San Marco (sestiere di Venezia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Marco
La Basilica di San Marco
La Basilica di San Marco
Stato Italia Italia
Regione Veneto Veneto
Provincia Venezia Venezia
Città Venezia-Stemma.svg Venezia
Altri quartieri Cannaregio, Castello, Dorsoduro, Santa Croce, San Polo
Codice postale 30124
Abitanti 4,326 ab. (2007)
Mappa dei quartieri di Venezia
Mappa dei quartieri di Venezia

San Marco (in veneto San Marco) è uno dei sestieri di Venezia e ne è il cuore sin dalla fondazione della Serenissima.

Il 12 dicembre 2007 il sestiere contava 4.236 abitanti.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il sestiere di San Marco è delimitato a nord dal Canal Grande; a sud, dove la Piazza guarda alla Laguna Veneta, dal bacino di San Marco; a ovest dal Rio del Palazzo; a est dal Rio de San Zulian.

Il sestiere confina a nord col sestiere di Cannaregio e ad est col sestiere di Castello mentre si collega al sestiere di San Polo tramite il Ponte di Rialto e a quello di Dorsoduro tramite il Ponte dell'Accademia.

Dal punto amministrativo il sestiere di San Marco comprende anche l'isola di San Giorgio Maggiore.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il sestiere di San Marco, originariamente chiamato Rivoalto da cui anche il nome Rialto, è il nucleo originario della città. Nei suoi primi secoli di vita infatti la città di Venezia era denominata Civitas Rivoalti proprio in riferimento alle isole su cui venne fondata.

Il cuore del sestiere è costituito dalla Piazza San Marco, che per quasi un millennio fu il centro politico e giudiziario della Repubblica di Venezia.

La Piazza sorse e si sviluppò sull'area occupata dagli antichi orti (Brolo) curati dalle suore del vicino convento di San Zaccaria, attorno alle due chiese originariamente presenti in questa area, la chiesa di San Teodoro (primo patrono di Venezia), poi demolita per far posto alla Basilica di San Marco e la prima chiesa di San Geminiano, originariamente posta all'incirca a metà lunghezza della piazza attuale, di fronte alla Basilica. Con l'allargamento della Piazza, la Chiesa di San Geminiano venne poi riedificata all'altezza dell'attuale Ala Napoleonica, ora parte del Museo Correr, per costruire la quale la chiesa venne demolita nel 1807 su ordine di Napoleone.

Nell'anno 828 i pescatori Buono da Malamocco e Rustego da Torcello trafugarono da Alessandria d'Egitto la salma di San Marco Evangelista e la portarono a Venezia dove è tuttora conservata nella Basilica a lui dedicata. Da allora il santo divenne il patrono della città e diede il nome alla Piazza.

Le statue sulle Colonne di San Marco e San Teodoro ricordano entrambi i Santi protettori della città.

Monumenti ed arte[modifica | modifica wikitesto]

Il fulcro vitale del sestiere è senz'altro Piazza San Marco, su cui si affacciano il Palazzo Ducale, sede del potere politico veneziano sin dal IX secolo, sua prima edificazione e la Basilica di San Marco, cappella privata del Doge fino al 1807: al popolo infatti non era concesso entrare nella Basilica se non in feste o occasioni eccezionali. Fino a tale data la sede Patriarcale di Venezia era San Pietro di Castello, all'estremo orientale della città.

È l'unico spazio cittadino a cui si riserva l'appellativo di Piazza, poiché nel resto della città vi sono solo campi, campielli, corti eccetera.

Le Procuratie poste di fronte alla Basilica e al Palazzo Ducale erano sede del potere giuridico della Serenissima.

La Torre dell'orologio, restaurata nel 2006, è un monumento molto importante per i veneziani.

Dietro il Palazzo Ducale dal ponte della Paglia è possibile ammirare il noto ponte dei Sospiri oltre al quale inizia il sestiere di Castello.

Altri luoghi di interesse sono il Teatro La Fenice, la chiesa di San Moisè che sorge alla fine della Calle Larga XXII Marzo e Palazzo Grassi, da non molto riconvertito in prestigiosa sede espositiva.

Al sestiere appartiene anche l'isola di San Giorgio Maggiore, dove sorgono l'omonima basilica e la fondazione Giorgio Cini.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


Venezia Portale Venezia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Venezia