Lorie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lorie
Lorie al Festival della televisione di Montecarlo nel 2012
Lorie al Festival della televisione di Montecarlo nel 2012
Nazionalità Francia Francia
Genere Pop
Electro
Dance
Periodo di attività 2000 – in attività
Etichetta LMD2 Production, Columbia Records, Sony Music
Album pubblicati 11
Studio 7
Live 3
Colonne sonore 1
Raccolte 1
Opere audiovisive 7
Sito web

Lorie, pseudonimo di Laure Pester (Le Plessis-Bouchard, 2 maggio 1982), è una cantante francese. Spesso è stata designata come l'equivalente francese di Britney Spears, specialmente all'inizio della sua carriera musicale.[1]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata da Dominique Pester, programmatore radiofonico di RTL, e da una madre capo contabile, comincia la sua carriera sportiva nel pattinaggio artistico su ghiaccio a sei anni ma smette a 15 anni a seguito di una frattura del menisco (è stata operata due volte) a pochi mesi dal Campionato di Francia di pattinaggio artistico.

Gli inizi e i primi successi[modifica | modifica sorgente]

Lorie decide allora di dirigere la sua carriera verso un'altra passione, la musica e dopo la maturità classica, Lorie comincia una serie di casting, accompagnata da suo padre, che diventerà più tardi il suo manager: ciò nonostante, a parte la tournée Baby boum dance, nel quale appare con lo pseudonimo di Laurie, non arriva null'altro.

Nel momento in cui sente dire che un amico di suo padre, collaboratore di RTL, il produttore Johnny Williams, cerca una ragazza giovane che sappia ballare e cantare, prende un appuntamento ed esce il suo primo titolo Près de moi, scritto da Johnny Williams e Louis Element, che non è tuttavia accettato da nessuna casa discografica. Williams decide allora di diffondere la canzone gratuitamente su Internet nel 2000. Il titolo è scaricato 15.000 volte in due mesi, il che permette a Lorie di firmare un contratto con la casa discografica Epic Records, e Près de moi esce finalmente come singolo, accompagnato da un video molto adolescenziale che avrà un buon successo nel 2001:[2] le vendite raggiungono le 500.000 copie e il disco viene certificato come disco d'oro.[3]

La sua ascensione verso il successo accelera: l'album Près de toi, uscito nell'ottobre dello stesso anno, diventa disco di platino.[1][4] Successivamente vengono pubblicati Je serai (ta meilleure amie), che la rende l'invitata di tutte le trasmissioni televisive del momento, e Toute seule, rispettivamente disco d'oro[5] e disco d'argento[6].

Tendrement (2002)[modifica | modifica sorgente]

Il suo secondo album, Tendrement, appare nel 2002 con due singoli, J'ai besoin d'amour e À 20 ans, ottenendo un ottimo successo. Nell'aprile 2002, Lorie partecipa alla colonna sonora del film Cenerentola II - Quando i sogni diventano realtà, cantando Oser ses rêves e pubblica il libro Mes secrets che diventa un best-seller. Nello stesso periodo, ufficializza la sua storia d'amore con il cantante Billy Crawford.

Dopo una tournée (Lorie Live Tour), pubblica il libro Ma tournée ed il singolo Ne me dit rien estratto dalla sua tournée. Il suo primo disco è edito anche in Giappone, contenenti le versioni inglesi di Près de moi e Toute seule, come anche di Oser ses rêves. Inoltre, gira una pubblicità dove la si vede suonare la chitarra, per la marca Evian. Durante l'estate 2003, escono altri titoli come Sur un air latino, con il video girato a Cuba, che diventa velocemente il tormentone estivo francese, ed il suo primo album live, Lorie Live Tour.

Attitudes e Rester la même (2004-2006)[modifica | modifica sorgente]

In seguito, all'inizio del 2004, esce il suo terzo album studio intitolato Attitudes, con i singoli Week-end, Ensorcelée e successivamente La positive attitude: quest'ultimo ha ispirato all'inizio del 2005 lo slogan del Primo ministro francese Jean-Pierre Raffarin. [7]

Lorie riparte allora sulle strade di una nuova tournée, il Week-end tour. Il singolo scritto da Jean-Jacques Goldman, C'est plus fort que moi, è l'estratto dalla sua seconda tournée. A giugno esce la sua linea di abbigliamento, chiamata semplicemente "Lorie", unicamente commercializzata nei grandi magazzini Z, che ottiene un gran successo.[8]

Nel 2005 viene pubblicata la sua prima compilation, Best Of, con tutti i singoli più Les ventres ronds, inedito del Week-end tour, Toi & moi e Quand tu danses, dedicato al suo nuovo compagno Chris.

In seguito viene pubblicato Rester la même, un album dalle diverse influenze, come zouk, RnB ed electro dove Lorie vuole rendere più matura la sua immagine. Il primo singolo che porta lo stesso titolo dell'album viene interpretato insieme al gruppo rap Second Degré. Seguono S.O.S., Parti pour zouker e Fashion Victim, estratto dalla terza tournée Lorie tour 2006.

Attività televisiva e il ritorno alla musica (2007-)[modifica | modifica sorgente]

Dopo anni di collaborazione con Johnny Williams, Lorie decide di produrre da sola le proprie pubblicazioni e di scegliere le proprie canzoni in maniera autonoma.[9]

Il 26 novembre 2007 esce l'album 2lor en moi? composto da Frédéric Château, certificato disco d'oro alla fine dell'anno per le sue oltre 100.000 copie vendute.[10]. A questo album segue Le Tour 2Lor iniziato il 3 ottobre 2008 e conclusosi nel dicembre dello stesso anno, interrompendo momentaneamente la sua carriera musicale.

Nell'estate di quell'anno infatti partecipa al film di TF1 De feu et de glace nel ruolo di una solitaria pattinatrice. In seguito partecipa come guest star al telefilm Febbre d'amore nel periodo in cui il cast ha transitato a Parigi. Nell'ottobre 2010 è protagonista insieme ad Alain Delon del film Un mari de trop.

A novembre 2011 riprende la sua attività musicale pubblicando l'album Regarde-moi, composto nuovamente da Frédéric Château, tuttavia si rivela un flop commerciale e ciò provoca la rottura con la casa discografica.

Nel 2012 pubblica con la nuova etichetta indipendente LMD2 Production Danse, un album di cover composto da Essaï Altounian, pubblicato l'8 ottobre sul sito vente-privee.com. Nell'album è contenuto il singolo Le coup de soleil, cantato originariamente da Riccardo Cocciante nel 1979. Per promuovere gli ultimi due album, Lorie ha annunciato un tour che si svolgerà nella primavera del 2013.[11]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Lorie è entrata al Museo Grévin di Parigi nell'ottobre 2003 dopo che un sondaggio l'aveva classificata tra le prime posizioni di popolarità per i giovani di meno di 15 anni. Si tratta della persona più giovane ad avere avuto la sua statua nel celebre museo delle cere parigino.[12]
  • In occasione di una conferenza con la stampa nel 2006, Mickaël Furnon di Mickey 3D ha dichiarato che gli piacerebbe comporre una canzone per Lorie «perché non è per niente del suo universo».

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Lorie durante il Tour 2Lor nel 2008

Album[modifica | modifica sorgente]

Singoli[modifica | modifica sorgente]

DVD[modifica | modifica sorgente]

  • Près de vous
  • Tendrement vôtre
  • Live Tour 2003
  • Best Of
  • Week-end Tour 2004
  • Live Tour 2006

Live[modifica | modifica sorgente]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (FR) Lorie la battante in Le Parisien, 26 dicembre 2002. URL consultato il 9 dicembre 2012.
  2. ^ (FR) Lorie face à son succès in Le Parisien, 21 dicembre 2001. URL consultato il 9 dicembre 2012.
  3. ^ (FR) Snepmusique.com - Certifications Singles Or - année 2002. URL consultato il 9 dicembre 2012.
  4. ^ (FR) Snepmusique.com - Certifications Albums Triple Platine - année 2004. URL consultato il 9 dicembre 2012.
  5. ^ (FR) Snepmusique.com - Certifications Singles Or - année 2001. URL consultato il 9 dicembre 2012.
  6. ^ (FR) Snepmusique.com - Certifications Singles Argent - année 2002. URL consultato il 9 dicembre 2012.
  7. ^ (FR) Maurice Ulrich, Positive attitude in L'Humanité, 21 gennaio 2005. URL consultato il 9 dicembre 2012.
  8. ^ (FR) Z: Lorie y vend ses vêtements in AC Franchise, 22 ottobre 2004. URL consultato il 9 dicembre 2012.
  9. ^ (FR) Nicolas Palita, Lorie: "Je suis une chanteuse populaire" in France Soir, 26 novembre 2007. URL consultato il 9 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il ).
  10. ^ (FR) Lorie: son album est disque d'or! in PurePeople, 25 febbraio 2008. URL consultato il 9 dicembre 2012.
  11. ^ (FR) Jonathan Hamard, Lorie: un album de reprises le 8 octobre et une tournée au printemps 2013 in Charts in France, 9 luglio 2012. URL consultato il 9 dicembre 2012.
  12. ^ (FR) Lorie entre au musée Grévin in Le Nouvel Observateur, 25 settembre 2003. URL consultato il 9 dicembre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 58833868 LCCN: no2006054614