Ugo Intini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
on. Ugo Intini
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Ugo Intini
Luogo nascita Milano
Data nascita 30 giugno 1941
Partito PSI (1983-1994), Federazione dei Socialisti, Liberal Socialisti, Nuovo PSI (1996-1998), SDI (1998-2005), RnP (2005-2007), PSI (dal 2007)
Legislatura IX, X, XI, XIV Legislatura
Gruppo PSI, Misto, SDI
Coalizione L'Ulivo (XIV)

Ugo Intini (Milano, 30 giugno 1941) è un politico italiano, esponente storico del Partito Socialista Italiano, poi dirigente nazionale dei Socialisti Democratici Italiani, confluiti nel Partito Socialista.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Laureato in giurisprudenza, giornalista dell'Avanti! e de Il Lavoro di Genova, è stato uno stretto collaboratore di Bettino Craxi che, nel periodo dei governi socialisti (primo e secondo governo Craxi), lo nominò suo portavoce. È stato membro della segreteria, portavoce e rappresentante nell'Internazionale Socialista del Partito Socialista Italiano nonché deputato dal 1983 al 1994. Portavoce di Bettino Craxi, dopo lo scoppio dell'inchiesta Mani Pulite continuò a militare nel Psi come fedelissimo craxiano.

Nel 1994 aderisce alla Federazione dei Socialisti di Margherita Boniver e Franco Piro e pochi mesi dopo diventa il coordinatore dei Liberal Socialisti che nel 1996 fonderà il Partito Socialista del quale sarà segretario per un anno. Nel 1998 guida la minoranza del Ps che partecipa - insieme ad Enrico Boselli - alla fondazione del partito dei Socialisti Democratici Italiani ed è stato più volte deputato alla Camera, risultando eletto alle elezioni politiche del 2001, con il sistema maggioritario, in un collegio della Liguria.

Nel 2005, sin dall'atto di costituzione del nuovo progetto radical-socialista della Rosa nel Pugno, è membro della segreteria nazionale di tale federazione. Il 18 maggio 2006 fu nominato viceministro agli Affari Esteri del governo Prodi II. Ha poi aderito al nuovo Partito Socialista nato nel 2007.

Imitazioni[modifica | modifica sorgente]

Ugo Intini è stato imitato[1] da Corrado Guzzanti in Avanzi[2] e Mai dire gol.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Repubblica, 26 febbraio 1993, pag., 43 Ugo Intini al Festival?
  2. ^ Imitazione di Corrado Guzzanti

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 22178498

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie