano già in corso i negoziati per l'assunzione di Richard Kelly come regista, ma egli rifiutò l'offerta per via del basso stipendio propostogli.

Lo studio cinematografico propose l'attrice Hedy Burress nel ruolo di Dorothy Wheeler, ma ella declinò l'offerta in varie occasioni.

Il film è stato prodotto con una spesa preventiva di 10.000.000 $. Il periodo di lavorazione è durato 42 giorni.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

La colonna sonora è stata composta da Don Davis. Sono stati inoltre utilizzati i brani Pushing Me Away (contenuto in Hybrid Theory) dei Linkin Park, God of the Mind dei Disturbed, Love Dump degli Static-X, Superbeast di Rob Zombie, Opticon degli Orgy e alcuni brani (tra i quali è ben distinguibile la canzone "Valentine's Day") contenuti nell'album di Marilyn Manson Holy Wood.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]