Un poliziotto a 4 zampe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la serie televisiva, vedi Poliziotto a 4 zampe.
Un poliziotto a 4 zampe
K9belushi.png
Il detective Dooley (James Belushi) e Jerry Lee in una scena del film
Titolo originale K-9
Paese di produzione USA
Anno 1989
Durata 102 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, poliziesco
Regia Rod Daniel
Sceneggiatura Steven Siegel, Scott Myers
Fotografia Dean Semler
Montaggio Lois Freeman-Fox
Musiche Miles Goodman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Sono i due poliziotti più duri della città. Ma uno è un po' più furbo dell'altro. »
(Tagline del film)

Un poliziotto a 4 zampe (K-9) è una film commedia poliziesco del 1989 interpretato da James Belushi e dal vero cane poliziotto Jerry Lee, distribuito dalla Universal Pictures. Il titolo originale K-9 si riferisce alla designazione statunitense del cane poliziotto, basata sull'assonanza della sigla con il termine inglese canine.

Il film ha avuto due sequel, Un poliziotto a 4 zampe 2 e Un poliziotto a 4 zampe 3.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Michael Dooley (James Belushi) è un detective della polizia di San Diego, California. A causa dei suoi modi spicci e poco convenzionali è inviso ai suoi superiori, che alle volte arrivano addirittura a dubitare che sia sano di mente. Anche la sua fidanzata, la bella ed emancipata Tracy (Mel Harris), pur amandolo, è insofferente nei confronti del suo lavoro. Dooley è sulle tracce di un importante carico di droga che ricondurrebbe al ricco Lyman (Kevin Tighe), un losco individuo dagli affari poco puliti. Il poliziotto ha bisogno delle prove per incastrare Lyman e pensa di farsi affidare un cane addestrato, che fiuti la droga e lo porti a percorrere a ritroso il cammino del carico. Si reca così al canile della polizia ma Brannigan (Ed O'Neill), a conoscenza della sua cattiva reputazione, non si fida ad assegnargli un cane qualsiasi, finendo per condurlo davanti alla gabbia di Jerry Lee. Quest'ultimo ha un glorioso passato nel K-9, ma ora, con qualche anno sulle spalle, è diventato piuttosto pigro e bisbetico. Non potendo scegliere diversamente, Dooley decide di portarlo con sé.

Jerry Lee rivela subito un carattere tutt'altro che gestibile, che non si concilia assolutamente con la poca pazienza di Dooley. Alternando momenti di azione a divertenti gag e situazioni tragicomiche, i due capiscono come fare ad andare d'accordo e iniziano a rintracciare i piccoli spacciatori della zona, che sono in attesa del carico di stupefacenti, per carpirne più informazioni possibili. Lyman fa allora rapire Tracey, sperando che il detective abbandoni l'indagine temendo per la sua sorte. Ma ormai Dooley è a un passo dalla soluzione e tenta il tutto per tutto. Grazie al fiuto di Jerry Lee, intercetta la droga nascosta su alcune auto nuove pronte per essere consegnate ad un rivenditore compiacente ed intima a Lyman di presentarsi all'arrivo del carico con Tracy, per scambiare la vita della ragazza con la preziosa merce.

Al momento fatidico, però, qualcosa va storto e nasce una sparatoria. Jerry Lee viene colpito da una pallottola sparata da Lyman a Dooley e cade gravemente ferito, cosa che scatena la reazione rabbiosa del poliziotto, ormai molto affezionato al cane, che spara furiosamente e uccide il boss. Jerry Lee rischia di non farcela e in una lotta contro il tempo Dooley e Tracy lo portano in un ospedale civile e costringono un chirurgo ad operarlo. L'operazione riesce e così il terzetto può dirigersi verso Las Vegas per festeggiare la ritrovata amicizia.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema