Pëtr Andreevič Šuvalov (1827-1889)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto del conte Šuvalov, di Franz Krüger, 1850-1851, Museo statale Ermitage.

Conte Pëtr Andreevič Šuvalov, in russo: Пётр Андреевич Шувалов? (San Pietroburgo, 27 luglio 1827San Pietroburgo, 22 marzo 1889), è stato un politico e generale russo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era il figlio del maresciallo capo e membro del Consiglio di Stato, il conte Andrej Petrovič Šuvalov (1802-1873), e di sua moglie, Tekla Ignat'evna Valentinovič (1801-1873), vedova del principe Platon Aleksandrovič Zubov.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 marzo 1845 iniziò come cornetta nel reggimento di cavalleria. L'anno successivo fu promosso a tenente, nel 1851 a capitano. Nella guerra di Crimea era comandante del 5º battaglione del reggimento di cavalleria.

Nel mese di agosto 1854 venne nominato aiutante di campo e fu presto inviato a Kiev e in altre città per accelerare l'escursione prestazioni di riserva dell'8°, 16° e 17° brigate e le divisioni di fanteria e le divisioni di artiglieria 5ª e 6ª batteria. Inoltre, è stato incaricato di monitorare il trasporto di polvere da sparo in Crimea. Dopo aver completato la sua missione, andò a Sebastopoli, dove vi rimase appena due mesi. Successivamente fu inviato a Kazan'. Torna a Sebastopoli, poco prima della sua occupazione da parte delle truppe alleate, ha preso parte all'assalto difensivo del 27 agosto 1855.

Nel settembre 1856 andò a Parigi insieme al principe Aleksej Fëdorovič Orlov, in rappresentanza della Russia a Parigi per la conclusione del trattato di pace.

Tornato nel mese di aprile dello stesso anno a San Pietroburgo, è stato promosso a colonnello e nel mese di novembre è stato inviato al 6º corpo d'armata. Nel dicembre 1857 fu promosso a maggior generale.

Dopo aver trascorso tre anni e mezzo a capo della polizia di San Pietroburgo, nel novembre 1860 è stato nominato Direttore del Dipartimento Generale del Ministero degli Interni e, in aggiunta, membro della Commissione sugli uffici provinciali e distrettuali. Nel suo ruolo di direttore del dipartimento, si è unito al gruppo dei più forti oppositori della abolizione della servitù della gleba.

Dopo il licenziamento di Lanskij e Nikolaj Alekseevič Milutin dal Ministero degli Affari Interni, l'influenza di Šuvalov si è intensificata, soprattutto dopo la sua nomina a capo di stato maggiore della gendarmeria e della terza sezione. Era membro del comitato Ostsee sulla riforma della proprietà fondiaria nelle province baltiche[1].

Nel 1864 fu promosso a tenente generale. Nel 1874 è stato nominato membro del Consiglio di Stato e ambasciatore straordinario e plenipotenziario del Regno Unito (1874-1879).

Il 31 marzo 1877 firmò con Lord Derby un accordo in base al quale l'Europa si impegnò per migliorare la sorte dei cristiani turchi. Tuttavia, tre settimane dopo, scoppiò la guerra. Poi, assicurando il governo russo che la Gran Bretagna ha deciso ad ogni costo di combattere, aiutò quest'ultimo a garantire che la Russia aveva promesso di non trasferire nelle ostilità del Mediterraneo orientale. Quando le truppe russe hanno attraversato i Balcani e si precipitarono alle mura di Costantinopoli, le ostilità sono state sospese, dando piena possibilità all'Austria-Ungheria e all'Inghilterra di prepararsi per la guerra.

Prese parte alla revisione del trattato di San Stefano e fu uno dei rappresentanti della Russia al Congresso di Berlino. L'anno seguente, la Germania ha stipulato un'alleanza segreta con l'Austria-Ungheria contro la Russia. Ciò portò Šuvalov ad incontrare Bismarck a Vienna.

Al momento dell'ascesa al trono dell'imperatore Alessandro III è stato inviato all'imperatore d'Austria e al re d'Italia con la richiesta di consegnare lettere scritte a mano sull'ascesa dell'imperatore. Due anni più tardi, è stato nominato membro della commissione speciale istituita per la redazione della governance locale.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Ritratto di Elena Ivanovna Čertkova, di Franz-Xavier Winterhalter, 1853.

Nel 1864 sposò Elena Ivanovna Čertkova (1830-1891), sorella di Michail Ivanovč Čertkov e nipote di Grigorij Aleksandrovič Stroganov. Ebbero un figlio:

  • Andrej Petrovič (1865-1928)

Negli ultimi anni visse separato dalla moglie.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine di San Stanislao - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di San Stanislao
Cavaliere dell'Ordine di Sant'Anna - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Sant'Anna
Spada d'oro al coraggio - nastrino per uniforme ordinaria Spada d'oro al coraggio
Cavaliere dell'Ordine di San Vladimiro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di San Vladimiro
Cavaliere dell'Ordine di Aleksandr Nevskij - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Aleksandr Nevskij
Cavaliere dell'Aquila Bianca - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Aquila Bianca

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine Reale Guelfo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Reale Guelfo
Cavaliere dell'Ordine di Luigi - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Luigi
Cavaliere dell'Ordine al merito di San Michele - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine al merito di San Michele
Cavaliere della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere della Legion d'Onore
Cavaliere dell'Ordine della Corona (Prussia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Corona (Prussia)
Cavaliere dell'Ordine di Federico - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Federico
Cavaliere dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Filippo il Magnanimo
Cavaliere dell’Ordine al merito della corona bavarese - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell’Ordine al merito della corona bavarese
Cavaliere dell’Ordine del Falco Bianco - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell’Ordine del Falco Bianco
Cavaliere dell'Ordine della corona del Württemberg - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della corona del Württemberg
Cavaliere dell'Ordine imperiale di Leopoldo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine imperiale di Leopoldo
Cavaliere dell'Ordine di Osmanie - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Osmanie
Cavaliere dell'Aquila Rossa - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Aquila Rossa
Cavaliere dell'Ordine reale di Santo Stefano d'Ungheria - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine reale di Santo Stefano d'Ungheria
Cavaliere dell'Ordine di Leopoldo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Leopoldo
Cavaliere dell'Ordine della corona fiorata - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della corona fiorata
Cavaliere dell'Ordine del Leone d'oro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Leone d'oro
Cavaliere dell'Ordine del Salvatore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Salvatore

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pavel Antonovič Schultz [1] Comitato Ostsee a San Pietroburgo (1856-1857).