Maria di Francia (1198-1224)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Maria di Francia (119818 agosto 1224) è stata la figlia del re Filippo Augusto di Francia e della sua terza moglie Agnese di Merania.

In virtù dei suoi due matrimoni, Maria di Francia fu prima marchesa di Namur (1206-1212) e poi (1213-1224) duchessa di Brabante.

Nascita[modifica | modifica wikitesto]

Suo padre Filippo II aveva deciso, per motivi mai chiariti, di divorziare dalla sua seconda moglie Ingeburge di Danimarca pochi giorni dopo averla sposata. Sebbene papa Celestino III si fosse rifiutato di concedergli il divorzio, il sovrano decise di convolare egualmente a nuove nozze. La sua prima scelta cadde su Margherita di Ginevra, considerata una delle donne più belle dell'epoca, ma le nozze non avvennero mai in quanto la fanciulla venne rapita durante il suo viaggio verso Parigi dal conte Tommaso I di Savoia, che s'era invaghito di lei e successivamente la sposò. Il conte motivò il suo gesto proprio con il fatto che Filippo era sposato con Ingerburge. Il re francese prese poi in moglie Agnese nel 1196 e, due anni dopo, Maria fu la prima figlia nata da quell'unione, cui seguì nel 1200 un maschio, Filippo.

Papa Innocenzo III dichiarò il matrimonio di Filippo II nullo ed invalido, essendo egli ancora sposato con Ingeburge, e ordinò al re di allontanare Agnese. Non avendo il sovrano ottemperato al suo ordine, il pontefice pose il regno sotto interdetto nel 1199 fino al 7 settembre 1200. Pressato dal papa e dal fratello di Ingerburge, Canuto VI di Danimarca, Filippo acconsentì infine a riprendere con sé la sua seconda consorte. Di conseguenza Maria e Filippo furono dichiarati bastardi. Agnese si spense nel 1201 e nello stesso anno Maria e il fratello vennero legittimati dal papa, su richiesta del re Filippo II.

Fidanzamenti e matrimoni[modifica | modifica wikitesto]

Maria venne fidanzata due volte prima di sposarsi. La prima volta, nel 1200, quando sia lei che il possibile consorte avevano solo due anni, fu promessa in sposa all'allora principe Alessandro di Scozia, ma dopo due anni l'impegno venne rotto ed in seguito Alessandro avrebbe sposato Giovanna, figlia di Giovanni d'Inghilterra. Subito dopo la rottura del primo fidanzamento Maria fu promessa al duca Arturo I di Bretagna, che all'epoca stava combattendo proprio contro Giovanni, nemico di Filippo, per il possesso del reame inglese. Filippo II confermò i diritti di Arturo su molti dei feudi francesi dei Plantageneti (come l'Angiò, il Maine e il Poitou), ma finì per riconoscere Giovanni come legittimo re d'Inghilterra. Il matrimonio comunque non venne mai celebrato a causa della scomparsa e della supposta morte di Arturo, la cui responsabilità venne imputata al re Giovanni.

Nel 1206, durante una guerra contro la Francia, Filippo I di Namur cadde prigioniero e poté liberarsi solo sposando Maria (1º agosto 1206) ed accettando di inviare in ostaggio alla corte francese le sue nipoti. Ciò costituì però un insulto per i nobili delle Fiandre e dell'Hainaut, che gli si ribellarono contro costringendolo a cedere la reggenza di quelle due contee, da lui tenuta in assenza del fratello maggiore Baldovino allora impegnato nella IV crociata. Dal loro matrimonio non nacquero eredi e Filippo I di Namur designò quale suo erede il nipote Filippo II di Courtenay-Namur.

Dopo la morte del marito nel 1212, il 24 aprile 1213 Maria sposò in seconde nozze a Soissons il duca Enrico I di Brabante, più anziano di lei di oltre trent'anni, rimasto vedovo tre anni prima di Matilda di Fiandra. La coppia ebbe due figlie:

  • Elisabetta (morta il 23 ottobre 1272), che sposò a Lovanio il 19 marzo 1233 il conte Dietrich di Cleves, signore di Dinslaken (c. 1214–1244), e nel 1246 Gherardo II, conte di Wassenberg (morto nel 1255)
  • Maria, che morì in giovane età

Maria morì il 18 agosto 1224 e venne sepolta nell'abbazia di Affligem. L'anziano marito morì undici anni dopo, lasciando il ducato al figlio di primo letto Enrico II di Brabante.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]