Metafisica (Aristotele)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Metafisica
Titolo originale Μετὰ τὰ φυσικά
Aristotle Altemps Inv8575.jpg
Busto di Aristotele (copia romana da un originale greco in bronzo di Lisippo)
Autore Aristotele
1ª ed. originale IV secolo a.C.
Genere trattato filosofico
Lingua originale greco antico
« Rimanendo dunque stabilito che Aristotele non pensò mai a una Metafisica come la leggiamo oggi noi e che in questa si trovano riuniti libri scritti in tempi diversi e da punti di vista talora diversi, si può anche alla fine riconoscere serenamente che coloro che misero insieme quest'opera, Andronico o qualcun altro prima di lui, non lavorarono affatto male. »
(Donini 1995, p. 21)

Con Metafisica (in greco: Μετὰ τὰ φυσικά - metà ta physikà, «dopo i libri di Fisica», ma anche «al di là delle cose fisiche») si intende una serie di trattati scritti da Aristotele (IV secolo a.C.) e raccolti successivamente sotto questo titolo.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di un'opera facente parte degli «scritti esoterici», divisa in quattordici trattati e risistemata tre secoli dopo la morte del Philosophus da Andronico di Rodi.

La prima frase di questa raccolta: «Ogni uomo per natura desidera conoscere» influenzò nel Medioevo un altro tema legato alla conoscenza, quello della felicità.[senza fonte]

Gli argomenti sono difficilmente classificabili in termini tradizionali, ma fondano un nuovo campo di ricerca che ha nell’Essere - l'essere in quanto essere - il suo punto di convergenza. L'opera è divisa in 14 libri, ordinati da Andronico secondo le lettere dell'alfabeto greco:

  • Libro Primo (Alpha) - contiene la celebre definizione della filosofia come "scienza prima", o anche scienza delle cause prime (è infatti probabilmente la continuazione del II libro della Fisica).
  • Libro Secondo (Alpha élatton) - appendice al libro Alpha. Probabilmente questo libro era in origine un'introduzione al libro dodicesimo.
  • Libro Terzo (Beta) - è una raccolta di aporie, in cui Aristotele ha condensato le questioni fondamentali della filosofia.
  • Libro Quarto (Gamma) - tratta dell'Ente in quanto ente (essere) nei suoi molteplici significati. Contiene anche la trattazione del Principio di non contraddizione.
  • Libro Quinto (Delta) - è il "lessico" filosofico di Aristotele, da lui continuamente aggiornato per tutta la vita.
  • Libro Sesto (Epsilon) - contiene una serie di schede (probabilmente appunti) di definizione delle diverse scienze.
  • Libro Settimo (Zeta) - è il primo dei cosiddetti "libri sulla sostanza", compie un'indagine sulla sostanza.
  • Libro Ottavo (Eta) - secondo libro sulla sostanza, tratta dei principi delle sostanze sensibili.
  • Libro Nono (Theta) - terzo libro sulla sostanza, tratta l'essere come potenza e atto.
  • Libro Decimo (Iota) - sono probabilmente gli appunti per un corso sui concetti di "ente" e "uno", identità, Non-identità, Somiglianza, Opposizione.
  • Libro Undicesimo (Kappa) - una rimanipolazione non di mano di Aristotele su argomenti dei libri Beta, Gamma, Epsilon e Fisica III.
  • Libro Dodicesimo (Lambda) - tratta delle Sostanze immobili eterne, e di Dio inteso come Motore immobile. Questo motore immobile attrae a Sé, "come un amato", il resto degli elementi.
  • Libro Tredicesimo (My) - indaga le Idee e i numeri matematici ideali, e contiene la famosa critica alla dottrina platonica.
  • Libro Quattordicesimo (Ny) - contiene la critica alle dottrine platonica e pitagorica su principi, Idee e numeri ideali.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Werner Jaeger, Aristotelis Metaphysica, OUP, Oxford 1957
  • Jonathan Barnes (ed.), The Cambridge Companion to Aristotle, CUP, Cambridge 1995
  • Pierluigi Donini, La Metafisica di Aristotele. Introduzione alla lettura, Carocci, Roma 1995
  • Giovanni Reale, Guida alla lettura della «Metafisica» di Aristotele, Laterza, Roma Bari 2007
  • Enrico Berti e Cristina Rossitto, Il libro primo della «Metafisica», Laterza, Roma Bari 2008
  • Carmelo Vigna, Il frammento e l'Intero. Indagini sul senso dell'essere e sulla stabilità del sapere, Vita e Pensiero, Milano 2000.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Filosofia Portale Filosofia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Filosofia