Niviventer fulvescens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ratto dal ventre bianco castano
Immagine di Niviventer fulvescens mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Muridae
Sottofamiglia Murinae
Genere Niviventer
Specie M.fulvescens
Nomenclatura binomiale
Niviventer fulvescens
Gray, 1847
Sinonimi

Rattus besuki, Rattus blythi, Rattus caudiator, Rattus cinnamomeus, Rattus flavipillis, Rattus jerdoni, Rattus fulvescens lepturoides, Rattus lieftincki, Rattus ling, Rattus minor, Rattus octomammis, Rattus orbus, Rattus blythi mekongis, Rattus fulvescens temmincki, Rattus vulpicolor

Il Ratto dal ventre bianco castano (Niviventer fulvescens Gray, 1847) è un roditore della famiglia dei Muridi diffuso nel Subcontinente indiano, in Cina e nell'Ecozona orientale.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Roditore di medie dimensioni, con lunghezza della testa e del corpo tra 130 e 170 mm, la lunghezza della coda tra 155 e 220 mm, la lunghezza del piede tra 25 e 35 mm, la lunghezza delle orecchie tra 18 e 21 mm e un peso fino a 135 g.[3]
La pelliccia è talvolta soffice altre volte spinosa. Il colore delle parti superiori varia dal bruno-giallastro opaco all'arancione-fulvo brillante. Le parti ventrali sono bianco-giallastre. La linea di demarcazione lungo i fianchi è netta. Il dorso delle zampe varia dal grigio-argentato al marrone chiaro. La coda è più lunga della testa e del corpo, marrone scuro superiormente, biancastra inferiormente. I piedi sono relativamente più lunghi e sottili rispetto agli altri membri del genere. Le femmine hanno un paio di mammelle pettorali, un paio post-ascellari e un paio inguinali. Il numero cromosomico è 2n=46 FN=60-64.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

È una specie terricola anche se non è raro trovarla sugli alberi.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di semi, bacche, insetti e parti vegetali.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa nel subcontinente indiano, in Cina e nell'ecozona orientale.

Vive in diversi tipi di foreste, dalle sempreverdi a foglia larga subtropicali alle foreste secondarie decidue fino a 2.200 metri di altitudine.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Sono state riconosciute 11 sottospecie[4]:

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato il vasto areale, la presenza in diverse aree protette e la popolazione numerosa, classifica M.fulvescens come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Musser, G., Lunde, D., Aplin, K. & Molur, S. 2008, Niviventer fulvescens in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Niviventer fulvescens in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Novak, 1999, op. cit.
  4. ^ Chasen, 1940, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Frederick Nutter Chasen, A handlist of Malaysian mammals in The Bulletin of the Raffles Museum, vol. 15, 1940.
  • Andrew T.Smith & Yan Xie, A guide to the Mammals of China, Princeton University Press, 2008, ISBN 9780691099842.
  • Charles M.Francis, A Guide to the Mammals of Southeast Asia, Princeton University Press, 2008, ISBN 9780691135519.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi