TeliaSonera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
TeliaSonera AB
Stato Svezia Svezia
Tipo Aktiebolag
Borse valori OMXTLSN
Fondazione 2003
Sede principale Svezia Stoccolma, Svezia
Filiali Telia, Sonera
Persone chiave Lars Nyberg, CEO
Tom von Weymarn, presidente del consiglio di amministrazione
Settore compagnia telefonica
Prodotti
Fatturato Green Arrow Up.svg 10 073 milioni EUR (2006)
Utile netto Green Arrow Up.svg 2 221 milioni EUR (2006)
Dipendenti 27.211 (44% donne, 56% uomini) (2013)
Slogan «Creating a World of Better Opportunities (Creando un Mondo di Migliori Opportunità) TeliaSonera. International strength combined with local excellence. At your service. (TeliaSonera. Forza internazionale combinata con l'eccellenza locale. Al tuo servizio.
Sito web www.teliasonera.com

TeliaSonera è la principale compagnia telefonica e operatore di telefonia mobile in Svezia e Finlandia; è attiva anche nel resto della Scandinavia, in altri paesi dell'Europa orientale, in Spagna e in Nepal. Nel 2005 contava 28,7 milioni di utenze nei due paesi scandinavi, nel 2013 182 milioni di utenti tramite tutti i marchi controllati. Ha sede a Stoccolma ed è quotata alla Borsa di Stoccolma e alla Borsa di Helsinki.

Storia[modifica | modifica sorgente]

TeliaSonera è il risultato della fusione avvenuta nel 2003 tra le due compagnie di telecomunicazioni, la svedese Telia e la finlandese Sonera. I due marchi continuano ad essere utilizzati separatamente nei due paesi. Lo Stato svedese possiede il 43,5 % delle azioni, lo Stato finlandese il 13,2 %, il resto è posseduto da altre società, investitori privati svedesi, finlandesi ed esteri.

Presenza nel mondo[modifica | modifica sorgente]

TeliaSonera è presente con lo stesso logo (una pietra) ma con nomi differenti in:

È invece presente con altri loghi in:

Telia[modifica | modifica sorgente]

La svedese Kungl. Telegrafverket (Società Telegrafica Reale) fu fondata nel 1853, quando fu realizzata la prima linea telegrafica tra Stoccolma e Uppsala. La Svezia fu una delle poche nazioni in cui il sistema Bell non prese mai piede, dato che quest'invenzione di Alexander Graham Bell non era brevettata in Svezia, favorendo la locale Ericsson. In questa competizione per le prime linee telefoniche la Telegrafverket con il suo marchio Rikstelefon arrivò più tardi. Comunque detenendo il monopolio sulle linee a grande distanza, con il tempo riuscì a prendere il controllo delle reti locali gestite da società private.

Negli anni 1980, Televerket fu un pioniere nel campo della telefonia mobile utilizzando prima il sistema NMT seguito poi dal GSM. Una posizione di monopolio fu raggiunta de facto attorno al 1920. Nel 1953 il nome dell'azienda fu modernizzato in Televerket. Il 1 luglio 1992 fu istituita la Post- och telestyrelsen (PTS), un'agenzia statale con compiti di sorveglianza nel settore delle comunicazioni. Il 1º luglio 1993 l'operatore telefonico fu trasformato in una società per azioni a controllo statale, chiamata Telia AB. Aziende private nel campo della telefonia mobile analogica avevano già rotto il monopolio statale e la crescita di Internet aumentò la competizione, il rivale più importante di Telia in questi settori fu Tele2. All'apice della cosiddetta bolla delle dot-com, il 13 giugno 2000, circa un terzo delle azioni di Telia furono quotate in borsa, operazione da cui lo Stato svedese trasse grandi profitti. Telia non vinse la gara indetta dalla PTS per le licenze di telefonia mobile di terza generazione nel dicembre 2000; successivamente firmò un accordo con Tele2 per poter utilizzare le sue reti 3G.

Sonera[modifica | modifica sorgente]

Sonera ha origine dall'ente statale per la gestione della rete telegrafica e telefonica in Finlandia, creato al momento dell'indipendenza del paese, nel 1917. L'ente controllava solo le reti di collegamento che coprivano grandi distanze ed alcune reti telefoniche locali; fu fuso con le poste nel 1927 e rinominato Poste e Telecomunicazioni della Finlandia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]