Margherita Aldobrandini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Margherita Aldobrandini
Margherita Aldobrandini
Duchessa di Parma
Nascita 29 marzo 1588
Morte 9 agosto 1646
Padre Don Giovanni Francesco Aldobrandini, Principe di Carpineto
Madre Donna Olimpia Aldobrandini, Principessa Campinelli
Consorte Ranuccio I Farnese

Margherita Aldobrandini (Capodimonte, 29 marzo 1588Parma, 9 agosto 1646) fu duchessa di Parma.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Margherita era la primogenita di Giovanni Francesco Aldobrandini e Olimpia Aldobrandini, nipoti di papa Clemente VIII. Fu promessa in sposa al duca Ranuccio I Farnese per sancire la pace tra la famiglia Aldobrandini e la famiglia Farnese.

Da questo matrimonio, che venne celebrato personalmente dal papa a Roma il 7 maggio 1600, Ranuccio si garantì una ricca dote e, finalmente, l'autonomia del ducato, che era ancora un feudo della Chiesa affidato alla famiglia Farnese.

All'epoca del matrimonio Ranuccio aveva 30 anni e Margherita 11. Forse, proprio a causa della giovane età, Margherita per il successivo decennio non riuscì a portare a termine alcuna gravidanza.

Vista la situazione, il carattere estremamente superstizioso di Ranuccio iniziò a farsi sentire. Il duca era convinto che la moglie fosse oggetto di fatture e maledizioni. Dopo una breve indagine risultò che le fattucchiere erano una ex amante del duca, tale Claudia Colla, e la madre, dette "le Romane", che furono processate e condannate per stregoneria.

Dopo tanto penare, nel 1610, la coppia fu allietata dalla nascita del primogenito Alessandro. Ma la gioia si rivelò di breve durata perché il bimbo era sordomuto.

Due anni dopo nacque l'erede Odoardo, seguito nel 1615 da Maria, che sposerà Francesco I d'Este, nel 1618 da Vittoria e nel 1619 da Francesco Maria, futuro cardinale.

Come quasi tutti i matrimoni farnesiani, celebrati per motivi politici, anche questo non fu felice. Margherita, che sicuramente non era bella, ma era devota, dovette stare accanto ad un uomo dissoluto e collerico, sopportando i numerosi figli illegittimi che ebbe da molte relazioni adulterine.

Ranuccio morì il 5 marzo del 1622. La reggenza del ducato venne affidata prima allo zio, il cardinale Odoardo e poi, alla morte di questi, a Margherita, che la tenne fino al compimento del sedicesimo anno di suo figlio Odoardo.

Dopo aver lasciato la reggenza, Margherita continuò a vivere a corte e morì nel 1646, lo stesso anno del figlio.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Margherita e Ranuccio ebbero cinque figli:

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie