Ruth Gordon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ruth Gordon Jones (Quincy, 30 ottobre 1896Edgartown, 28 agosto 1985) è stata un'attrice e sceneggiatrice statunitense.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ruth Gordon e il marito Garson Kanin nel 1946

Ruth Gordon si formò in un ambiente di attori dilettanti (che nel 1953 descriverà spiritosamente in qualità di sceneggiatrice per il film L'attrice)[1], e inizialmente non ottenne significativi risultati dai suoi studi di recitazione all'Accademia americana di arti drammatiche[1]. Tuttavia perseguì ostinatamente le proprie ambizioni di diventare attrice e ottenne buone recensioni già al suo debutto sulle scene teatrali con la pièce Peter Pan nel 1915[1].

Durante gli anni trenta si affermò definitivamente come attrice tetrale, protagonista sia sulle scene di Broadway che sui palcoscenici londinesi dell'Old Vic[1].

La Gordon giunse al cinema all'inizio degli anni quaranta, comparendo in film patriottici quali Abramo Lincoln in Illinois (1940) e La bandiera sventola ancora (1943)[2] e nella commedia Non tradirmi con me (1941). Nello stesso periodo iniziò il suo sodalizio artistico e sentimentale con lo scrittore e regista Garson Kanin (che sposò nel 1942), con il quale scrisse alcune sceneggiature per film che vennero poi diretti da George Cukor: il drammatico Doppia vita (1947), interpretato da Ronald Colman, la commedia Vivere insieme (1952), che fu interpretata dalla coppia Aldo Ray-Judy Holliday, oltre a due celebri commedie di cui furono protagonisti Spencer Tracy e Katharine Hepburn, La costola di Adamo (1948) e Lui e lei (1952)[2].

Vincitrice nel 1956 di un premio Tony per la sua interpretazione di Dolly Levi nella piece The Matchmaker di Thornton Wilder, la Gordon ebbe le maggiori opportunità come attrice cinematografica tra la fine degli anni sessanta e l'inizio degli anni settanta, grazie ad alcuni ruoli di donne anziane dalla forte e sicura personalità, rispecchianti quella dell'attrice stessa[1]. Tra le sue interpretazioni più memorabili, quella della diabolica Mrs. Castevet nell'inquietante Rosemary's Baby - Nastro rosso a New York (1968) di Roman Polanski, che le valse il premio Oscar alla miglior attrice non protagonista, della svampita Mrs. Hocheiser in Senza un filo di classe (1970), e soprattutto quella dell'eccentrica e passionale Maude in Harold e Maude (1971), che vive un'insolita e tenera storia d'amore con Harold, un giovanotto al quale fa scoprire la bellezza dell'esistenza.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Il chi è del cinema, De Agostini, 1984, pag. 208
  2. ^ a b Le Garzantine - Cinema, Garzanti, 2000, pag. 484-485

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Oscar alla miglior attrice non protagonista Successore
Estelle Parsons
per Gangster Story
1969
per Rosemary's Baby
Goldie Hawn
per Fiore di cactus
Controllo di autorità VIAF: 110388196 · LCCN: n80013541 · GND: 118962434